Il Tour de France 2024 passerà per Torino e Bologna

Il Tour de France 2024 passerà per Torino e Bologna

Fitness Torino Giovedì 22 dicembre 2022

Clicca per guardare la fotogallery

Torino - Per la prima volta il Tour de France 2024 partirà dall'Italia. La corsa di ciclismo, uno degli eventi più seguiti al mondo avrà quattro tappe in Italia. La partenza è fissata da Firenze per il 29 giugno 2024 con arrivo a Rimini con un omaggio a Gino Bartali.Il Tour de France, poi, partirà da Cesenatico con arrivo a Bologna, con la doppia scalata della collina di San Luca. La tappa sarà in onore di Marco Pantani.

La terza tappa toccherà poi l'Emilia Romagna e il Piemonte, con partenza da Piacenza e arrivo a Torino. Infine la quarta tappa inizierà da Pinerolo, in memoria di Fausto Coppi, per approdare in Francia. Il Tour non si concluderà a Parigi, come solitamente avviene, ma a Nizza in Costa Azzurra.

Così ha commentato la notizia il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo «Nel 2024, per la prima volta, Le Tour de France partirà dall'Italia e, per la prima volta, uno degli eventi più seguiti al mondo toccherà la anche la città di Torino.
Insieme a Bologna e Firenze, Torino sarà una delle Città protagoniste delle prime tappe. Il 1 luglio 2024 saremo davvero felicissimi di ospitare, dopo uno splendido percorso attraverso il Piemonte, l'arrivo della terza tappa di una delle più grandi e affascinanti manifestazioni non solo del ciclismo, ma dello sport mondiale».

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.

La nostra azienda nel corso del 2022 a fronte della domanda di agevolazione presentata in data 05/08/2020 a valere sull’Azione 3.1.1 "Covid19" del POR FESR 2014-2020 ha ricevuto il sostegno finanziario dell’Unione Europea per la realizzazione di un programma di investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale "Covid19 – Adeguamento processi produttivi delle PMI"