Il Lago di Ceresole prosciugato dal periodo di siccità in Piemonte - Torino

Il Lago di Ceresole prosciugato dal periodo di siccità in Piemonte

Attualità Torino Giovedì 24 febbraio 2022

di Silvia Frattini
Clicca per guardare la fotogallery
Il Lago di Ceresole, prima e dopo

Torino - Il Piemonte sta attraversando il terzo inverno più secco degli ultimi 65 anni e le conseguenze sono tangibili.
Basta pensare al Lago di Ceresole, uno specchio d’acqua artificiale tra le montagne della Valle dell’Orco che ad oggi si presenta brullo e completamente secco.

L’ultima nevicata in Piemonte risale all’8 dicembre, dopo di che si sono susseguite giornate calde e caratterizzate dal bel tempo. Tutto ciò che rimane del Lago di Ceresole è un rigagnolo d’acqua in prossimità della diga. Per il resto è possibile passeggiare tranquillamente sul terreno che un tempo ospitava 35 milioni di metri cubi d’acqua, senza rischiare di sporcarsi nel fango.

Non è ancora stato dichiarato lo Stato di emergenza, ma questo scenario è l’emblema di un dramma ambientale che andrà peggiorando con la bella stagione, che, viste le temperature, sembra essere già alle porte.
Le fioriture sono anticipate, gli animali cominciano a scendere a valle alla ricerca di acqua per abbeverarsi e, soprattutto, i ghiacciai cominciano a risentire delle temperature alte. Infatti di neve se n’è vista poca in tutto il Piemonte e durante l’estate il ghiacciaio è una grande risorsa per il Lago di Ceresole, che si riempie attraverso la caduta allo scioglimento della neve.

Il periodo di siccità potrebbe essere ancora lungo, infatti i meteorologi non hanno ancora previsto nessuna importante precipitazione in Piemonte.

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.