Torino Film Festival 2021, date, ospiti, programma e biglietti della 39esima edizione

Torino Film Festival 2021, date, ospiti, programma e biglietti della 39esima edizione

2021-11-10 12:16:28

Da venerdì 26 novembre a sabato 4 dicembre 2021

© Aline

CalendarioDate, orari e biglietti

Torino - Da venerdì 26 novembre a sabato 4 dicembre torna l'appuntamento con il Torino Film Festival, che giunge quest'anno alla 39esima edizione, la seconda firmata da Stefano Francia di Celle. Sono 181 i film presentati - di cui 18 lungometraggi, 14 mediometraggi, 59 cortometraggi, 68 anteprime mondiali, 14 anteprime internazionali, 4 anteprime europee e 53 anteprime italiane - selezionati su più di 4500 opere visionate. Si parte con Sing 2 di Garth Jennings in apertura di Festival e si prosegue con le proiezioni, fino alla chiusura con Aline di Valérie Lemercier, liberamente ispirato alla vita e alla carriera di Celine Dion

Tantissimi gli ospiti che parteciperanno alla kermesse, tra cui in ordine alfabetico Ambra Angiolini, Monica Bellucci, , Margherita Buy, Mimmo Calopresti, Sergio Castellitto, Ivan Cotroneo, Matilda De Angelis, gli Extraliscio, Davide Ferrario, Chiara Francini, Charlotte Gainsbourg, Alessandro Gassmann, Enrico Ghezzi, Vladimir Luxuria, Giuseppe M. Gaudino, Enrico Magrelli, Rocco Papaleo e Massimo Popolizio.

Il Premio Stella della Mole per l’Innovazione Artistica 2021 viene conferito quest'anno a Monica Bellucci quale riconoscimento per la sua versatilità artistica, per la disponibilità a promuovere l’opera di autori emergenti permettendo così la realizzazione di progetti poliedrici con contenuti e linguaggi nuovi, per la sua capacità di padroneggiare magnificamente una potenzialità creativa che può arricchire enormemente l’arte cinematografica.

«Un programma bello, molto interessante, ricco di spunti, che ben si accompagna all’istintiva voglia di immergersi nuovamente nel buio cinematografico - dice Enzo Ghigo, presidente del Museo Nazionale del Cinema - È un percorso verso il tanto desiderato ritorno alla normalità, che vede nel cinema, e nella cultura in generale, un forte e fondamentale passaggio nella ricerca di quella protettiva serenità che gli eventi culturali sanno così ben dare. Il ruolo di un ente come il Museo Nazionale del Cinema è anche questo, saper coinvolgere sia il visitatore che lo spettatore in un’avvolgente accoglienza, nutrendolo di conoscenza e spensieratezza al tempo stesso».

«L’edizione del 2021 vede un ritorno in grande stile del Torino Film Festival - ha aggiunto Domenico De Gaetano, direttore del Museo Nazionale del Cinema, capace di stare al passo dei tempi, dei cambiamenti culturali e delle trasformazioni tecnologiche. Agli ospiti di altissimo livello si aggiungono alcuni appuntamenti che segnano la cifra del festival, la sua anima e la sua forte interazione con il Museo Nazionale del Cinema. Due delle sei masterclass previste nel programma si terranno alla Mole Antonelliana e si inseriscono nel percorso iniziato più di un anno fa dal museo con personaggi del cinema internazionale. Il ruolo formativo del TFF continua proponendo appuntamenti per gli studenti, mentre l’anima giovane del festival ritorna con il restauro di Santa Maradona di Marco Ponti, film simbolo di una generazione».

«Il ritorno alla sala cinematografica e l’incontro tra il grande pubblico (consolidata tradizione del festival) e gli autori è l’anima dell’intera manifestazione. Le 5 sezioni competitive ne compongono il cuore pulsante, riaffermando il nostro impegno primario nel proteggere e promuovere le opere di autori emergenti realizzate spesso da produttori indipendenti con molti professionisti giovani coinvolti. Fortemente convinti che dare risalto a questo lavoro possa essere un utile contributo all’industria dello spettacolo e alla produzione culturale italiana e internazionale - ha detto Stefano Francia Di Celle, direttore artistico della manifestazione. La sperimentazione del linguaggio cinematografico è presente anche nelle sezioni non competitive a partire dall’omaggio completo ai cineasti resistenti Joana Hadjithomas e Khalil Joreige. Ma anche ne LE STANZE DI ROL - dove risiede il cinema più libero nel segno del cinema di genere – nelle proposte di film restaurati di BACK TO LIFE, negli eventi, nel focus NOI, nelle masterclass fino a una nuova sezione con opere che sfidano le regole della rappresentazione, INCUBATOR, così come in SCHERMI ERETICI, uno spazio dedicato a storie di cinema non convenzionali.

Nello stesso tempo siamo desiderosi di favorire un ritorno alla normalità di un sistema dove la sala è protagonista e per questo presentiamo opere della prossima stagione cinematografica che ci hanno colpito, dialogando con tutte le forme di fruizione, dalla tv alle piattaforme, settori dove c’è grande fermento e innovazione.

La sezione Fuori Concorso TRACCE DI TEATRO/IL RESPIRO DELLA SCENA, dedicata alle contaminazioni tra cinema e teatro, ha quest’anno una grande forza, a testimoniare la creatività che ha contraddistinto il lungo periodo di chiusura forzata dei palcoscenici. La nostra attenzione per i temi sociali si esprime attraverso i contenuti delle opere scelte, molte attività con il mondo universitario e un programma specifico per le scuole medie e superiori che si realizza per la prima volta, un’attenzione all’accessibilità, alla sostenibilità e un inedito allargamento del programma a sale delle città metropolitana».

Nel concorso internazionale l’energia di 12 opere prime e seconde di respiro internazionale che trovano in Torino una possibilità di promozione e di approfondimento, grazie al pubblico che le aspetta desideroso e ad una stampa che le tratta con saggezza e interesse. La selezione vuole mettere in luce non solo il valore di nuovi autori ma anche il coraggio, la visione e le capacità di produttori, distributori e professionisti del cinema che investono in opere innovative.

Il cortometraggio, inoltre, si è ritagliato un ruolo sempre più importante e autonomo nel panorama internazionale: i cineasti hanno l'opportunità di sviluppare le tecniche, affinare la scrittura, allenare lo sguardo, sperimentare, in una struttura produttiva meno impegnativa di quella del lungometraggio, ma che ne comprende tutte le dinamiche. Torino 39 Corti presenta 12 opere inedite in Italia, caratterizzate da grande varietà tematica e stilistica, con il fattore comune dell'attenzione e cura per ogni aspetto della macchina cinematografica. I cortometraggi saranno presentati in abbinamento con i lungometraggi di Torino 39.

Fuori concorso si trova un vivacissimo osservatorio della creatività del cinema contemporaneo. In esso troviamo grandi opere di produzione internazionale che permettono ad autori consolidati di dialogare con i pubblici di tutto il mondo ma anche opere importanti di registi esordienti, molte nate in ambito italiano dove rileviamo una grande vitalità da parte di realtà produttive ed enti finanziatori che nei terribili mesi del Covid hanno continuato a operare e a realizzare progetti.

Il programma completo è disponibile sul sito del Torino Film Festival

Informazioni e biglietti

I biglietti per tutte le proiezioni del Torino Film Festival e per gli eventi in programma potranno essere acquistati esclusivamente on line sul sito del Festival, a partire dal 15 novembre e fino a 20 minuti prima di ogni singolo spettacolo. Fanno eccezione la serata inaugurale all’UCI Cinema e la cerimonia di premiazione, che saranno esclusivamente a invito, e le Masterclass presso l’Aula del Tempio della Mole Antonelliana, per le quali sarà necessario disporre di un biglietto, come indicato sul sito del Museo Nazionale del Cinema.

Ogni utente registrato potrà acquistare un massimo di 6 biglietti per ogni proiezione, scegliendo il posto in sala. Effettuato il pagamento, riceverà un biglietto digitale in formato pdf per ogni posto acquistato. I singoli biglietti dovranno essere presentati al personale di sala attraverso il proprio smartphone oppure, avendo provveduto alla stampa, in formato cartaceo, per poter accedere alla proiezione o all’evento.

Gli incontri che avranno luogo presso la Sala 3 del cinema Greenwich Village, indicati nel programma del Festival, saranno gratuiti. Per poter accedere gli spettatori interessati dovranno prenotare il loro posto con le stesse modalità applicate per l’acquisto dei biglietti.

Si ricorda che in nessun caso sarà consentito l’ingresso in sala a spettacolo iniziato.

L’accesso alle proiezioni dei film non è consentito ai minori di 6 anni. I film vietati ai minori di 18 e 14 anni sono segnalati sul programma di sala a margine della trama del film.

Lo spettatore su sedia a rotelle potrà prenotare la partecipazione alle proiezioni o agli eventi attraverso il sito del Torino Film Festival scegliendo nel menù a tendina “tariffa 1+1”. Effettuata la prenotazione riceverà due biglietti gratuiti, per sé e per l’accompagnatore, all’indirizzo utilizzato all’atto di registrarsi.

I biglietti non possono essere sostituiti o rimborsati se non per proiezioni annullate da parte dell’organizzazione. I film in lingue straniere sono sempre sottotitolati in italiano, tranne per la sezione fuori concorso “Incubator” che non sarà sottotitolata. La sottotitolazione in altre lingue è indicata per ogni proiezione nel programma di sala.

Approfondisci con: Maggiori informazioni sull'evento e biglietti per Torino Film Festival 2021: la 39esima edizione

Potrebbe interessarti anche: Banff Centre Mountain Film Festival World Tour Italy 2021, 31 gennaio 2022 , La Donna Elettrica (kona Fer I Strid), 1 dicembre 2021 , Il mago di Oz, dal 12 febbraio al 15 maggio 2022 , La Boheme, dal 12 febbraio al 27 febbraio 2022

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.