Isole Borromee: dal 2 giugno aperte tutti i giorni - Torino

Isole Borromee: dal 2 giugno aperte tutti i giorni

Cultura Torino Martedì 1 giugno 2021

Torino - A partire  2 giugno le Isole Borromee saranno aperte tutti i giorni, non più solo nei weekend. I visitatori potranno ammirare ogni giorno della settimana, fino al termine della stagione, l’1 novembre, le fioriture dei giardini, nel massimo del loro splendore, e riscoprire i preziosi tesori storici e artistici nei palazzi dell’Isola Bella e dell’Isola Madre.

biglietti d’ingresso possono essere acquistati online, arrivando in loco già muniti di ticket oppure nelle biglietterie dei musei. Le visite guidate alle Isole Borromee si possono prenotare sia online, sia in biglietteria, anche in lingua francese, inglese e tedesca. I gruppi sono formati da un massimo di dieci persone.

La mostra Vitaliano VI. L’invenzione dell’Isola Bella

Palazzo Borromeo, sull’Isola Bella, si può visitare la mostra Vitaliano VI. L’invenzione dell’Isola Bella, a cura di Alessandro Morandotti e Mauro Natale. L’esposizione celebra l’ideatore dell’ambizioso progetto che definì ciò che oggi è l’isola: il vascello che affiora sulle acque del Lago Maggiore, fonte di ammirazione e stupore nei visitatori di tutto il mondo. Allestita nel grande salone del Palazzo, la mostra nella prima sezione percorre le fasi principali della vita di Vitaliano VI, vero artefice della rinnovata fortuna della famiglia nella seconda metà del Seicento, attraverso ritratti in pittura e in scultura, medaglie e documenti. Prosegue poi ricostruendo le tappe del progetto del Palazzo e dei Giardini dell’Isola, dove furono attivi alcuni dei migliori progettisti lombardi, da Andrea Biffi a Filippo Cagnola, in dialogo costante con l'architetto ticinese Carlo Fontana. Si conclude con una rassegna di dipinti, sculture e arredi pensate per la decorazione degli interni del Palazzo, opere commissionate da Vitaliano VI, alcune mai prima esposte al pubblico. Anche nelle sale del percorso museale si potranno individuare i mobili e i quadri originali che si trovano ancora oggi dove li volle il nobile milanese.
La visita è inclusa nel biglietto d’ingresso a Palazzo Borromeo. 

I giardini botanici

Da abbinare al fascino dell’arte, i giardini botanici delle Isole Borromee sono un altro genere di capolavoro da non perdere per la varietà di specie provenienti da tutto il mondo. Nel giardino botanico all’inglese dell’Isola Madre sfilano specie antiche o esotiche, come la terrazza delle protee la cui collezione di fiori preistorici sudafricani è una vera e propria rarità. Inoltre, rose, cactus, ortensie, fior di loto, buganvillee e ninfee colorano l’Isola nei mesi di giugno e luglio. Anche i viali e le aiuole del giardino barocco all’italiana sull’Isola Bella sono immersi tra le essenze delle fioriture primaverili in un’oasi resa ancora più speciale dall’elegante presenza di pavoni bianchi a passeggio. Alla regina dei fiori è dedicata l’eccezionale terrazza delle rose: grazie alla sua fioritura, la spalliera della terrazza centrale del giardino dell’Isola Bella si accende di rosa e di rosso, ben visibile sia dal lago e sia dalla terraferma. Tra le meravigliose rose rampicanti, spiccano le varietà Blaze, dal colore rosso ciliegia e Claire Matin sui toni del rosa pesco. Seguiranno poi le fioriture delle ortensie, in particolare le ortensie paniculate bianche, provenienti dalla Cina e dal Giappone.

Eccellenze enogastronomiche

Dal punto di vista enogastronomico Terre Borromeo propone i sapori genuini e raffinati della cucina italiana al Fornello Bottega con Cucina, il bistrot sull’Isola Bella, ideale a pranzo o per un aperitivo a bordo lago. In menu, sfiziosi antipasti come la pappa al pomodoro con salsa di mozzarella di bufala e basilico; irresistibili primi come gli spaghettoni quadrati saltati con coulis di peperoni, terra di olive e scaglie di pecorino dolce oppure il risotto mantecato al pecorino e pepe nero; secondi rivisitati con abbinamenti inediti, ad esempio la tartare di manzo piemontese con gazpacho e alici di Cetara. Per concludere in dolcezza, gli chef propongono la cheescake al mango e passion fruit, il semifreddo alle ciliegie e meringa croccante oppure la piccola Sacher con scaglie di cioccolato. La selezione di bibite, vino e birra è guidata dall’eccellenza delle etichette e dalla freschezza della produzione, così come attenta alla qualità è la scelta della torrefazione per un caffè artigianale e cremoso.

Le proposte culturali e naturalistiche di Terre Borromeo si completano con Parco Pallavicino a Stresa e l’affascinante Rocca di Angera sul versante lombardo del Lago Maggiore, entrambi aperti tutti i giorni già dalla fine di aprile.

Orari e tariffe

Isola Bella - apertura tutti i giorni dalle ore 10,00 alle ore 17,30 (ultimo ingresso). Tariffe: adulti 18 euro, ragazzi 11 euro.

Isola Madre - apertura tutti i giorni dalle ore 10,00 alle ore 17,30 (ultimo ingresso). Tariffe: adulti 15 euro, ragazzi 8,50 euro.

Rocca di Angera: apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle 17,30 (ultimo ingresso). Tariffe: adulti 12 euro; ragazzi 8,50 euro.

Parco Pallavicino: apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle 17,30 (chiusura Parco alle 1830). Tariffe: adulti 12 euro; ragazzi 8 euro; bambini (3-5 anni) 4 euro.

Terre Borromeo consiglia di visionare sempre il sito web www.isoleborromee.it o di contattare il call center (numero 0323 933478) per essere aggiornati all’ultimo minuto riguardo giorni e orari di apertura, secondo le disposizioni governative e regionali. 

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.