Circolo dei Lettori online: il programma di novembre. Con Abraham B.Yehoshua, Mario Vargas Llosa e Jo Nesbø - Torino

Circolo dei Lettori online: il programma di novembre. Con Abraham B.Yehoshua, Mario Vargas Llosa e Jo Nesbø

Libri Torino Martedì 3 novembre 2020

Jo Nesbø
© Flickr/Profondo Nord

Torino - La Fondazione Circolo dei lettori rimodula la programmazione e propone una riflessione sul concetto di classico aspettando il Festivaldel Classico. Ospiti del mese grandi autori internazionali: Abraham B.Yehoshua, Mario Vargas Llosa e Jo Nesbø.

Che cos’è un classico?

Esemplare, perfetto, immortale: un classico è tutto questo e molto di più. Un classico è «un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire», secondo Italo Calvino. Per dar voce ai classici della letteratura – ma anche della musica, dell’arte, della filosofia – la Fondazione Circolo dei lettori propone, nel mese di novembre, un’indagine sulla definizione di “classico” che coinvolgerà scrittori, intellettuali, critici letterari tramite video-interventi, ma anche il pubblico di lettori e lettrici attraverso i social media, il sito circololettori.it e la newsletter. Tra gli altri, risponderanno al quesito Silvia AvalloneMarco Missiroli e Marco BelpolitiClassici contemporanei è invece il ciclo di video-lezioni su quegli autori del nostro tempo: un confronto con i testi di Silvio D’Arzo, Francesco Biamonti, Giorgio Bassani, Giuseppe Berto. Piccoli classici è pensato per bambini e bambine, sul canale YouTube con contenuti inediti, lezioni di filosofia e consigli di lettura per i più piccoli.

Tutto questo in attesa del Festival del Classico (29/11 - 4/12), rassegna ideata per illuminare con i pensieri di ieri la riflessione sull’oggi. Ma Aspettando il Festival del Classico è anche grandi incontri online: Abraham B. Yehoshua, tra i massimi scrittori israeliani del nostro tempo, con la lezione War and peace in the jewish culture è protagonista dell’anteprima speciale del 28/11 che conduce al tema di questa terza imminente edizione Homo sive Natura. Guerra, pace, malattia nella spirale della storia.

E prima la riflessione sulla cultura classica muove i suoi passi da una serie di approfondimenti. Il gruppo di lettura De Rerum Natura condotto da Matteo Stefani via Zoom (per info consultare il sito festivaldelclassico.it). Tre incontri (11-18-25/11) dedicati all’opera di Lucrezio, perché nel poema filosofico, poesia e scienza concorrono a offrire una lucida e appassionata rappresentazione della psiche umana: le paure, le false credenze, le pulsioni di guerra, l’impotenza di fronte alle catastrofi naturali, ma anche la forza incoercibile della ragione. Matteo Nucci, scrittore, in libreria con Achille e Odisseo. La ferocia e l’inganno (Einaudi), saggio in cui esplora la dimensione eterna di due grandi eroi omerici è invece protagonista del ciclo Le parole dei classici, cinque video-definizioni dei lemmi che meglio esprimono la classicità, da Caos a Utopia, passando per PhilíaCrisis e Xenía, ogni mercoledì fino al 25/11 sulla pagina Facebook del Circolo dei lettori, sulla IgTv, su festivaldelclassico.it. 

Presentazioni editoriali

Anche le presentazioni migrano online. Migrazione che ci dà l’opportunità di raggiungere e ascoltare grandi protagonisti della cultura internazionale, lontani ma vicini, e di espandere il raggio d'azione della Fondazione ben oltre ai suoi confini territoriali. Protagonisti del mese Mario Vargas Llosa (17/11) con Tempi duri (Einaudi) autore tra i più grandi intellettuali contemporanei e il re del noir Jo Nesbø (24/11) con Il fratello (Einaudi) in dialogo rispettivamente con Ernesto Franco e Marcello Fois. Con l’attesissimo romanzo Un’amicizia edito Rizzoli, a dieci anni da AcciaioSilvia Avallone si confronta il 19/11 con Marco Missiroli; per il Circolo dei lettori la prima presentazione de I quattro maestri (Garzanti) di Vito Mancuso con Armando Bonaiuto il 6/11 e poi Alessia Gazzola (12/11) con Elena MasuelliFederica Manzon (4/11) con Marta Barone.

Collaborazioni

Non mancano anche questo mese le collaborazioni: Biennale Tecnologia trasmette sul sito biennaletencologia.it e su Facebook del Circolo dei lettori il viaggio lessicale nella letteratura del Novecento di Stefano Massini (14/11) e Claudia Durastanti che parla di Letteratura e civiltà delle macchine (13/11). Per quanto riguarda l'attualità, continuano gli incontri firmati Limes e YouTrend, questa volta lo sguardo torna in Italia per poi spostarvi verso i nuovi equilibri internazionali tra Stati Uniti e Cina, e resta confermata in streaming la rassegna stampa a cura de il PostI giornali spiegati bene, con il direttore Luca Sofri e il vicedirettore Francesco Costa.

Cicli tematici

Virginia Woolf. Tracce di vita.  Resta confermato l’itinerario che attraversa la scrittura di Virginia Woolf seguendo tre diverse invenzioni temporali: ricordo, memoria e tempo dell’accadere. Introduzione di Francesca Bolino. Su Facebook e su circololettori.it: 10/11 Momenti di essere: il ricordo, con Liliana Rampello; 24/11 Diario di una scrittrice: la memoria futura, con Elisa Bolchi; da 8/12 Al faro: il varco del tempo, con Sara Sullam.

In cordata. Prosegue il ciclo dedicato alla montagna con un doppio appuntamento, il 9/11 con Marco Albino Ferrari in dialogo con Linda Cottino a proposito di Mia sconosciuta (Ponte alle grazie) ritratto di una madre alpinista e il 23/11 con Sandro CampaniIrene Borgna e Leonardo Caffo in confronto circa I passi nel bosco (Einaudi).

Social Reading. La letteratura al tempo di Instagram. Book blogger con cui approfondire testi, immagini e parole, prendere appunti sulla comunicazione social, fare la lista della prossima spesa in libreria. In diretta Instagram: 17/11 Le saghe familiari con Francesca Marson @Nuvoledinchiostro; 1/12; Cosa vediamo quando leggiamo con Stefania Soma @PetuniaOllister.

Tre splendidi oggetti morti. Le mappe (diventate navigatori Gps), la penna (ora ticchettiamo i tasti del pc), il silenzio (pieno ormai di rumori, notifiche e disattenzioni): Massimo Mantellini, autore di Dieci splendidi oggetti morti (Einaudi), disegna nuove traiettorie di bellezza a partire da tre cose che non usiamo più. Dall'11/11 su Facebook e su circololettori.it.

Storie americane. Pensato per questo presente che fa seguito alle elezioni presidenziali, il ciclo di incontri dedicato all’America e alle sue atmosfere, un viaggio letterario con le case editrici specializzate, che si raccontano e consigliano libri e autori (5/11 con Atlantide).

Gruppi di lettura

I gruppi di lettura conquistano Zoom. Cuore pulsante della Fondazione Circolo dei lettori, i gruppi di lettura ritornano in una veste nuova su Zoom. Sono appuntamenti settimanali fissi che esprimono al meglio le qualità principali della cultura: invitare alla scoperta e al dialogo, sollecitare la riflessione e la condivisione delle idee. Gli iscritti al Circolo dei lettori, ovvero i tesserati Carta Plus e Carta Extra, potranno ritrovarsi sulla piattaforma per dialogare di letterature del mondo, filosofia, politica, poesia, scrittura, attualità. Novità: il gruppo di lettura targato Aspettando il Festival del Classico sarà accessibile a chiunque voglia approfondire il poema lucreziano: basterà sottoscrivere una della Carta del Circolo (circololettori.it) per ricevere il link di accesso per prender parte a De Rerum Natura con Matteo Stefani.

Archivio

Per rivivere il Circolo e le sue storie dove vuoi, quando vuoi, sia sui social e che su circololettori.it, ma anche sull’archivio digitale della Fondazione Circolo dei lettori: i contenuti culturali sono disponibili su YouTube, SoundCloud e Spotify, tra presentazioni, incontri, consigli di lettura, lezioni, rubriche.

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.