Artissima sui social con ge·ne·a·lo·gì·a: l’arte italiana non si ferma - Torino

Artissima sui social con ge·ne·a·lo·gì·a: l’arte italiana non si ferma

Mostre Torino Giovedì 19 marzo 2020

Marcello Maloberti, Famiglia Metafisica, 1990-2015, Stampa alla gelatina d’argento, 30 x 40 cm
© Courtesy the artist + Raffaella Cortese, Milano

Torino - Artissima, la principale fiera d’arte contemporanea in Italia, raccoglie l’appello lanciato dal MiBACT Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo con l’obiettivo di condividere contenuti da fruire virtualmente, ampliando così il racconto digitale della fiera e dei suoi protagonisti già avviato con i progetti di Artissima Digital, come #ArtissimaRewind e #ArtissimaStories.

In questi giorni così complessi per l’Italia e per il mondo della cultura, Artissima presenta /ge·ne·a·lo·gì·a/, iniziativa virtuale volta a diffondere il messaggio che l’arte non si ferma nemmeno in questo frangente ed è capace di trascendere le barriere fisiche per continuare a raccontarsi e a proporre contenuti nuovi e positivi grazie al digitale.

/ge·ne·a·lo·gì·a/ è un progetto che vivrà sul profilo Instagram della fiera, costruendo giorno per giorno un “albero genealogico” intimo e personale dell’arte italiana contemporanea. A partire dal 18 marzo, ogni giorno un artista scelto tra quanti presentarono proprie opere nel Deposito d’Arte Italiana Presente di Artissima 2017 (curato da Vittoria Martini e Ilaria Bonacossa), verrà chiamato ad indicare nel panorama italiano due artisti a cui si sente particolarmente legato, eleggendone uno a proprio ideale riferimento ed uno come proprio discendente.

Storia fatta di rapporti diretti e di sguardi lontani, di ispirazioni e di omaggi, /ge·ne·a·lo·gì·a/ racconterà un immaginifico dietro le quinte dell’arte contemporanea italiana. «Durante questo periodo di lockdown in cui tuttavia gli artisti continuano a creare - spiegano gli organizzatori -  a partire dall'esperienza di un “deposito" fisico nascerà un “database” digitale accessibile a tutti, testimonianza di un momento in cui dobbiamo ridefinire i nostri paradigmi per poter progettare un futuro sostenibile. Restate sintonizzati: /ge·ne·a·lo·gì·a/ is coming!».

Potrebbe interessarti anche: , Virtual tour al Museo Egizio di Torino: tra passeggiate con il direttore e mostre digitali , La Fondazione Torino Musei si sposta online: le attività di Palazzo Madama, Gam e Mao , Il Polo del '900 di Torino online: racconti e voci del Novecento per parlare del presente , Il planetario di Torino non si ferma: arriva infini.To a casa , Torino: l'appello dell'assessore Francesca Leon per i lavoratori della cultura

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.