Coronavirus a Torino e in Piemonte: dalla spesa alla farmacia, cosa si può fare? Il vademecum

Coronavirus a Torino e in Piemonte: dalla spesa alla farmacia, cosa si può fare? Il vademecum

Attualità Torino Martedì 10 marzo 2020

Torino - Martedì 10 marzo: il giorno in cui l’Italia intera si è svegliata con nuove disposizioni e normative estese fino al 3 aprile. Tutto il paese è ora infatti zona protetta. Ma quali sono i provvedimenti, ovvero cosa si può fare e non fare anche a Torino e in Piemonte?

Innanzitutto le scuole, che resteranno chiuse in tutta Italia fino a venerdì 3 aprile. Al contempo stop a ogni manifestazione sportiva, normativa cui si atterranno anche gli impianti sciistici del Piemonte. Il tutto nell’ottica di evitare l’assembramento di persone in luoghi pubblici e aperti al pubblico.

Tra le normative più stringenti, c’è il divieto di «ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita», «nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorativesituazioni di necessità» o «per motivi di salute». Per muoversi, sarà necessaria un’autocertificazione da compilare ed esibire al momento del controllo. Qui vi spieghiamo di cosa si tratta e come funziona.

Molte sono inoltre le iniziative per aiutare le persone a fare acquisti direttamente da casa: il servizio di consegna gratuita dei farmaci a domicilio è uno di questi. Lo si può richiedere al numero 800 189 521. Il servizio gratuito è offerto dalle farmacie associate a Federfarma che hanno aderito all’iniziativa. Attenzione però: non partecipano all'iniziativa le farmacie comunali e il servizio non è attivo nelle provincia di Cuneo.

Tuttavia, è possibile senza alcun limite uscire per fare la spesa alimentare. I negozi saranno aperti, motivo per cui è sbagliato concentrarsi creando code e assembramenti davanti alle porte. I negozi, lo ricordiamo, sono aperti: ogni acquisto è consentito e garantito, basterà rispettare le norme di sicurezza e le distanze tra persone, di almeno un metro. Attenzione però: i centri commerciali e i mercati saranno chiusi il sabato e la domenica

La vita in casa potrebbe essere dura, specialmente per chi ha bambini. È possibile uscire, recarsi in luoghi aperti come i parchi, andare a correre o in bicicletta, ma stando sempre a distanza dagli altri e in solitaria, evitando i gruppi.

Bar e ristoranti saranno aperti, ma dalle 6 alle 18, con eventuale attività a domicilio. Teatri, musei e cinema restano chiusi fino al 3 aprile, così come le scuole e università, dove non si svolgono lezioni.

Funzionanti i mezzi pubblici: bus, tram, treni e metropolitane, taxi. Al contempo si svolge regolarmente il trasporto merci. L’attività pubblica prosegue negli uffici con particolari norme di sicurezza, per Torino potete consultare il sito della Città Metropolitana e del Comune.

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.