Glocal Film Festival 2020 a Torino: 50 titoli e l'anteprima di Pastrone con Fabrizio Bentivoglio. Il programma

Glocal Film Festival 2020 a Torino: 50 titoli e l'anteprima di Pastrone con Fabrizio Bentivoglio. Il programma

Cinema Torino Mercoledì 26 febbraio 2020

Torino - C’è del rischio, ma vale la pena di sfidarlo, sembra proprio questo l’atteggiamento del Glocal Film Festival di Torino, alla sua diciannovesima edizione nel 2020 e con un programma ricco da annunciare, con 50 titoli in cartellone e la presenza di Fabrizio Bentivoglio per l’anteprima del film su Pastrone.

Ed è così, rischiando, che nella settimana più nera per lo spettacolo a Torino e in tutta Italia,, con teatri e sale cinematografiche chiuse, e con Seeyousound annullato a tre giorni dal via, salvo una possibile chiusura felice prevista per il 1 marzo, Glocal Film Festival annuncia il frutto del lavoro sperando di poter prendere il via dal 12 al 16 marzo, come da regolare programma.

Siamo «consapevoli di un’eventuale proroga delle misure atte al contenimento dell’emergenza sanitaria» dicono dall’organizzazione, ma siamo «fiduciosi che questo festival possa svolgersi come ideato e concretizzato dallo staff». Dita incrociate, intanto, da parte di tutta la città, in particolare da cinefili e appassionati incuriositi, perché il Glocal 2020 darà nuovamente voce al cinema regionale con 50 titoli tra sezioni competitive, proiezioni speciali, omaggi e incontri al Cinema Massimo.

Tra le chicche di questa edizione, la prima cittadina di Pastrone!, documentario di Lorenzo De Nicola sul regista del colossal Cabiria prevista per l’inaugurazione di giovedì 12 marzo. Un personaggio piemontese, Pastrone, figura fondamentale nel cinema muto nazionale e internazionale, la cui voce nel film sarà quella di Fabrizio Bentivoglio attore ospite della serata insieme al regista Lorenzo De Nicola.

Ormai maggiorenne, alla sua edizione numero 19 il Glocal Film Festival renderà protagonista la cinematografia piemontese consentendo a tanto cinema “nostrano” di avere visibilità e dando spazio a quei film che nel loro percorso hanno incrociato il Piemonte, grazie ai molti professionisti che operano nel dinamico panorama regionale, alle case di produzione sempre più attive e alle numerose e variegate location capaci di soddisfare esigenze artistiche e pratiche.

5 giorni per una ricetta che includerà 50 titoli tra cui i documentari dello storico concorso del Glocal, Panoramica Doc con sei titoli in programma di cui due in anteprima assoluta, ma anche con i lavoro di Spazio Piemonte, dedicato al cinema breve con 20 cortometraggi in gara.

L’omaggio di questa edizione sarà dedicato a Gianluca Maria Tavarelli, con tre proiezioni di film dei suoi esordi in 35 mm elunedì 16 marzo sarà insignito del Premio ‘Riserva Carlo Alberto’. Ancora, tra gli ospiti, Paolo Beldì, regista di innumerevoli trasmissioni tv dagli anni ’80 a oggi, per l’appuntamento speciale dedicato a cinema e tv; la giovane attrice Marina Occhionero, a cui andrà il Premio Prospettiva; e Oria Conforti, Diego Novelli, Sergio Ariotti e Mia Santanera per la serata organizzata in collaborazione con Rai Teche dedicata a La Ragazza di Via Millelire di Gianni Serra nel 40° anniversario dall’uscita in sala del film.

Completeranno  il programma la masterclass Disegnare il cinema tenuta da Giuseppe Liotti, storyboard artist dei film di Matteo Garrone, e la mostra Ritratti di Cinema La sala, il lavoro, il pubblico, dedicata alle comunità cinematografiche che continuano a promuovere la settima arte nelle sale piemontesi.

«Stiamo vivendo un momento difficile, pieno di incertezze e di timori, e siamo naturalmente molto dispiaciuti per tutte le realtà culturali messe a dura prova dal blocco delle attività -  afferma Gabriele Diverio, direttore artistico del Glocal Film Festival - Non vogliamo sottovalutare ciò che sta accadendo e siamo consapevoli che il rischio di una proroga sia alto. Oggi però vogliamo presentarvi lo stesso la 19esima edizione del nostro festival, perché ci sembra giusto farlo. Siamo convinti che, tra tante paure, possa essere d’aiuto qualche certezza. La certezza è un gruppo di lavoro che ha messo a punto e perfezionato questa edizione nell’arco dell’ultimo anno; la certezza è la rete di collaborazioni che è stata messa in piedi e i film che sono stati selezionati pensando al nostro pubblico; la certezza è sapere che finché non ci verrà comunicato il contrario, ci prepareremo al meglio per far sì che il 12 marzo si possa inaugurare con Pastrone! di Lorenzo De Nicola, un evento dedicato a tutta la città, nell’anno di Torino Città del Cinema 2020. Siamo pronti ad andare in scena e vogliamo fare festa con gli amici e tutti gli appassionati di cinema. Se non sarà possibile, sapremo di non aver lasciato nulla di intentato».

Potrebbe interessarti anche: , Cinema al Castello del Valentino 2020 a Torino: il programma completo , Portofranco Summer Night 2020: cinema all'aperto silent movie a San Salvario. Il programma , Cinema all'aperto a Torino: le arene estive in città, da Cinema a Palazzo a Porto Franco Summer Night , La Mole Antonelliana diventa un grande schermo: il videomapping con la Storia del Cinema , A Torino riapre il cinema Massimo e a luglio i 20 anni del Museo del Cinema

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.