Eugenio In Via Di Gioia: a Sanremo 2020 in bici sulla ciclabile del Ponente ligure. Video e intervista - Torino

Eugenio In Via Di Gioia: a Sanremo 2020 in bici sulla ciclabile del Ponente ligure. Video e intervista

Musica Torino Sabato 1 febbraio 2020

© Alessandra Chiappori

Torino - Qualcuno potrebbe chiamarli visionari, qualcun altro semplicemente coerenti: dopo album, canzoni, iniziative dedicate all’ambiente, ancora una volta gli Eugenio in via di Gioia si sono messi in movimento con un occhio di riguardo all’ecologia e alla sostenibilità. Lo hanno fatto pedalando in bicicletta in direzione Sanremo, dove saranno in gara al Festival 2020 nella sezione Nuove Proposte con il brano Tsunami.

E una sorta di Tsunami è anche quello che si è formato a Genova nella mattinata del 1 febbraio: dopo la partenza il 31 gennaio da Torino, dal capoluogo ligure ha infatti preso il via la colorata carovana che ha visto la band torinese e un gruppo di una trentina di fan da tutta Liguria e non solo prendere il treno alla volta del Ponente. Prima tappa, Imperia, dove gli Eugenio in via di Gioia sono stati accolti dal Fiab Imperia che ha sposato l’iniziativa di spostarsi verso il Festival in bicicletta, per dare prova concreta della possibilità di preferire i mezzi sostenibili a quelli inquinanti.

Nonostante i quaranta minuti di ritardo del treno, la band è arrivata col suo seguito in piazza Dante dove ha proseguito via bus per San Lorenzo al Mare. Tanta la curiosità dei viaggiatori, che si sono interrogati sull’identità del gruppo, sull’iniziativa, e hanno naturalmente chiesto un assaggio live del repertorio degli “Eugenio”. E poi tutti in sella, per affrontare i venti chilometri circa della pista ciclabile del Ponente Ligure, da San Lorenzo al Mare fino a Sanremo.

Realizzata sull’ex tracciato ferroviario costiero, la pista ciclabile del Ponente è un piccolo gioiello tutto ligure con i suoi suggestivi scorci sul mare e la possibilità di spostarsi in modo completamente sostenibile. E così ha scelto di fare il gruppo, che arriva dalla città sabauda, maglia nera per inquinamento nell'ultimo decennio, e che ha tra le priorità proprio l’ambiente: musicisti in testa, la carovana dei trenta fan – alcuni si sono aggiunti a Imperia e altri ancora sono appositamente arrivati a San Lorenzo al Mare – è partita poco dopo mezzogiorno in direzione ovest, la maggior parte in bici, qualcuno sui rollerblade e l’immancabile risciò per lo staff, gli zaini da viaggi e gli strumenti.

Emozione in vista di Sanremo da parte dei quattro torinesi, ma anche tante risate, voglia di divertimento ed energia, hanno confermato, quella ricevuta dai fan. La comunità degli Eugenio presta la medesima attenzione alla sostenibilità della band di cui sa a memoria le canzoni, e così oltre all’entusiasmo ecco spillette dei Fridays for future – la band ha suonato anche in occasione degli scioperi per il clima torinesi -, caschetti di chi la bici è abituato a usarla quotidianamente, e tanta voglia di dimostrare che oltre alle parole esistono i fatti. Molti di loro, studenti e appassionati di musica dal vivo, confessano che non si sarebbero mai persi l’appuntamento su due ruote verso il Festival di Sanremo.

Pedalando verso la città del Festival, gli Eugenio portano con sé un duplice risultato: non solo quello di aver ulteriormente sensibilizzato l’opinione pubblica sulla possibilità di spostarsi rispettando l’ambiente, ma un nuovo disco, uscito il 31 gennaio e realizzato in modo cento per cento riciclabile con carta erba. Tsunami (Forse Vi Ricorderete Di Noi Per Canzoni Come), questo il titolo del nuovo lavoro discografico che contiene una selezione di brai della band.

Eugenio Cesaro, Emanuele Via, Paolo Di Gioia e Lorenzo Federici, questi i nomi dei quattro giovani che, nati come musicisti di strada a Torino, si sono imposti all’attenzione del panorama musicale con Tutti su per terra e con il penultimo album dall’emblematico titolo Natura viva. Per la loro freschezza, ironia e forse proprio per l’impegno coerente nella causa green, gli Eugenio in via di gioia sono entrati nel cuore della vasta community di fan. Un gruppo solido e coerente, anche nel seguire gli obiettivi ambientali della stessa band che lo scorso autunno ha promosso sui suoi canali web un crowdfunding per sostenere la piantumazione di un’intera foresta nelle zone del Trentino colpite dalla tempesta Vaia del 2018, una foresta di abeti “sonori”.

Insomma, lo Tsunami forse è davvero in corso, ed è un’onda tutta verde che potrebbe contagiare il modo di vivere a favore di sempre più attenzione e rispetto per il pianeta terra. Per ora non resta che seguire gli Eugenio in via di gioia sul palco dell’Ariston, chissà che dopo i concerti improvvisati sulla ciclabile non arrivino altre sorprese in attesa del loro concerto di marzo a Torino!

Potrebbe interessarti anche: , Todays Festival 2020 a Torino annullato: rimborso biglietti e appuntamento nel 2021 , Collisioni 2020: annullato il Festival Agrirock di Barolo , Off Topic Torino: i concerti in streaming dalle pagine Facebook dei locali , Torino Jazz Festival: salta in autunno l'edizione 2020 , A Torino il concerto è in streaming: l'idea degli Accordi Disaccordi

Mentelocale.it indica in modo indipendente alcuni link di prodotti e servizi che si possono acquistare online. In questo testo potrebbero comparire link a siti con cui mentelocale.it ha un’affiliazione, che consente all'azienda di ricavare una piccola percentuale dalle vendite, senza variazione dei prezzi per l'utente.

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.