TipsTheater: è targato Torino il TripAdvisor per palcoscenici

TipsTheater: è targato Torino il TripAdvisor per palcoscenici

Teatro Torino Mercoledì 18 dicembre 2019

Torino - Valentina Passalacqua, Chiara Lombardo e Giulia Menegatti, tre ragazze di origine piemontese con un solido background legato al mondo del teatro e della cultura. Ci sono loro dietro la startup tutta al femminile che si è fatta conoscere come «il TripAdvisor dei palcoscenici». Si chiama TipsTheater, ed è un’idea innovativa che guarda ai teatri e ai loro pubblici tra idee digitali e appuntamenti dal vivo.

«L’idea di TipsTheatre era di incrociare le esigenze di pubblici, compagnie e operatori teatrali mettendoli in relazione – racconta Chiara Lombardo – ci è sempre un po’ parso che il pubblico restasse ai margini dell’esperienza culturale, come se ci si dimenticasse che è invece il destinatario, e che senza la fruizione della cultura la produzione stessa non ha senso».

TipsTheater inizia a guardarsi intorno come gruppo informale dal 2015, diventando così associazione culturale e finendo per vincere il bando di Fondazione Cariplo dedicato all’innovazione culturale, grazie al quale l’idea è diventata una vera startup. Al suo interno ci sono le anime delle tre creatrici, da tempo attive sulla scena culturale tra percorsi sul palco e dietro le quinte. «Ci siamo tuffate in questa esperienza – prosegue Chiara – senza dimenticare la nostra voce di spettatrici: eravamo sì addette ai lavori, ma frequentando i teatri ci siamo accorte di quanto poco conto avesse nel settore la voce del pubblico. Ne ha, invece, tra spettatori: per noi funzionava tantissimo parlare degli spettacoli, dirsi se andare o meno a vedere qualcosa».

Due i volti di TipsTheater, quello digitale e quello dal vivo. La parte informatica fa riferimento al sito, quello che è stato definito il TripAdvisor dei teatri, una piattaforma social dove ci si può registrare da spettatori per commentare gli spettacoli, che vengono inseriti dalle compagnie oppure dagli organizzatori. «Chi produce – spiega Chiara – ha un portale a disposizione dove caricare il calendario, una sinossi degli spettacoli, foto e video, chi guarda invece ha modo di far sentire la propria voce, il terzo polo sono gli organizzatori, che possono leggere per intercettare le tendenze».

La piattaforma è stata attivata in una prima versione beta al Fringe Festival di Torino del 2016, e in questi anni è cresciuta e si è solidificata, via via migliorandosi nel costante ascolto delle esigenze del mondo del teatro. «Ultimamente ci è capitato che gli artisti chiedessero di poter rispondere ai commenti – conferma Chiara parlando della piattaforma – sono serviti quattro anni per realizzare che una agorà della cultura, ciò che puntavamo a diventare, prevede che chi si mette in ascolto possa anche ringraziare oppure argomentare dei commenti. TipsTheater dà anche la possibilità di fare della critica costruttiva, mettendosi in ascolto dei diversi operatori».

Ma se la forza del progetto è quella di avere un dialogo vero, è qui che subentra l’altra faccia di TipsTheater, quella analogica e dei live che ha adottato come simbolo il post it. «Siamo presenti dal vivo con delle azioni di coinvolgimento – aggiunge Chiara – ci capita di fare interventi dal vivo con piccole domande e dinamiche giocose che organizziamo ogni volta. Dal vivo ogni intervento non è mai uguale, dipende dagli spazi, da cosa ci viene chiesto di osservare. Siamo in ascolto, e ci siamo accorte che l’ascolto vero significa recepire le istanze sia degli spettatori che degli operatori».

A proposito di live,  TipsTheater sta collaborando con il progetto Torino Arti Performative, un ente della città che si occupa di cultura, e in questa veste sarà presente a una doppia serata venerdì 20 e sabato 21 dicembre 2019 allo Spazio Opi con lo scopo di monitorare i passaggi di pubblico e il loro racconto del teatro. Appuntamento in corso Casale 46 con i Dialoghi d’autore della compagnia Genovese Beltramo per ascoltare quel che il pubblico e la compagnia vorranno raccontare.

Da subito operativo sul Piemonte, dove è oggi una realtà consolidata, TipsTheater ha però attivato progetti anche in Lombardia, e ultimamente sta intercettando interessi anche da altre regioni italiane. «Oggi che si è stabilizzata la nostra collaborazione con la città di Torino ci accorgiamo di quanto la pratica sia richiesta – dicono le tre fondatrici – ma siamo solo in tre! Gli interventi sono cuciti ad hoc grazie alla nostra professionalità e senza essere calati dall’alto proprio per via del processo culturale che attiviamo. L’aspetto positivo è che, organizzati gli interventi e aperto il dialogo con i teatri, stiamo immaginando di poter formare delle persone che siano presenti al nostro posto ai Tips Live, le nostre dinamiche dal vivo in sala».

Una bella espansione e una crescita che segnala una necessità e una richiesta, non a caso, forse, in anni in cui si parla tanto di audience engagement e attenzione a un pubblico della cultura che forse manca, sempre di più. TipsTheater sembra aver individuato una domanda urgente nel momento giusto, come confermano le parole delle ideatrici: «eravamo da subito consapevoli che il teatro fosse una nicchia, ma ci abbiamo creduto dal primo momento e ci siamo accorte presto che stava funzionando!».

TipsTheater è online con la sua piattaforma, il TripAdvisor teatrale per pubblico, compagnie e operatori, ma è anche su Facebook, con tutte le novità sui Tips Live.

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.