Torino e le sue eccellenze internazionali: dalla Merenda Reale al panettone, ecco perché visitare la città

Food Torino Mercoledì 4 dicembre 2019

Torino e le sue eccellenze internazionali: dalla Merenda Reale al panettone, ecco perché visitare la città

© Photo by Alexander Schimmeck on Unsplash

Torino - Tra le venti città da visitare secondo la Cnn, acclamata dal The Guardian per la vita musicale e culturale, il buon cibo e il buon vivere, parte di una regione, il Piemonte, scelta da Lonely Planet come meta mondiale da visitare per il 2019. Torino non smette di attirare gli sguardi e le attenzioni del turismo interazionale.

Questa volta la città della Mole è finita nella lista di dieci città da visitare nel 2020 consigliata dalla guida francofona Petit Futè. Nell’articolo, a firma Par Aurélie Hannier, si legge infatti che la capitale del Piemonte, con la sua Mole Antonelliana, è conosciuta per il Museo del Cinema. Ed è proprio il Museo al centro della festa per i vent’anni che vedrà Torino diventare capitale del cinema: un anno di eventi e iniziative che, ricorda la guida, valorizzeranno la settima arte e con lei la città intera.

Anche Forbes in un recente articolo, non manca di ricordare le eccellenze di Torino. The Most Insanely Delicious Treat In Italy You Probably Haven’t Tried, questo il titolo di un reportage dedicato niente meno che alla Merenda Reale e alle sue dolci sorprese. Ogni paese ha le sue tradizioni legate ai pasti, come per esempio il rituale del tè inglese, racconta Catherine Sabino, autrice del pezzo, e se pure gli italiani non sono abituati a merende o spuntini, è in Italia che si trova uno dei migliori spuntini europei, la Merenda Reale. «Se non siete mai stati a Torino, difficilmente l’avrete provata, o ne avrete anche solo sentito parlare». L’autrice si sofferma sulla storia aristocratica di questo spuntino, sull’arrivo del cioccolato nella capitale sabauda attraverso Casa Savoia, già nel 1500, il vero punto di partenza per la Merenda Reale, che nasce nel 1700.

Nell’articolo Torino è descritta come una città speciale, che dovrebbe comparire sugli itinerari dei viaggiatori americani. È lecito pensare che anche loro, come già tanti turisti, si soffermerebbero nei caffè storici del centro, molti dei quali risalenti al Diciannovesimo secolo, per assaggiare la specialità locale, il bicerin, miscela di caffè, cioccolato e crema di latte, oppure i biscotti cosiddetti bagnati, gemme di pasticceria tra cui baci di dama, savoiardi, brutti e buoni, paste di meliga. È proprio nei caffè storici che si trova oggi la Merenda Reale, secondo Forbes un equivalente del tè inglese, da assaggiare intorno alle cinque del pomeriggio. Se vi è venuta la voglia, qui trovate tutti i caffè storici e le residenze reali in cui regalarvi un dolce piacere pomeridiano.

Non è solo per la Merenda Reale e gli antichi fasti di Casa Savoia che la pasticceria piemontese e torinese è nota in tutto il mondo. È del novembre 2019 la vittoria da parte della pasticceria Stratta di piazza San Carlo a Torino del concorso Miglior panettone al mondo. Il Premio è stato ritirato dalla Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria e vale un oro per la farcitura, un argento per il panettone e un bronzo per il panettone farcito. Una triade che porta alto nel mondo il nome di Torino e della sua arte dolciaria. La disputa si svolgeva infatti tra 150 pasticceri della scena internazionale, tra cui Europa, ma anche Cina, Usa, Bolivia e Perù.

Storica confetteria inaugurata nel 1836, Stratta fa bella mostra delle sue creazioni golose sotto i portici di piazza San Carlo dove da quest’anno gli amanti del panettone potranno trovare anche quello farcito con la ganache di cioccolato all’acqua meritevole del premio. «Cerchiamo di rendere speciale ogni singolo Natale – scrivono sui social dalla pasticceria - Ma quest'anno siamo sicuri di riuscirci, perché potrete portare sulle vostre tavole il miglior panettone del mondo 2019».

Che sia per le sue iniziative di arte e cultura, per la Merenda Reale, o per una fetta di panettone, una visita a Torino resta un premio capace di stupire e meravigliare curiosi e turisti da ogni angolo del mondo.

Potrebbe interessarti anche: , Grom chiude: anche a Torino addio alla storica gelateria , Cocktail bar a Torino: un ottimo drink in 8 indirizzi da scoprire , Il gelato di Torino nella guida del Gambero Rosso: ecco le migliori gelaterie , Castellana San Giovanni: a Saluzzo il nuovo ristorante dello chef Marco Sacco e di Matteo Morello , Tè verde e sushi bowl a Torino: arriva il Macha bar e cerca personale. Come candidarsi

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.