Il multiverso di Paratissima all'ex Accademia di Artiglieria di Torino

Il multiverso di Paratissima all'ex Accademia di Artiglieria di Torino

Mostre Torino Giovedì 31 ottobre 2019

© Alessandra Chiappori

Torino - Una scoperta che si rinnova: Paratissima torna a Torino anche per il 2019, portando la sua carovana di arte, linguaggi, provocazioni e novità in pieno centro, all’Ex Accademia di Artiglieria, proprio dietro il Teatro Regio. Un luogo che ancora una volta, complice lo sguardo degli artisti emergenti, protagonisti della rassegna che sarà in scena dal 31 ottobre al 3 novembre, nell’ambito di Contemporary Art Torino, si trasforma e si restituisce in forma inedita ai tanti visitatori, inclusi gli stessi torinesi.

Merito di Paratissima è infatti quello, da quindici edizioni a questa parte, di rimettere tutto in gioco, una magia che si rinnova quasi ogni anno e migrando spesso di sede in sede. Dall’ultimo approdo, quello della Caserma di Via Asti, la fiera d’arte un tempo considerata off, con la sua carica e il suo brio, diventa oggi un evento a tutto tondo, ospite, come auspicato dagli organizzatori per molto tempo, del grande edificio in pieno centro città.

Migliaia di metri quadri un tempo percorsi da ufficiali e oggi tenuti insieme dal filo dell’arte contemporanea: uffici, corridoi, saloni, ma anche lo straordinario Galoppatoio con le ex scuderie, trasformati dalla presenza delle opere che arricchiranno la proposta 2019 di Paratissima. Come confermato dalle parole di commento dell’assessore comunale alla cultura, Francesca Leon, «Paratissima rappresenta quel che può fare l’arte per scoprire spazi finora chiusi. Ha un potere trasformativo sui luoghi e dà spazio agli artisti e nel tempo è diventato uno degli eventi clou della settimana dell’arte contemporanea in città. La sua filosofia e i suoi obiettivi sono cresciuti anno dopo anno in qualità e collaborazioni».

Fiera internazionale degli artisti indipendenti, quest’anno Paratissima porterà alcuni ambasciatori dell’arte emergente grazie al progetto Think Big, con grandi opere d’arte installate negli spazi simbolici dell’ex Accademia Artiglieria di Torino. Curato da Francesca Canfora e Laura Tota, il progetto espositivo prevede opere d’arte grandi nei contenuti e nei temi. Alle finestre dell’ex Accademia, nella manica affacciata su via Verdi, ad accogliere il pubblico, ci sarà per esempio  l’installazione Green Communities di Cracking Art, che ha predisposto un branco di lupi in plastica rigenerabile colorata.

Honest John di Antonio Riello è invece il  grande missile di 8 metri (copia in scala 1:1 di un vero missile Terra-Terra statunitense degli anni Sessanta) che mostra icasticamente la crisi del modello culturale occidentale, conficcato nel terreno del cortile interno. Ancora, Paratissima inaugurerà la prima collaborazione con Luci d’artista, di cui farà parte, accesa dunque fino al 12 gennaio 2020, l’inedita installazione site-specific in fibra ottica di Carlo Bernardini che si basa sul concetto di trasformazione percettiva, in cui la luce crea un disegno nello spazio che cambia secondo i punti di vista e gli spostamenti dello spettatore.

A lasciare stupiti gli spettatori nella simbolica rotonda dell’ex galoppatoio sarà Brama Renaissance di Robert Gligorov (courtesy Tomaso Renoldi Bracco) ispirata al Laocoonte: come il serpente della statua, la tecnologia, rappresentata dalla spirale in inox, tutto avvolge, penetra e stravolge, mutando l’equilibrio che la natura e l’uomo hanno costruito nell’arco della loro evoluzione. Intorno, megalopoli futuristiche, fanghi post-atomici, rovine urbane sono i soggetti del lavoro di Giacomo Costa (courtesy Galleria Guidi & Schoen) realizzati con sofisticati processi digitali di derivazione cinematografica.

Notevoli i lavori per l’allestimento, che ha visto imbiancare le intere pareti dell’edificio e restaurare tutti gli ascensori, ora funzionanti per portare tutti attraverso i tre piani che compongono Paratissima. Un viaggio appassionante tra artigiani e designer, tra Ph.ocus, la sezione di Paratissima dedicata alla fotografia contemporanea, ma anche tra i progetti curatoriali del corso N.I.C.E., e naturalmente gli artisti emergenti, selezionati in 338, che avranno la possibilità di mostrare e promuovere il proprio lavoro in modo indipendente, senza dimenticare le gallerie d'arte che condividono lo spirito della manifestazione. Multiversity, tema dell’anno, troverà spazio al terzo piano, dove l’allestimento dà spazio alle interpretazioni artistiche del multiverso.

Di respiro internazionale sarà Let it light di NUR – New Urban Resources, progetto speciale in collaborazione con la Walled Off Hotel Gallery di Betlemme, meglio nota come il Museo di Banksy. Grazie alla collaborazione con la Città di Torino, arriveranno i tre artisti finalisti del contest di arti visive dedicato ai giovani artisti palestinesi di età compresa tra i 18 e i 35 anni che esporranno le loro opere all’ex Accademia e saranno i protagonisti dei talk e dei workshop in programma.

Dopo Habemus Hominem, l’iconica opera d’arte di Jago, Feral Horses e Paratissima rinnovano la loro collaborazione per dare la possibilità a chiunque di diventare comproprietario di Midsummer Night’s Dream di Nazareno Biondo, una scultura in marmo bianco che raffigura una Vespa. L’opera d’arte ha un valore totale di 40mila euro e il 50% sarà messo in vendita in quote per un prezzo di 20 euro cadauna. 

Oltre 12mila metri quadrati dell'ex Accademia ripristinati e resi accessibili anche ai disabili motori per oltre il 90% degli spazi. Un verso multiverso da scoprire, a pochi passi dal centro città. Dal 30 ottobre al 3 novembre 2019 Paratissima è all’Ex Accademia di Artiglieria, Piazzetta Accademia Militare 3, Torino

Orari
Mercoledì 30 ottobre, ore 18-24
Giovedì 31 ottobre, ore 15-24
Venerdì 1 e sabato 2 novembre, ore 10-24
Domenica 3 novembre, ore 10-22

Biglietti
Ingresso intero: 7 euro
Ingresso ridotto (Club Paratissima, Abbonamento Musei Piemonte, Ragazzi 14-18 anni, Universitari): 5 euro
Abbonamento 5 giorni: 14 euro intero
Ingresso per i minori di 14 anni: free.

Potrebbe interessarti anche: , Artissima presenta Fondamenta: dal 5 giugno al 5 luglio 2020 online il progetto collettivo , Artissima sui social con ge·ne·a·lo·gì·a: l’arte italiana non si ferma , Virtual tour al Museo Egizio di Torino: tra passeggiate con il direttore e mostre digitali , La Fondazione Torino Musei si sposta online: le attività di Palazzo Madama, Gam e Mao , Il Polo del '900 di Torino online: racconti e voci del Novecento per parlare del presente

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltĂ  il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andrĂ tuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.