Lessico e Nuvole: all'Università di Torino l'educazione al linguaggio parte dal cambiamento climatico

Lessico e Nuvole: all'Università di Torino l'educazione al linguaggio parte dal cambiamento climatico

Cultura Torino Mercoledì 23 ottobre 2019

© Pixabay

Torino - I lettori di quotidiani lo conoscono come il giocoso e divertente titolo di una storica rubrica del semiologo Stefano Bartezzaghi, mutuato a sua volta dal titolo di una celebre canzone anni Settanta di Paolo Jannacci, Messico e Nuvole. Dal Messico, al linguaggio e alla divulgazione nel dibattito pubblico contemporaneo, perché Lessico e Nuvole è proprio il nome della innovativa guida open access promossa da FRidA.

Acronimo di Forum della Ricerca di Unito, si tratta del primo portale in Italia dove i ricercatori stessi raccontano in prima persona il loro lavoro e i suoi sviluppi, uno spazio virtuale che l'Università di Torino ha scelto per valorizzare, condividere e promuovere la partecipazione sui temi della ricerca scientifica e umanistica.

Non stupisce dunque che proprio da progetto FRidA, che lavora sulla divulgazione e il linguaggio per comunicare la ricerca e il suo mondo spesso sommerso e sconosciuto, prenda vita Lessico e Nuvole, strumento di stretta attualità per orientarsi in un mondo che sempre più costruisce la propria agenda tematica su claim e idee nate tra le “nuvole” virtuali delle pagine social.

Il dibattito costruttivo, viceversa, ha le proprie radici nella conoscenza, e dunque l’Ateneo torinese si è adoperato per costruire la prima guida linguistica e scientifica che aiuti a capire uno dei temi chiave del momento, il cambiamento climatico, e a orientarsi nel dibattito sempre più urgente che lo riguarda.

La caratteristica che più contraddistingue il linguaggio del nostro tempo è infatti al complessità: fenomeni, termini scientifici, relazioni e intrecci di fattori. E così mentre critichiamo l’effetto serra non sappiamo che è essenziale per la vita sulla Terra, mentre attacchiamo il consumo non pensiamo che si tratta di processo indispensabile per tutti i sistemi viventi. Eppure, entrambi i fenomeni sono tra le principali concause – driver, in linguaggio più accurato, del riscaldamento globale. Lessico e nuvole: le parole del cambiamento climatico ragiona proprio su questa complessità, costituendo perinsegnanti, studenti, comunicatori e curiosi un vademecum utile per saperne di più su una realtà che desta sempre maggiore attenzione e preoccupazione da parte dell’opinione pubblica.

Sappiamo che il cambiamento climatico è già in atto, e che influenzasempre più profondamente gli equilibri naturali e il modo di vivere produrre e consumare delle società umane, ma è possibile limitarne i danni? Quella legata al clima è infatti una vera e propria rivoluzione planetaria connessa a svariati fattori e altrettanti aspetti della vita umana, una rivoluzione che sta interessando profondamente anche i modelli di rappresentazione mediatica di questi fenomeni e il linguaggio utilizzato per descriverli.

«La guida Lessico e Nuvole nasce dall’esigenza di dotarsi di uno strumento aggiornato e costruito su basi scientifiche per diffondere e interpretare correttamente le informazioni e per acquisire consapevolezza su scelte e soluzioni future – spiegano da FriDa -  Questa prima edizione è un punto di partenza: offre una selezione iniziale di parole e locuzioni stilata in stretta collaborazione con docenti e ricercatori dell’Università di Torino a cui hanno contribuito inoltre alcuni ricercatori del Politecnico di Torino e del CNR (Centro Nazionale delle Ricerche)».

65 sono le parole prese in esame da Lessico e Nuvole con altrettante definizioni elaborate coinvolgendo oltre 20 esperti di discipline diverse a seconda degli specifici lemmi. Le definizioni proposte sono il frutto di un lungo e importante lavoro di ricerca condiviso da migliaia di ricercatori di tutto il mondo. Per questo motivo, tutti i testi sono corredati da una bibliografia scientifica: articoli pubblicati sulle più importanti riviste specialistiche, report internazionali e libri di stampo divulgativo scritti da esperti del settore. Lessico e nuvole: le parole del cambiamento climatico è stato curato da Gianni Latini (Agorà Scienza - Sezione Valorizzazione della ricerca e Public Engagement UniTo), Tommaso Orusa (UniTo Green Office) e Marco Bagliani (responsabile UniTo Green Office Cambiamenti Climatici).

Il rigore scientifico è infatti il parametro che si affianca alla necessaria chiarezza, pur nel rispetto della complessità del tema, nell’intento di unire l’agilità di consultazione alla possibilità di approfondimento, tramite una ricca bibliografia che dà spazio ai punti di vista e ai diversi approcci disciplinari ai concetti esaminati. Come ogni dizionario o enciclopedia, anche il Lessico può essere consultato in ordine alfabetico, ma ci sono anche sette vie scelte, i Percorsi di lettura strutturati per permettere al lettore di concatenare gli argomenti in funzione dei suoi interessi.

Il progetto, curato da Agorà Scienza e UniTo Green Office, è il frutto della volontà condivisa tra l’Università di Torino e la Città di Torino di contribuire al dibattito pubblico sul tema e si inserisce in una serie di iniziative dedicate a insegnanti, studenti e cittadini. Al Lessico si sono affiancati due workshop finalizzati alla presentazione della guida agli insegnanti e si aggiungerà un ciclo di otto incontri aperti a tutti intitolato Capiamo i cambiamenti climatici, nell’Aula Magna della Cavallerizza Reale dell’Università di Torino da novembre 2019 a marzo 2020.

Alla progettazione, alla redazione delle definizioni delle voci e dei contenuti associati e alla costruzione di alcuni percorsi di lettura, hanno partecipato: Osman Arrobbio, Marco Bagliani, Alice Baronetti, Alberto Bertello, Enrico Borgogno Mondino, Maria Cristina Caimotto, Claudio Cassardo, Laura Corazza, Giulia Dario, Massimiliano Demata, Rosalia Evola, Daniela Fargione, Simona Fratianni, Marco Minella, Dario Padovan, Elisa Palazzi, Alessandro Pezzoli, Carlotta Quagliolo, Andrea Tartaglino, Enrica Vesce.

Lessico e Nuvole è disponibile in versione open access online.

Potrebbe interessarti anche: , 183 escursioni gratuite nel Parco del Gran Paradiso: un'estate sulle Alpi , Grand Tour: tra il Piemonte e la Valle d'Aosta alla scoperta del barocco , Giornate Fai di Primavera 2020 rinviate anche a Torino e in Piemonte , Il Politecnico di Torino su Topolino per raccontare le donne nella scienza , Mina: 80 anni celebrati a Torino con una rassegna e un convegno internazionale

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.