A Torino apre la fattoria sociale di Paideia: uno spazio per i bambini tra orto, api e asinelli

A Torino apre la fattoria sociale di Paideia: uno spazio per i bambini tra orto, api e asinelli

Bambini Torino Giovedì 17 ottobre 2019

Altre foto

Torino - Immersa nel verde della collina torinese, a Baldissero Torinese, sorge la Fattoria Sociale Paideia. È uno spazio accogliente, luminoso, rilassante, totalmente accessibile, dove vivere esperienze a contatto con la natura a pochi chilometri da Torino. Si trova infatti a mezzora dal centro città il nuovo progetto della Fondazione Paideia dove che si prepara ad accogliere scuole di ogni grado, aziende che vogliano fare team building e soprattutto le famiglie, con un’attenzione speciale a quelle con bambini con disabilità come è sempre nella missione di Paideia.

Arrivando in Strada Pino Torinese 15/1 a Baldissero Torinese, si viene accolti dal casolare immerso nel verde. Qui si trova un grande orto accessibile di erbe aromatiche dove le piantine sono su speciali tavoli che permettono di essere raggiunti in sedia a rotelle, oltre a al frutteto e alle coltivazioni di zafferano. Sui prati pascolano pecore, capre e asini della fattoria, con uno spazio per galline e anatre, con cui entrare direttamente a contatto. E soprattutto hanno casa le api che in 180 arnie producono miele biologico di sei varietà, premiato con la Goccia d’oro al concroso randi  Mieli d’Italia 2018, e di cui si possono scoprire tutti i segreti nei laboratori organizzati dalla struttura. Alla Fattoria Sociale Paideia ci si può poi fermare a dormire: ci sono infatti tre unità abitative con fino a sei posti letto, tutte totalmente accessibili, arredate con una grande cura del dettaglio per avvolgere nel bello gli ospiti. Per la felicità dei piccoli (e di tanti adulti) si potrà anche vedere da vicino un vero trattore, dato in comodato d’uso da CNH Industrial.

La Fondazione ha iniziato a lavorare al progetto circa un anno fa. La Fattoria Sociale Paideia inaugura ufficialmente il 19 ottobre (ma l’evento è già al completo) per poi aprire al pubblico dal 9 novembre. Dopo, al di là delle attività su prenotazione, sarà aperta al pubblico ogni sabato dalle 9 alle 13 e per gli eventi annunciati sul sito, ai quali ci si può già iscrivere. 

Sui suoi circa quattro ettari di terreno offrirà tre principali attività rivolte al pubblico: quella didattica, l’ospitalità e quella di produzione di prodotti bio. Tutti i prodotti della Fattoria (miele, zafferano, confetture di marmellata, sciroppi), saranno in vendita nello shop. I laboratori, rivolti tanto per le scuole quanto ai privati, saranno «un’occasione di apprendimento e di godimento della natura, educando alla bellezza e al rispetto sia piccoli che grandi», ha spiegato Andrea Limone, che gestisce la Fattoria.

«Questo nuovo progetto torna alle quattro parole chiave – aggiunge il direttore della Fondazione, Fabrizio Serra – che sono la cifra di Paideia e su cui abbiamo lavorato in questi anni. Il primo è il concetto di Bello, uno spazio curato pensato a partire dai bisogni delle famiglie a cui ci rivolgiamo sempre tarato sull’attenzione al dettaglio. Il secondo infatti è il concetto di Cura: un luogo che partendo dalle potenzialità della natura contribuisca al benessere, ma anche la gratificazione che dà prendersi cura di piante e animali. Terza parola chiave è Buono: tutti i prodotti realizzati nella Fattoria Sociale Paideia sono prodotti bio, riconosciuti e certificati per l’attenzione alla natura e alle modalità con le quali vengono realizzati; e buoni dal punto di vista sociale, perché vanno a sostenere le iniziative prodotte da Paideia. E quarto termine, infine, quello dell’Accoglienza: questo è uno spazio che parte dall’idea di far vivere un’esperienza in natura accogliendo tutti, anche le famiglie con disabilità. Fare un’esperienza in natura, a contatto con la terra, fa piacere a tutti ma non sempre è accessibile al punti di vista strutturale. Ma per noi l’accoglienza ha anche un valore relazionale: le nostre proposte partono dalla costruzione di relazioni positive tra coloro che verranno da noi a vivere un’esperienza in campagna».

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.