Teatro Regio di Torino: la stagione dei concerti 2019/2020

Concerti Torino Lunedì 30 settembre 2019

Teatro Regio di Torino: la stagione dei concerti 2019/2020

Torino - Sarà un viaggio in 12 concerti quello della stagione 2019/2020 al Teatro Regio di Torino, con l’Orchestra e il Coro del Regio e la Filarmonica TRT, tra grandi autori e giovani talenti con in più  una nuova collaborazione con Torino Jazz Festival.  del Teatro Regio. Un percorso che si promette appassionante e che spazierà dal classicismo al jazz con una particolare attenzione ai compositori slavi; un album musicale che si preannuncia ricco di grandi autori e raffinate pagine nascoste, di interpreti che frequentano da tempo il palcoscenico del Regio e di giovani talenti, alcuni ospiti per la prima volta. 

Sabato 26 ottobre alle ore 20.30 inaugura il cartellone la ventiquattrenne stella del violoncello Julia Hagen, con l’Orchestra del Teatro Regio guidata da Daniel Oren. Il tema della bellezza come espressione del sacro apre il concerto con il suggestivo Kol Nidrei per violoncello e orchestra di Max Bruch, segue una delle pagine più note, amate ed eseguite dedicate allo strumento, il Concerto in si minore op. 104 di Antonín Dvořák, il terzo brano è la grandiosa Sinfonia n. 5 in mi minore op. 64 di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Ancora un programma per violoncello e orchestra per il secondo concerto, lunedì 11 novembre, che vede protagonisti la Filarmonica TRT, il suo primo violoncello Amedeo Cicchese e il direttore Felix Mildenberger, classe 1990, è già alla sua seconda collaborazione artistica con la Filarmonica TRT. Il solista eseguirà una delle composizioni più spiccatamente romantiche di Robert Schumann, il Concerto in la minore per violoncello e orchestra; in programma anche l’Ouverture Leonore n. 3 di Ludwig van Beethoven, terza delle quattro versioni del preludio al suo Fidelio, chiude la Sinfonia n. 3 in la minore op. 56 “Scozzese” di Felix Mendelssohn-Bartholdy.

Terzo appuntamento sabato 23 novembre alle ore 16 – unica data pomeridiana – con una dedica dell’Orchestra del Teatro Regio al suo pubblico in erba: in programma, Pierino e il lupo di Sergej Prokof’ev. Alla guida dell’orchestra Sergey Galaktionov: dal 2004 Primo Violino di Spalla dell’Orchestra del Regio e della Filarmonica TRT. Per i più grandi, un’occasione per godere insieme alla propria famiglia di un programma classico e sempre piacevole. Il concerto, fuori abbonamento, è anche inserito nel cartellone In famiglia. 

Ancora spazio agli archi nel quarto concerto della Stagione: venerdì 29 novembre, Lionel Bringuier dirige l’Orchestra del Regio e la violinista Francesca Dego. Bringuier, nato a Lione nel 1986, è considerato uno dei maggiori talenti della sua generazione e per la prima volta sale sul podio del Regio dove eseguirà il Concerto in re minore per violino e orchestra op. 47 di Jean Sibelius e due suites: gli impressionistici frammenti sinfonici dal balletto Le Festin de l’araignée (Il festino del ragno) di Albert Roussel e la Suite n. 3 in sol maggiore per orchestra op. 55 di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Lunedì 16 dicembre, la Filarmonica TRT diretta da Maxime Pascal e il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi” guidato da Claudio Fenoglio presentano un programma dal sapore già natalizio. Aprono il concerto tre brani strumentali: la Sinfonia n. 1 in re maggiore op. 25 “Classica” di Sergej Prokof’ev,  la suite ispirata alle fiabe Ma mère l’oye (Mamma oca) di Maurice Ravel e il celeberrimo poema sinfonico L’Apprenti sorcier (L’apprendista stregone) di Paul Dukas. Segue una seconda parte dedicata alla vocalità del Coro di voci bianche, che interpreterà il giubilante Psalm 150 di Benjamin Britten, What Sweeter Music e Nativity Carol di John Rutter e un medley delle più conosciute e apprezzate melodie natalizie.

Lunedì 20 gennaio, Timothy Brock torna sul podio della Filarmonica TRT per l’ormai tradizionale appuntamento con il cinema, dirigendo le musiche di scena del film The General (Come vinsi la guerra, USA 1926) di Buster Keaton. La pellicola scelta per questa esecuzione è una delle più divertenti commedie dell’epoca del muto, ricca di effetti speciali, per realizzare i quali all’epoca furono spese cifre stratosferiche. Un’occasione unica, oltre che musicalmente imperdibile, per riscoprire una perla nascosta del cinema.

Venerdì 28 febbraio, Nicola Luisotti dirige l’Orchestra del Teatro Regio in un programma dalle atmosfere nordiche e astratte. Apre il concerto l’ouverture Meeresstille und glückliche Fahrt (Calma di mare e viaggio felice) di Felix Mendelssohn-Bartholdy, seguono i Kindertotenlieder (Canti per i bambini morti) di Gustav Mahler. Voce solista sarà il baritono Christopher Pohl. Conclude il programma la Sinfonia n. 5 in mi bemolle maggiore di Jean Sibelius, una pagina suggestiva, misteriosa e profondamente toccante.

Mercoledì 25 marzo, Sergey Galaktionov torna alla guida dell’Orchestra del Regio con un concerto interamente dedicato agli archi e ai due mostri sacri del classicismo viennese: Wolfgang Amadeus Mozart e Ludwig van Beethoven. Apriranno il programma il virtuosistico Divertimento in re maggiore K 136/125a e il Concerto n. 1 in si bemolle maggiore per violino e orchestra K 207, che nella dinamicità e ricchezza di idee melodiche porta il marchio di fabbrica del suo autore. Di Beethoven si eseguirà il Quartetto per archi n. 11 in fa minore op. 95 “Serioso” nella trascrizione di Gustav Mahler, .

Giovedì 9 aprile la Filarmonica TRT si esibisce nella quinta edizione del Concerto con programma a sorpresa; dirige il Maestro Gianandrea Noseda. Da cinque anni a questa parte, la Filarmonica e Noseda, ideatore dell’innovativo progetto, propongono la sfida dell’ascolto inaspettato, “a scatola chiusa”, ma con la mente aperta è possibile scoprire gemme nascoste del repertorio sinfonico e ritrovare la sorpresa dell’ascolto. Si rinnova così il patto di fiducia che sempre dovrebbe esistere tra pubblico e interprete, quello di lasciarsi guidare alla scoperta di territori musicali a volte ancora inesplorati, a volte semplicemente poco frequentati, senza i limiti della convenzione o dell’abitudine; e solo al termine del viaggio scoprire chi ne sono stati i protagonisti. Il concerto è realizzato grazie al contributo della Fondazione CRT

La stagione presenta, lunedì 27 aprile, l’inedita collaborazione tra la Filarmonica TRT e il Torino Jazz Festival. Protagonista di questo incontro è Gianluigi Trovesi, uno dei jazzisti italiani più prestigiosi di sempre, che torna a incrociare il percorso del Torino Jazz Festival. L’Ensemble di Trovesi incontra la tromba di Fabrizio Bossoe la Filarmonica TRT diretta da Stefano Montanari. Il titolo scelto, Berg Heim: una piccola montagna magica, trova ispirazione nel romanzo La montagna incantata di Thomas Mann e insieme ammicca, con la garbata ironia che è propria di Trovesi, alle proprie radici bergamasche. Il concerto è realizzato grazie al contributo di EY, nuovo partner della Filarmonica TRT.

Lunedì 11 maggio saranno protagonisti la Filarmonica TRT con il direttore e pianista Wayne Marshall, internazionalmente considerato interprete di riferimento del repertorio di Bernstein e che ha inciso le opere integrali di Gershwin in qualità di direttore e solista al pianoforte. Dopo la brillante Ouverture da Strike Up the Band, musical di Broadway del 1927, e il Concerto in fa maggiore per pianoforte e orchestra, chiuderà il concerto la Sinfonia n. 7 in re minore op. 70 di Antonín Dvořák.

Ultimo appuntamento di questo ricco cartellone, sabato 30 maggio, con l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio diretti da Ben Gernon, al suo debutto al Regio. In programma, l’oratorio Die Schöpfung (La Creazione) di Franz Joseph Haydn; istruisce il coro il Maestro Andrea Secchi.

Si rinnova anche per questa Stagione de I Concerti il sostegno degli Amici del Regio e degli Amici della Filarmonica TRT. Gli appuntamenti della Filarmonica TRT sono realizzati con il sostegno di Intesa Sanpaolo, che rende in tal modo possibile, insieme allo specifico contributo della Compagnia di San Paolo, la seconda edizione di “Esperienza Orchestra”, il progetto formativo di Filarmonica TRT.

Tutti i concerti iniziano alle ore 20.30 tranne il concerto del 23 novembre, diretto da Sergey Galaktionov, che avrà inizio alle ore 16. Vendita biglietti e abbonamenti alla Biglietteria del Teatro Regio (aperta da martedì a venerdì ore 10.30-18 e sabato 10.30-16 - Tel. 011.8815.241/242), ma è anche possibile acquistare i biglietti online.

Approfondisci con: Lionel Bringuier, 29 novembre 2019 , Maxime Pascal, 16 dicembre 2019 , Timothy Brock dirige The General, dal film di Buster Keaton, 20 gennaio 2020 , Nicola Luisotti dirige l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, 28 febbraio 2020 , Sergey Galaktionov, concerto per archi, 25 marzo 2020 ,

Potrebbe interessarti anche: , Paola Turci in concerto a Torino: Viva da morire tour, orari, biglietti e cosa portare , Roberto Vecchioni in concerto a Torino: orari, biglietti, scaletta e cosa portare , Moncalieri Jazz Festival 2019: il programma da Emanuele Cisi a Dino Rubino e Paolo Fresu , Movement Torino Music Festival: al Lingotto i protagonisti della scena elettronica mondiale , Vinicio Capossela in concerto a Torino: orari, biglietti, scaletta e cosa portare

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.