Premio Pavese 2019: novità, giuria e cerimonia di premiazione - Torino

Premio Pavese 2019: novità, giuria e cerimonia di premiazione

Cultura Torino Lunedì 16 settembre 2019

Torino - Sarà un 2019 di rilancio per il Premio Cesare Pavese, l'edizione numero 36 si avvia infatti a un cambio che porta il riconoscimento ad adeguarsi sempre più alla figura dello scrittore e poeta nonché direttore editoriale, creatore di una storica collana di saggi e traduttore. Il nuovo corso del Premio Cesare Pavese vedrà dunque una giuria totalmente rinnovata e due nuove sezioni per premiare il lavoro di editori e traduttori, che si affiancano alle sezioni dedicate alle opere di saggistica e narrativa, e convegni che ogni anno analizzino aspetti della letteratura ancora inesplorati.

Il primo appuntamento della manifestazione rinnovata è fissato per sabato 26 e domenica 27 ottobre 2019, quando a Santo Stefano Belbo, paese natale di Pavese, nel cuore delle Langhe, verranno assegnati tre premi: a un protagonista dell'editoria, a un grande traduttore e all'autore di uno dei migliori saggi usciti nell'anno (in questa fase di transizione il premio per la narrativa sarà assegnato dall'edizione 2020).

A deciderli sarà la nuova giuria, composta da Claudio Marazzini, presidente dell'Accademia della Crusca; Gian Arturo Ferrari, figura di rilievo dell'editoria italiana; Giulia Boringhieri, traduttrice, storica dell'editoria, figlia di Paolo Boringhieri che fu amico e collega di Pavese all'Einaudi; Alberto Sinigaglia, giornalista, presidente del Comitato scientifico della Fondazione Cesare Pavese, e Pierluigi Vaccaneo direttore della Fondazione Cesare Pavese e organizzatore del Pavese Festival.

Sabato 26 ottobre, dopo una visita dei tre premiati alla casa natale di Pavese, nel pomeriggio avrà luogo un convegnoLetteratura e scienza: la nuova frontiera delle due culture, al quale parteciperanno, assieme alla la giuria, giornalisti culturali delle maggiori testate e i rettori del Politecnico, dell'Università di Torino e dell'Università del Piemonte orientale. Domenica 27 ottobre, alle ore 11, si svolgerà infine la cerimonia di premiazione.

Il professor Luigi Gatti, storico animatore del Cepam e per molti anni presidente del Premio Pavese, sarà commemorato con un convegno nella giornata di sabato 26 ottobre.

La cerimonia del Premio Pavese e il convegno si svolgeranno nell'Auditorium della Fondazione Pavese, luogo in cui è stata trasformata la Chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo, antica pieve medioevale, sconsacrata nel 1920, in cui fu battezzato Cesare Pavese. Il programma dettagliato del Premio Cesare Pavese 2019 sarà disponibile a breve sul sito della Fondazione Cesare Pavese.

Il Premio Cesare Pavese è stato organizzato per 35 anni dal Cepam, Centro Pavesiano Museo Casa Natale, l'associazione no profit costituita nel 1976 per la promozione e lo sviluppo culturale e socio-economico del territorio. Dal 2019 la Fondazione Cesare Pavese ha assunto la cura del Premio in collaborazione con la Regione Piemonte, il Comune di Santo Stefano Belbo e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino.

Potrebbe interessarti anche: , Grand Tour: tra il Piemonte e la Valle d'Aosta alla scoperta del barocco , Giornate Fai di Primavera 2020 rinviate anche a Torino e in Piemonte , Il Politecnico di Torino su Topolino per raccontare le donne nella scienza , Mina: 80 anni celebrati a Torino con una rassegna e un convegno internazionale , A Torino riaprono i musei: dall'Egizio alla Reggia di Venaria. Sconti e ingressi contingentati

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.