Torino in bicicletta. Mobilità e piste ciclabili: percorsi, mappe, regolamenti

Outdoor Torino Mercoledì 17 luglio 2019

Torino in bicicletta. Mobilità e piste ciclabili: percorsi, mappe, regolamenti

Torino - Torino città grigia, Torino città dell’automobile, o forse, in tempi recenti, anche città della bicicletta. È del 17 luglio 2019 la notizia, divulgata in diretta su Facebook dalla sindaca Chiara Appendino e dell’assessore alla mobilità Maria Lapietra, del completamento dei lavori dedicati alla pista ciclabile che unirà Porta Nuova a Porta Susa. Un collegamento fondamentale tra le due stazioni ferroviarie della città, due snodi che ogni giorno accolgono il transito di numerosissime persone, tra cui pendolari o studenti, oltre a cittadini, turisti e visitatori.

Si tratta, secondo la Appendino, di «un asse fondamentale per quanto riguarda gli spostamenti in bici in città». Un collegamento che, come ha sottolineato l’assessore Lapietra, «è stato chiesto da molti e si congiungerà presto con la ciclabile di via Nizza». Intanto sono in via di costruzione o riqualificazione le aree di corso Lecce e corso Vercelli, nonché di via Cialdini, destinate alla mobilità ciclabile. I lavori di riqualificazione riguardano più in generale le misure adottate dal Comune per la mobilità in città, tra cui anche l’installazione dei cosiddetti cuscini berlinesi, che Torino è la prima città italiana ad adottare, e le misure legate al piano ministeriale per l’abbattimento delle barriere architettoniche, che prevede la costruzione di marciapiedi completamente accessibili.

Non solo, entro la fine di luglio dovrebbe infatti essere approvata in Comune la delibera che riguarda l’uso dei monopattini in città. Si tratta di una misura sperimentale a cui la città aderisce sulla base di una proposta ministeriale. Come ha illustrato l’assessore Lapietra, saranno posti in città i cartelli che avviseranno circa la misura sperimentale che riguarderà le piste ciclabili e le zone30 di Torino: lì potranno circolare in libertà i monopattini anche se non sono omologati né – per il momento – contemplati dal codice della strada. In seguito, potrà così essere lanciato un bando per tutti i gestori di bike sharing e monopattini.

«Si tratta di misure con cui vogliamo proporre un’alternativa rispetto all’auto» ha concluso la Appendino, ricordando inoltre l’arrivo di nuovi bus che, da settembre 2019, andranno progressivamente a sostituire mezzi del vecchio parco bus di GTT, abbandonando via via il diesel per scelte ecologiche, elettriche o a metano.

Torino si appresta quindi a raccontarsi in modo sempre più verde e accessibile alle due ruote (ma anche alle handbike, come dimostrano le recenti novità), con una rete di 175 chilometri di percorsi ciclabili, una maglia di percorsi che, seppure ancora non completamente connessa, copre attualmente molte zone della città. Una soluzione green che guarda alla salute di tutti i torinesi e non solo. La città ha infatti approvato il Biciplan, sposando la necessità di incentivare la mobilità a due ruote in un contesto urbano tra i più inquinati di Italia. «Incentivare l’utilizzo della bicicletta non solo per il tempo libero ma soprattutto per gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro significa togliere quote consistenti di spostamenti motorizzati privati che sono i principali produttori di CO2 e PM10 – conferma il portale apposito dell’amministrazione comunale - L’obiettivo del Biciplan è di passare dall’attuale 3% al 15% degli spostamenti in bici entro i prossimi 10 anni (da 15.000 a 75.000 persone circa)». Il piano punta a una rete percorribile di 310 chilometri, con piste, percorsi ciclabili, zone30 e aree pedonali.

Il Comune di Torino offre una mappa completa dei percorsi ciclabili scaricabile online e la possibilità di calcolare i propri percorsi attraversi il BUNET Bike Urban NEtwork Torino, dalla via più breve a quella più piacevole e tranquilla. Non solo la città e gli spostamenti quotidiani per lavoro, ma anche la possibilità di piacevoli momenti di sport e outdoor a poca distanza dalla Mole, con una serie di ciclopiste e ciclostrade che si snodano, per esempio tra i parchi metropolitani o tra le Residenze sabaude. Si tratta dei tanti circuiti della Corona verde, un sistema di infrastrutture verdi dell’area metropolitana, che si affianca ai servizi di Piemonte Bike

Altre informazioni utili sui percorsi ciclabili in città sono sul portale Muoversi a Torino. Per muoversi con la bici nel traffico urbano è sempre utile consultare la pagina Pedalare in sicurezza, ricordando sempre di rispettare il codice della strada, tenere la destra, fare attenzione alle portiere, e ai binari dei tram, e di rendersi sempre ben visibili.

Potrebbe interessarti anche: , Pattinaggio di figura: le finali mondiali al Palavela di Torino. Programma, orari, biglietti e dirette tv , Natale in Castello con il FAI Piemonte: tra Torino e Cuneo per vivere l'atmosfera delle Feste , Via alla stagione sciistica: a Cuneo il Villaggio Neve con Stefania Belmondo e Kristian Ghedina , Al Palavela di Torino si pattina sul ghiaccio sulla pista dei campioni del mondo. Prezzi e orari , A Torino nel 2020 i Mondiali Universitari di Arrampicata Sportiva

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.