Viaggi ed esplorazioni del duca degli Abruzzi: la mostra al Museo del Risorgimento - Torino

Viaggi ed esplorazioni del duca degli Abruzzi: la mostra al Museo del Risorgimento

2019-07-05 15:37:40

Da venerdì 12 luglio a domenica 20 ottobre 2019

Torino - Luigi Amedeo di Savoia, noto col titolo di duca degli Abruzzi, fu alpinista, ammiraglio ed esploratore. La sua figura è divenuta leggendaria grazie ai viaggi e alle esplorazioni compiute negli ultimi anni dell’Ottocento e nei primi del Novecento. Il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano di Torino, valorizzando un piccolo ma prezioso nucleo fotografico che fa parte del suo patrimonio, ne ripercorre alcune nella mostra Viaggi ed esplorazioni del duca degli Abruzzi: un racconto per immagini 1897-1909, da visitare dal 12 luglio al 20 ottobre 2019 nel Corridoio dell’aula della Camera italiana.

In poco più di dieci anni, tra il 1897 e il 1909, Luigi Amedeo di Savoia portò a termine le spedizioni che lo resero noto in tutto il mondo: nel 1897 la prima ascensione del Monte Sant’Elia in Alaska; nel 1899-1900, esattamente centoventi anni fa, la spedizione al Polo Nord, che raggiunse la latitudine Nord più avanzata dell’epoca; nel 1906 l’esplorazione del massiccio africano del Ruwenzori nel cuore dell’Africa; nel 1909 la spedizione nel Karakorum, con il fallito tentativo di ascesa del K2 e il nuovo record mondiale di altitudine. Le sue imprese, celebrate e narrate dai contemporanei furono fondamentali per la conoscenza di territori lontani e misteriosi.

L’intento della mostra è quello di riviverne il racconto e la straordinarietà in un’epoca nella quale tali spedizioni necessitavano di una meticolosa programmazione e preparazione e i cui rischi rimanevano altissimi. Il fascino dei luoghi è restituito nell’esposizione dagli scatti di Vittorio Sella, fotografo alpinista che introdusse la pratica fotografica in alta montagna, realizzando immagini dal grande valore sia documentario che artistico, e che prese parte a quasi tutte le spedizioni di Luigi Amedeo.

Lo spirito di avventura, i pericoli, le fatiche e la passione che animarono le esplorazioni rivivono nelle parole di chi vi partecipò. A tale scopo le fotografie di Vittorio Sella sono corredate dai testi delle relazioni ufficiali di Filippo De Filippi, a fianco di Luigi Amedeo in Alaska, sul Karakorum e in Africa sul Ruwenzori; la spedizione al Polo Nord è documentata invece dalla voce narrante del duca stesso, nel racconto che ne fece ne La Stella Polare nel Mare Artico.

Oltre alle fotografie sono in mostra stampe, quadri, oggetti appartenuti al duca e il video originale della spedizione in Karakorum che per l’occasione è stato sonorizzato dal musicista torinese Andrea Costa.

L’esposizione è realizzata grazie alla collaborazione della Fondazione Sella Onlus di Biella, che detiene l’opera omnia di Vittorio Sella e parte del materiale fotografico di Luigi Amedeo di Savoia, e del Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” CAI – Torino, con il sostegno della Fondazione CRT.

Approfondisci con: Maggiori informazioni sull'evento e biglietti per Viaggi ed esplorazioni del duca degli Abruzzi: un racconto per immagini 1897-1909

Potrebbe interessarti anche: Art nouveau, la mostra alla Reggia di Venaria, fino al 26 gennaio 2020 , Archeologia Invisibile, la mostra al Museo Egizio, fino al 6 gennaio 2020 , David LaChapelle: una mostra monografica a Venaria, fino al 6 gennaio 2020 , Vivian Maier: la mostra a Torino, fino al 12 gennaio 2020

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.