Libri Torino Mercoledì 26 giugno 2019

Pagina37: quando a Torino il bookcrossing diventa un gioco

Aggiornamento del 16 agosto: contrariamente alle prime istruzioni e visto il successo di pubblico, il gioco di Pagina37 proseguirà fino al 21 settembre 2019, ultimo giorno di estate, e non fino al 31 agosto come stabilito in partenza. La caccia ai libri prosegue!

Torino - Un «bookcrossing avanzato», è questa l’idea alla base del progetto Pagina37, il gioco dei libri pronto ad animare l’estate di Torino. Dietro alla simpatica iniziativa per librofili e amanti dei social, l’associazione torinese Circolarte, che qualche settimana fa ha iniziato a sondare il campo per proporre una grande caccia al libro tutta da seguire tra angoli e strade di Torino.

Tutto parte dall’impianto del bookcrossing, lo scambio di libri, ma Pagina37 ha tante caratteristiche in più pronte a renderlo un divertente passatempo estivo da inseguire pagina dopo pagina, tra misteriosi libri abbandonati negli angoli della città, click e hashtag. «Abbiamo lanciato una call su Facebook chiedendo alle persone se fossero disposte a lasciare un libro che avevano amato – spiegano gli ideatori – l’idea era di condividere la bellezza, dare a qualcun altro un libro che era piaciuto molto. La risposta è stata altissima, ci ha contattati un sacco di gente, spesso super lettori tra cui qualcuno che ha ricomprato il libro da regalarci perché era affezionato alla propria copia, altri ci hanno donato libri con post-it, appunti, sottolineature, insomma testi vissuti, che erano piaciuti».

Quando una lettura ha lasciato un segno nel cuore, è bello condividerla, ed è su questo motore “a lettura” che si basa Pagina37. Se all’inizio l’obiettivo era quello di arrivare a cento volumi, il progetto è invece partito con un bottino di 300 libri. «A quel punto abbiamo pensato a come ridistribuirli – racconta Circolarte – e ci è venuta l’idea di coinvolgere anche degli autori torinesi con cui avevamo contatti o avevamo lavorato in passato. Guido Catalano, Enrica Tesio, Paola Mastrocola, Fabio Geda… era un’incognita, invece la proposta di partecipare è stata un successo».

Ma cosa c’entrano gli autori con i libri in scambio per la città? Tra il 300 volumi, alcuni sono stati donati direttamente da scrittori torinesi, decorati con una dedica speciale e autografati. Ai fortunati che camminando per strada incapperanno in uno di questi libri, un doppio premio, non solo il piacere del regalo inaspettato, ma del regalo firmato da un autore. «Il gusto – aggiungono le menti creative di Pagina37 – è proprio questo: il lettore troverà quel che volevamo trasmettere, una cosa bella, un regalo inaspettato che è già un premio, al di là della possibilità finale di vincere dei buoni libri. È già bello così, per chi ama leggere: trovare un libro di un autore sconosciuto oppure no, consigliato da chi lo ha già letto. E poi c’è il gusto di fare rete e trovarsi, magari dopo la fine della caccia al tesoro: è un progetto che si attiverà anche sulla lunga durata».

Da giugno al 31 agosto occhio quindi ai libri con la speciale etichettatura di Pagina37: impossibile non riconoscerli. E dopo averli trovati? Potrebbe essere che al fortunato non interessi affatto, o invece che l’abbia già letto. In tal caso, Pagina37 ha pensato a tutto, anche ad appositi punti di scambio, coinvolgendo così librerie, caffelibrerie e gelaterie. Ognuno ha dietro al bancone un paio di libri, pronti per essere scambiati. Se invece non ci sarà interesse per i libri, il fortunato potrà ottenere un caffè o un gelato gratuito.

«È fondamentalmente un gioco – sottolineano da Circolarte – l’unica cosa da fare è prendere il libro e leggerlo. Sappiamo già che di molti perderemo le tracce. Invece, per chi voglia partecipare, esiste un meccanismo: basta fare una foto a tema con il libro, aggiungere una citazione, inserire l’hashtag Pagina37 e condividere sui social. Potrebbero esserci, alla fine, 300 foto, 5, oppure 600, se tutti leggeranno più libri. Lo scopriremo a settembre, quando una giuria di scrittori e fotografi sceglierà le tre foto che hanno immortalato in modo più divertente e originale il libro e il suo titolo. I fortunati potranno vincere biglietti per spettacoli teatrali. Per rendere il gioco ancora più frizzante, tra i trecento libri ce ne sono sei che abbiamo definito “i libri misteriosi”, i cui titoli saranno rivelati il 31 agosto e che nascondono un messaggio. Se, nel momento in cui li renderemo noti, si avrà il libro e sarà stata fatta la foto, si potranno vincere buoni libro da 50 euro».

Ogni libro avrà un segnalibro e, con il consenso del donatore il timbro con i riferimenti della persona che l’ha regalato, per creare community. «Il nostro sogno – svelano gli ideatori – è che si incontrino due persone tra cui possa nascere una storia d’amore! E poi vorremmo proporre durante tutta l’estate dei mini appuntamenti dove autori e persone che hanno amato un libro si potranno ritrovare per un momento di lettura pubblica, in giro per la città. Senza pretese, solo per la bellezza di trovarsi per leggere insieme e stare bene. Stiamo preparando una speciale sedia con la scritta “io sono un lettore”».

Tutti possono partecipare al gioco di Pagina37, i lettori ma anche chi non ama leggere e non sarà già soddisfatto dall’idea di aver trovato un libro. Il principio è quello di animare Torino in una stagione in cui di norma la città si svuota per il caldo e le ferie, e di condividere storie, perché ogni libro ne ha in sé almeno una. Per Circolarte infatti «trovi un libro, lo prendi, e scoprirai che vale una storia, un gioco, oppure un caffè o un gelato».

Il progetto ha ottenuto il patrocinio della città di Torino e le partnership di tanti soggetti attivi in città, e alle soglie della prima edizione, appena partita, si propone di portare avanti l’idea del bookcrossing e della condivisione di letture verso l’estate 2020. Quale stagione migliore di quella in cui la scuola è finita e si ha maggiore tempo libero per leggere? «Il nostro sogno è rendere Pagina37 sostenibile e replicabile altrove. Finora la risposta delle persone è bellissima – confermano gli organizzatori – il nostro motto è “quando qualcuno condivide, tutti vincono”, e riprende l’idea della circolarità che contraddistingue la nostra associazione Circolarte: circola qualcosa, non c’è guadagno ma ci guadagnano tutti».

Intanto una trentina di libri è già uscita in giro per la città per farsi trovare da qualche lettore. Il progetto raggiungerà il suo culmine a luglio, sperando così che in tanti trovino un libro e magari lo portino con sé in vacanza mentre ad agosto Torino si svuota, con qualche libro di Pagina37 ancora in circolo per i cacciatori di storie. Aguzzate quindi la vista: panchine, angoli insoliti, fermate del tram, ovunque potrebbero nascondersi libri di Pagina37!

Per ogni informazione sul progetto, è possibile visitare il sito, sulla pagina Facebook si trovano invece diverse foto dei donati e non solo, e se c’è ancora ruggine sul regolamento, la pagina delle faq dissiperà ogni nebbia.

Potrebbe interessarti anche: , Portici di carta: a Torino l'edizione 2019 ricordando Camilleri , Sentieri e pensieri: il festival letterario in Valle Vigezzo. Ospiti ed eventi , «Barriera è l'habitat perfetto per Contrera»: l'intervista allo scrittore Christian Frascella , Incipit Offresi: iscrizioni aperte al concorso letterario per aspiranti scrittori , Aspettando il Salone del libro: a Torino Safran Foer, Nicholls, Easton Ellis, Allende, Matsumoto, Grossman

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.