Cinema a Palazzo Reale 2019: a Torino un'estate di film all'aperto. Calendario e programma

Cinema Torino Mercoledì 19 giugno 2019

Cinema a Palazzo Reale 2019: a Torino un'estate di film all'aperto. Calendario e programma

Torino - 42 serate di cinema all’aperto, nel cortile di uno dei luoghi più rappresentativi di Torino, la Corte d'onore di Palazzo Reale, Musei Reali. È pronta a ripartire anche per l’estate 2019 la rassegna Cinema a Palazzo, dal 12 luglio al 31 agosto tante occasioni per godere del fresco della sera riattraversando la storia del cinema e affrontando tanti temi.

Organizzata da Distretto Cinema in collaborazione con i Musei Reali, il Museo Nazionale del Cinema, la Regione Piemonte e il Comune di Torino, la rassegna è stata presentata alla presenza del nuovo assessore alla cultura della Regione Piemonte, Vittoria Poggio, che ha sottolineato il valore della rassegna cinematografica estiva nell’avvicinare la comunità alla cultura: «il film prodotti da Gualino – ha detto l’assessore anticipando una parte dei contenuti – sono il modo migliore per operare in questo senso: parlare di cultura è propedeutico alla crescita della comunità. Mi auguro di collaborare con tutti i soggetti a Torino e non solo in questa direzione».

Intanto, ancora una volta Cinema a Palazzo costruisce connessioni e relazioni tra tante realtà torinesi, come ha sottolineato la direttrice dei Musei Reali Enrica Pagella: «l’intenzione di questo ciclo estivo – le parole della direttrice – è mettere in connessione i mondi del cinema e dell’arte di figura per aprirci a diversi pubblici, abbiamo infatti cercato di unire cinema e arte moderna e contemporanea, vista la sede della rassegna».

Via quindi il 12 luglio con la versione restaurata di Via col vento, titolo tra i più classici recentemente restaurato da Warner. Sarà l’occasione, come ha ricordato Fulvio Paganin, direttore di Distretto Cinema, per festeggiare gli 80 anni del film, amatissimo dal pubblico, il lungometraggio col maggiore incasso nella storia del cinema per oltre un quarto di secolo. Il cartellone dedicato al cinema classico prevede restauri, omaggi, presentazioni, ma anche film musicati dal vivo e molte serate speciali, organizzate con realtà cittadine.

La novità del 2019 sarà una collaborazione extra torinese con la Collezione Peggy Guggenheim per omaggiare la grande collezionista e mecenate americana nella ricorrenza dei 40 anni dalla sua morte e dei 70 dalla sua prima mostra italiana. Sullo schermo di Cinema a Palazzo il film biografico Peggy Guggenheim: art addict che sarà introdotto da Karole Vail, direttrice della Collezione Peggy Guggenheim di Venezia e nipote della collezionista.

Non mancherà unaserata speciale tra arte, cinema e musica in collaborazione con la Collezione Peggy Guggenheim con L’age d’or di Bunuel, sonorizzato live da Riccardo Mazza (Project-TO) , seguito da diverse sonorizzazioni e da Una vita per l’arte, performance live con i testi di Peggy Guggenheim interpretati dall’attrice Eleonora Giovanardi. In quanto ad arte, con Re-enactments andranno in scena filmabbinati a opere di video arte contemporanee ispirate a diversi film e in dialogo tra narrazioni e visioni. Ci sarà per esempio Psyco, ma anche il film di animazione raffinatissimo Coco.

L’arte arriverà anche con Riccardo Gualino. Se alla figura del collezionista è legata la mostra dei Musei Reali, Cinema a Palazzo esplorerà la sua vita di produttore cinematografica con una piccola selezione di film piuttosto noti - La scala a chiocciola, I soliti ignoti, L’invasione degli ultracorpi e Diario di un curato di campagna- che approfondirà lo sguardo del Gualino pioniere della distribuzione di pellicole dai generi molto diversi tra loro. Altra mostra sarà poi #FacceEmozioni. 1500-2020: dalla fisiognomica agli emoij, alla Mole Antonelliana, alla quale saranno abbinati tre film durante la rassegna. Nuova la collaborazione con Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, mentre si rinnova la sinergia con la Fondazione Torino Musei: dopo il coinvolgimento di Palazzo Madama e Gam, quest’anno tocca al Mao, il Museo d’Arte Orientale. Inoltre Alberto Barbera, dal 2011 direttore della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, ha scelto tre film tra quelli che sono stati restaurati per il suo Festival. Un modo per dare grande visibilità a titoli riportati a nuova luce.

Come di consuetò tornerà anche una sonorizzazione dal vivo: la pellicola interessata è Vampyr, a cura di Paolo Spaccamonti, Ramon Moro e la violoncellista americana Julia Kent in una serata che nasce in collaborazione con Piemonte dal Vivo.  Si rifletterà sulle origini del cinema con Sara Benedetti, responsabile del College Scuola Holden e con Buffalo ‘66 in lingua originale con sottotitoli in italiano. Come è nuova la collaborazione con Scuola Holden, così sarà quella con il Polo del ‘900, che in occasione del trentennale della caduta del Muro di Berlino presenterà Le vite degli altri. Commosso è stato il ricordo di Paolo Manera, direttore di Film Commision Torino per Paolo Tenna, recentemente scomparso, tra gli ideatori della proiezione dedicata ad Anna Magnani che arriverà anche a Cinema a Palazzo dopo Cannes, La passione di Anna Magnani di Enrico Cerasuolo.

Ancora, Franca Valeri festeggia 99 anni e mercoledì 31 luglio si svolgerà una serata speciale per omaggiarla con la proiezione del film  Il segno di Venere di Dino Risi. Altre collaborazioni arriveranno da Lonely Planet con Woodstock – Three daysthatdefined a generation e da Piemonte Movie che chiuderà la rassegna con il film Sacco e Vanzetti di G. Montaldo ed è firmata con Piemonte Movie, realtà con la quale si rinnova la collaborazione. Una serata dedicata alla figura dei due anarchici, che si aprirà con una performance tratta da alcuni degli ultimi scritti lasciati da Sacco e Vanzetti. Ospiti lo scrittore Alberto Gedda e Giovanni Vanzetti, nipote di Bartolomeo.

Il programma completo, con i filoni tematici e i film più amati dal pubblico è disponibile online.

Gli spettacoli inizieranno alle 22. L’ingresso è da piazza Castello. L'allestimento è pensato per ospitare gli eventi dal vivo con tecnologie di proiezione e sonore di altissimo livello che tutelino, però, l'estetica dello spazio. 400 i posti disponibili, tra torinesi e turisti che potranno vivere l’evento in uno spazio di suggestione.

Il costo del biglietto intero è di 6 euro. Ingresso ridotto a  5 euro per universitari, Abbonamento Torino Musei, dipendenti MiBACT e Soci CRALBBCC “Rino Rossi”. Gli over 65 anni pagano 4 euro. Conveniente la formula dell’abbonamento alla rassegna: la tessera per dieci film costa 40 euro. La serata del 18 luglio ha biglietto unico a 10 euro.

Chi acquista il biglietto di ingresso ai Musei Reali  ha diritto al biglietto ridotto allo spettacolo. Viceversa, il biglietto del film dà diritto allo sconto di 2 euro sul biglietto dei Musei Reali. Si rinnova la collaborazione anche con la Fondazione Torino Musei: con il biglietto intero degli spettacoli di Cinema a Palazzo sarà possibile entrare con ingresso ridotto ai musei, e con i biglietti di ingresso di Palazzo Madama, Mao e Gam si potrà usufruire dell’ingresso ridotto alla rassegna.

Potrebbe interessarti anche: , Torino Film Festival 2019: da A White White Day a Battiston e Fresi, tutti i vincitori , Torino Factory: otto cortometraggi per raccontare la città e i suoi quartieri , Torino Film Festival 2019: guida ai film da non perdere , Enzo Ghigo è il nuovo presidente del Museo del Cinema di Torino , Torino Film Festival 2019: il programma all'insegna dell'horror

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.