Teatro Torino Martedì 4 giugno 2019

Sul filo del circo: il programma dell'edizione 2019

Torino - Eccellenze del territorio tra circo e tradizione, linguaggi popolari e grandi emozioni per adulti e piccoli: torna anche per il 2019 Sul filo del circo, festival internazionale di circo contemporaneo. Appuntamento a Grugliasco dal 5 al 27 luglio, come da tradizione estiva, con due gustose anteprime nel mese di giugno.

Sarà l’edizione, questa del 2019, che celebrerà la maggiore età di un festival giunto ai 18 anni e apprezzato perstoricità, qualità e quantità di spettacoli proposti. Saranno 24 quelli del cartellone 2019, con 15 titoli differenti, 9 prime nazionali e oltre 140 artisti. Variegata anche la babele culturale e linguistica degli ospiti, in arrivo Canada, Repubblica Slovacca, Argentina, Regno Unito, Francia, Olanda, Spagna, Italia, Russia, Giappone, Portogallo, Brasile, Germania e Norvegia.

Un’idea, dietro ai tendoni e all’energia e bellezza degli spettacoli di circo, quella cioè di creare reti e coinvolgere sempre più i giovani, incentivando così anche l’attrattività del territorio. È stato proprio Giovanni Quaglia, presidente di Crt, a insistere durante la presentazione del calendario 2019 sulla necessità di creare comunità «per superare l’individualismo esasperato che ci hanno portato le nuove tecnologie: più le relazioni sono profonde e allargate, più creiamo identità, ed è l’identità da rafforzare l’elemento alla base di Cirko Vertigo e del Festival Sul filo del circo». Organizzato da Fondazione Cirko Vertigo e Città di Grugliasco, che lo ospita dalla prima edizione, il Festival vede infatti il supporto di Fondazione Crt, maggior sostenitore.

Non saranno solo spettacoli serali e compagnie ospiti, ma iniziative per famiglie, spettacoli di giocoleria, djset che animeranno il Parco Le Serre creando atmosfera. Parallelamente, Sul filo del circo si fa ambasciatore delle espressioni più innovative del circo contemporaneo italiano, da un lato, e di catalizzatore delle creatività internazionali più all’avanguardia del settore, dall’altro, dimostrandosi così in grado di dialogare con la scena mondiale e assolvere al ruolo di facilitatore di quel processo inscindibile tra formazione professionale, creazione di spettacoli e diffusione delle opere d’arte.

Un dispositivo integrato che fa della sua bandiera il triangolo tra formazione, creazione e diffusione, e che garantisce spazio alla qualità dell’espressione artistica di ogni allievo, puntando i riflettori sul valore culturale e artistico delle creazioni e delle performance. Non a caso, nel board che sostiene il Festival c’è anche Piemonte dal vivo, partner progettuale che condivide con Cirko Vertigo l’orientamento allo sviluppo locale e alle relazioni internazionali, attraverso circo e danza e aprendo spazi di accesso a nuovi pubblici.

«Stuzzicare le papille gustative e non solo soddisfare i palati facili» questo l’intento del cartellone, variopinto e ricco di anteprime internazionali che arriveranno appositamente in Italia per la rassegna. E se il cuore di Sul filo del circo resterà il periodo di luglio, dal 5 al 27, si inseriscono quest’anno anche due anteprime, il 21 e 22 e 29 giugno. Si tratta della contaminazione di La Galerie, dalla compagnia canadese Machine de Cirque, proveniente da quel fertile laboratorio artistico del Quebec che oltre a dare i natali al Cirque du Soleil, ha prodotto alcune delle più prestigiose compagnie attuali. La Galerie, uno dei titoli di punta del cartellone presentato in prima nazionale, propone un livello tecnico impeccabile, una mise en scène raffinata, e spunti ironici divenuti dei veri e propri cult virali sui social network.

Spazio il 29 giugno a Out/In, sei creazioni personali, esito di un percorso di ricerca artistica, degli allievi del Terzo Anno di formazione continua all’Accademia del contemporaneo di Cirko Vertigo. Nella costellazione di numeri che abbracciano tutte le diverse discipline circensi con particolare risalto per l’emergenza della contemporaneità e dei suoi linguaggi, arriveranno anche gli spettacoli del cartellone “classico”. Inaugura ufficialmente la 18° edizione del Festival lo spettacolo Cirkus Younak (5 e 6 luglio) della Younak Circus Company che, in una fusione di teatro, circo e folklore, riunisce gli approcci tradizionali e moderni del teatro contemporaneo, per raccontare la misteriosa storia del grande eroe slovacco Juraj Jánošík.

OFF Ballad (8 luglio), ancora, unico progetto piemontese vincitore del bando “Boarding PassPlus” finanziato dal MIBACT, è uno studio di creazione incentrato su sette performer che si interrogano sull’ineludibile inclinazione al conflitto, per immaginare come questo possa convertirsi in fare creativo. Il palinsesto prosegue con la compagnia argentina Entropia che porta in scena Disidentes (9 e 10 luglio), indagine artistica sulla diversità tra l’uomo e la donna e sulla ricomposizione della loro relazione. In un continuo gioco di opposti non tanto opposti, il maschile e il femminile si fondono in un solo corpo per ristabilire l’equilibrio perfetto. Gli italiani Circo Pacco presentano Paccottiglia Deluxe (11 luglio), una dissacrante e irriverente visual comedy in cui i due performer sul palco, Frank Duro & Gustavo Leumann, tentano di allestire il loro spettacolo, cercando con ogni mezzo di guadagnarsi il centro della scena e il plauso del pubblico, a colpi di numeri al limite del ridicolo, tra piogge di pop-corn, eccentriche acrobazie, improbabili animali e parrucche indomabili.

Doppia esibizione per NoFit State e Motionhouse, due compagnie del Regno Unito e due generi che si uniscono, quello del circo e della danza. Il loro spettacolo BLOCK (12 e 13 luglio), frutto della collaborazione tra il produttore creativo Ali Williams, il direttore artistico Kevin Finnan e il direttore del circo Paul Evans, riecheggia la natura transitoria dei centri urbani.

Spazio all’ironia sottile con il visual comedy show El Spectacolo! (14 luglio) del duo di artisti francesi Elastic & Francesca, premiati con il Supreme Award, il premio President de la Republique e la medaglia di bronzo al prestigioso Festival Internazionale del circo di Nikulin a Mosca. Roztoc + Feel the Universe Circus Company, compagnia circense internazionale con sede a Rotterdam, porta in scena BRECO (15 e 18 luglio), spettacolo che prende il nome da una parola in esperanto che significa “spazio in mezzo”, a indicare quello spazio tra cielo e terra, che è poi anche lo stesso spazio in cui l’essere umano esiste. Gli olandesi IC3 Collective attraverso lo spettacolo Kid (16 e 17 luglio) indagano il passaggio all’età adulta degli 11 giovani artisti in scena provenienti da 9 paesi che portano sul palco la molteplicità delle loro culture, pensieri, sogni e speranze. 

Dalla Francia Cia Soralino, compagnia nata nel 2015 dall’incontro tra un giocoliere e un equilibrista, Caio Sorana e Clément Malin, presenta Inbox (19 e 20 luglio), la loro prima creazione. Una trasposizione artistica e “domestica” del mito di Sisifo dove due personaggi in impermeabile, e vestiti con abiti fuori misura, giocano con dei cartoni, lanciandoli e impilandoli sul bordo della catastrofe. Luk/Osservatorio (22 luglio), realizzato con il performer Lukas Vaca Medina, è il secondo studio della “Trilogia del Limite”, percorso incentrato sul concetto di limite fisico del corpo. Infine la provocazione di INO, spettacolo della compagnia francese Ino Kollektiv (23 e 24 luglio): sette donne, non pesano poi tanto in questo mondo. Che cosa succederebbe se le impilassimo?

Conclude il Festival Stardust - gala di artisti internazionali (26 e 27 luglio), una selezione dei migliori numeri circensi dei giovani artisti della scena mondiale, per la prima volta in anteprima sul palco del Teatro Le Serre di Grugliasco a seguito di un’attenta selezione del direttore artistico

Dal 5 al 27 luglio sono previsti anche numerosi eventi collaterali che arricchiscono l’offerta culturale del Festival. A cominciare dalle performance circensi proposte dagli artisti di Fondazione Cirko Vertigo per vivere appieno lo spirito inclusivo e popolare del festival. Spazio anche all’intrattenimento per i più piccoli con il Truccabimbi in programma domenica 14 luglio, prima dello spettacolo di Elastic & Francesca. E ancora, si rinnova l’appuntamento annuale con la rassegna Burattini alle Serre, in programma dal 14 giugno al 7 luglio. In occasione del Festival Sul Filo del Circo, invece, dal 4 al 19 luglio, Alfonso Cipolla firma la curatela della mostra Arrivano i clown! Circofilie e amenità circensi dalla collezione di Roberto Rossanigo a Villa Boriglione presso il Parco Culturale Le Serre di Grugliasco, realizzata con il sostegno di Compagnia di San Paolo.

Approfondisci con: Luk / Osservatorio, 22 luglio 2019 , Ino, dal 23 luglio al 24 luglio 2019 , Sinergia 3.0, 25 luglio 2019 , Notte Delle Stelle, dal 26 luglio al 27 luglio 2019

Potrebbe interessarti anche: , Vertigine 2019: tra danza e montagna gli spettacoli dell'estate in alta quota , La scomparsa di Ugo Gregoretti, storico direttore del Teatro Stabile di Torino , Porgy and Bess: al Teatro Regio di Torino il capolavoro di Summertime , Teatro Colosseo di Torino: il programma 2019/2020 , Le Musichall, a Torino tra musica, circo e comicità: spettacoli e programma 2019/2020

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.