Salone del libro Off 2019: la festa della cultura a Torino. Il programma

2019-05-02 13:34:35

Da lunedì 6 maggio a lunedì 30 settembre 2019

Torino - La cultura arriva dappertutto con il Salone Off, che porta libri e autori nelle 8 Circoscrizioni di Torino e in una ventina di Comuni della Città Metropolitana. Oltre 530 appuntamenti in più di 270 luoghi diversi, dal 2 al 19 maggio: questi i numeri della rassegna diffusa arrivata alla 16° edizione. 

Entrando in dialogo con il tema del Salone, Il gioco del mondo, il Salone Off “giocherà” con tutta la città, una Torino senza confini, forte della variegata mescolanza delle culture che la abitano, in cui gli spazi urbani del centro e della periferia diventeranno luoghi elettivi della riflessione e dell’incontro. E ancora, allo spagnolo, lingua ospite dell’edizione 2019, capace di unire popoli e paesi, saranno dedicati numerosi appuntamenti, tra libri e spettacoli, ma anche balli e serate in musica, per una vera festa della cultura.

Un invito a esplorare il territorio attraverso le voci degli autori e le pagine della letteratura, da Alpignano a Chieri, da Chivasso a Ivrea, da Moncalieri a Nichelino, passando per Pinerolo, Pino Torinese, Piobesi Torinese, Rivalta, Rivoli, San Giorgio Canavese, San Mauro Torinese, Settimo Torinese e la Comunità di Valsangone. Questi i Comuni coinvolti dall’iniziativa, oltre alla città di Torino, che prevedrà anche incursioni in Regione: a Novara, Racconigi e Vercelli.

Incubatore di idee e progetti, moltiplicatore di luoghi e collaborazioni, laboratorio di sperimentazione di forme innovative di promozione del libro e della lettura, il Salone Off diffonderà cultura sotto forma di incontri con autori, reading, spettacoli di danza e teatrali, concerti, proiezioni di film e documentari, dialoghi tra scrittori e studenti nelle scuole, tra autori e detenuti nelle carceri, e ancora letture negli ospedali. In programma seminari e dibattiti, mostre, degustazioni, laboratori per bambini, tour alla scoperta delle periferie e molto altro. Infatti l’iniziativa coinvolgerà i luoghi della cultura come biblioteche, librerie, teatri, gallerie, case del quartiere, circoli locali, e trasformerà gli altri in laboratori di discussione, regalando nuova vita agli spazi, tra ex fabbriche, ospedali, esercizi commerciali, botteghe, cimiteri e stazioni della metropolitana. Strade, piazze,parchi, ortie giardini ospiteranno gli appuntamenti targati Salone Off, per donare incontri anche casuali con la cultura, aperta e inclusiva.

Per la prima volta il progetto Voltapagina riunirà nel nome del libro quasi tutti gli istituti penali piemontesi. Tra i luoghi particolari che il Salone Off inviterà a esplorare, la Curia Maxima, sede del Regio Senato e della Camera dei Conti, che ospiterà il magistrato-scrittore Giancarlo De Cataldo, giudice alla Corte d’Assise di Roma; lo Spazio Lancia, edificio dal glorioso passato, sede fin dai primi anni Sessanta della celebre casa automobilistica, sarà il luogo giusto per parlare di Essere una macchina (Adelphi), con l’autore Mark O’Connell, libro costruito come un viaggio straordinario nella possibilità dell’uomo di diventare immortale; lo Spazio Nizza, dedicato alla figura misteriosa di Gustavo Rol, di cui parlerà Enzo Orlando a partire da L’ombra di Rol (Bonfirraro Editore); e ancora il Cimitero Monumentale, vero museo a cielo aperto, da scoprire con visite guidate, e l’Officina Verde Tonolli, non solo giardino, ma anche serra e orto con frutteto, a disposizione dei cittadini nella Circoscrizione 4, che accoglierà il botanico Renato Bruni.

Tornerà il progetto curato da Loredana Lipperini, Villa Diodati: quest’anno, gli scrittori coinvolti saranno “rinchiusi” negli Edit Lofts per sfidarsi a colpi di parole. Si andrà inoltre al Museo Nazionale dell'Automobile di Torino con gli incontri inclusi nel ciclo Auto da leggere di Mauto e ASI, focus dedicato ai libri che hanno saputo raccontare la passione per i motori. La Fondazione Merz, invece, sostiene e ospiterà il programma off di Anime Arabe.

E ancora il Perifanta-tour, idea di Francesco La Rocca, per andare alla scoperta delle periferie, su bus e metro, accompagnati da racconti ambientati nei quartieri suburbani di Torino, da Lingotto a Pozzo Strada, da Parella a Barriera di Milano. Le periferie sono protagoniste anche di Passaggio a Nord Ovest, progetto di promozione della lettura che porta le storie a Barriera di Milano, Barca e Bertolla e Falchera.

Un tour inusuale tra i Caffè storici di Torino sarà proposto attraverso la mostra diffusa Leggendo, curata da Davide Giglio, che esporrà sulle vetrine le fotografie vincitrici del concorso dedicato agli scatti sul mondo della lettura. Mentre un percorso più meditativo accompagnerà curiosi e turisti a esplorare i tesori del Cimitero Monumentale.

Tanta musica di qualità per gli amanti della notte in compagnia di Party Off by Teo Lentini che ospiterà dj set di artisti e producer che si sono cimentati nella scrittura: Lele Sacchi, Bill Brewster, Danny Rampling e Bruno Bolla, tra l’Azhar e la discoteca Pick Up. Al B-locale, invece, sarà Johnson Righeira a ricordare gli anni Ottanta musicali, con lo scrittoreEnrico Remmert, mentre alla Libreria Belgravia l’omaggio a Fabrizio De André, una serata dedicata alla musica che si intreccia con la poesia. Lonely Planet Stories è per esplorare il mondo attraverso la musica e i libri al Doubletree by Hilton Lingotto con Concita De Gregorio, Luca Bianchini e Gianrico Carofiglio in serate arricchite da dj set e aperitivo con pisco sour.

E ancora proiezioni di film che omaggiano la lingua spagnola, happy hour, reading poetici, degustazioni, concerti. Tutto questo è Googreen, tra i Giardini Sambuy e Cinema Ambrosio, a cura di Giardino Forbito in collaborazione con Città di Torino e Circoscrizione 1, Cinema Ambrosio, Buskercase, Movement e Ristorante Il Giardino.

E per cominciare bene la giornata, le colazioni con l’autore saranno nella storica Casa del Pingone, in collaborazione con Libreria Luxemburg, con protagonisti Matteo Codignola, Vanni Santoni e Ilaria Gaspari, alla Fondazione Merz con Adlène Meddi, Zena el Khalil e Suad Amiry, al Centro di Accoglienza per e con le Persone senza fissa dimora di via Nizza per parlare e leggere di Costituzione.

In tema di geopolitica, il ciclo di incontri Cantieri d’Europa, ideato da Riccardo Lala, per confrontarsi sui temi europei all’ordine del giorno: globalizzazione, immigrazione, disoccupazione tecnologica, avanzata della Cina, difesa del patrimonio culturale e naturale, tra Centro Studi San Carlo, Unione Industriale, Hotel NH e Officine Grandi Riparazioni. Il ciclo Giocando ai limiti della legalità, proporrà invece quattro aperitivi letterari per presentare libri che trattano di diritti e giustizia, tra la Curia Maxima, la Caffetteria del Tribunale con il suo Spazio Cultura Inclusiva, l’ex Carcere Le Nuove e il Polo del ‘900, a cura degli uffici dei Garanti dei detenuti del Piemonte e di Torino.

Tra i grandi autori e autrici che il Salone Off porta in città e sul territorio: Edoardo Albinati e Nicola Campogrande alla Casa Circondariale Lorusso e Cutugno di Torino, Andrea Molesini andrà invece in quella di Saluzzo, mentre Antonio Moresco alla Casa di Reclusione di Fossano. Leonardo Padura, Edurne Portela, Antonio Muñoz Molina, Guadalupe Nettel, Emiliano Monge e Matteo Righetto a ELE – USAL Università di Salamanca; Viet Thanh Nguyen alla Biblioteca Civica Multimediale Archimede di Settimo Torinese.

E ancora, Gianrico Carofiglio al Doubletree by Hilton Lingotto e alla Biblioteca civica Arpino di Nichelino; Annalisa Camilli con Luigi Manconi e Christian Raimo all’Emergency Point; Matteo Codignola alla Società Canottieri Caprera; Alan Pauls all’Auditorium Vivaldi Biblioteca Nazionale; Filippo Caccamo al Blah Blah; Nadeem Aslam, Wytske Versteeg e Nona Fernández alla Libreria Trebisonda; Adrien Candiard al Binaria Centro Commensale; Antonio Pascale al Cecchi Point; Luca Vicini e Frankie hi-nrg mc al FFLAG; Marcello Simoni alla Biblioteca Civica di Chivasso; Kamel Daoud alla Biblioteca Civica Primo Levi; Mauro Covacich alla Casa Circondariale G. Cantiello e S. Gaeta di Alessandria.

Björn Larsson sarà alla Volare Libreria di Pinerolo; Mark O’Connell allo Spazio Lancia; Helena Janeczeck alla Biblioteca Civica A. Arduino di Moncalieri; Miguel Rojo alla Casa Circondariale di Vercelli; Philippe Forest e Georgi Gospodinov alla libreria Pantaleon; Francesco Mandelli alla Casa di Reclusione di Asti; Laura Pariani a Piazza Ippolito di San Giorgio Canavese in concomitanza con il Mercato della Terra e della Biodiversità; Beppe Severgnini alla Biblioteca Silvio Grimaldi di Rivalta; Daniele Cassioli alla Casa Circondariale di Novara; Cristina Cattaneo e Daniele Biacchesi al Polo del ‘900; Romana Petri, Loreta Minutilli ed Enrico Galiano al Circolo dei lettori di Novara; Simone Savogin a OFF Topic; Giancarlo De Cataldo e Alberto Gaino alla Curia Maxima; Andrea Pomella al Cinema Massimo; Clara Sanchez alla Casa del Conte Verde di Rivoli; Ascanio Celestini alla SOMS di Racconigi; Cristiano Cavina alla Casa Circondariale di Cuneo; Nadia Terranova al Mausoleo della Bela Rosin; Max Collini, Daniele Carretti, Maurizio Blatto e Paolo Spaccamonti ricorderanno Enrico Fontanelli degli Offlaga Disco Pax a partire dalla mostra al FFLAG; Giordano Meacci alla Libreria Luna’s Torta; Marta Perego al DAMS; Gek Tessaro alla Casa Circondariale di Novara.

In Aula Magna al Palazzo del Rettorato, Università di Torino ci sarà Wole Soyinka; Michela Marzano sarà invece alla Biblioteca Nicolò e Paola Francone di Chieri; Teresa Ciabatti alla Biblioteca civica Villa Amoretti; Desy Icardi al Bibliobus quartiere di Mirafiori; Vittoria Iacovella a Sisport Mirafiori; Elena Liliana Popescu alla biblioteca I ragazzi e le ragazze di Utøya; Christian Raimo ai Bagni Pubblici di via Agliè con l’Assessora alla Cultura della Città di Torino; Guido Tommasi al Salotto Buono; Renato Bruni all’Officina Verde Tonolli; Beatrice Venezi al Liceo Cavour; Yocci alla Bookshop Corraini di Lingotto presso la Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli; Alberto Schiavone al Salone polifunzionale dell’Opificio Cruto di Alpignano. Al Circolo della Stampa, Antonella Boralevi e Maurizio de Giovanni e ancora l’omaggio a Andrea G. Pinketts con Giulio Giorello e Sebastiano Triulzi; Masha Gessen al Centro Studi Sereno Regis; Adriana Castagnoli e Georges Bensoussan al Circolo dei lettori; Gian Luca Favetto alla Casa Circondariale di Biella; Roberto Cotroneo a Palazzo Madama; Barbara Brocchi e Davide Cipollini a San Mauro; Evelina Cristillin e Walter Barberis al Museo del Risorgimento, Rosi Braidotti al Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea.

La serata di premiazione del Premio Strega Europeo, arrivato alla 6a edizione, sarà al Circolo dei lettori nell’ambito del Salone Off, domenica 12 maggio. E a proposito di paesi stranieri, il Salone Off parlerà spagnolo, la lingua a cui è dedicato il Salone 2019. E lo farà attraverso la musica e la danza – tra Tango argentino, Flamenco spagnolo e Cumbia colombiana –, il teatro, il cinema, i sapori e ovviamente i libri.

Tra gli appuntamenti, il Tango dei Sonnambuli, tango rave ideato da Monica Mantelli che si ispirerà all’Ode intima a Buenos Aires di Borges. Ma anche lo spettacolo di Flamenco Corazón de plata, ideato da Elisa Diaz con l’Associazione Alma Flamenca, a San Pietro in Vincoli. Sul fronte del teatro andrà in scena Furiosa Scandinavia al Polo del ‘900, tratto dal romanzo di Antonio Rojano.

Le librerie riunite in COLTI – Consorzio Librerie Torinesi Indipendenti proporranno per tutto il mese di maggio titoli della letteratura in lingua spagnola classica e contemporanea, con più di 200 libri consigliati, tra romanzi, racconti, poesie e albi per bambini. Ogni libreria selezionerà i suoi 10 imperdibili che verranno messi in evidenza e proposti ai lettori. Per rendere omaggio ai sapori e alla cucina spagnola e latinoamericana, il Salone Off è andato alla ricerca dei locali e ristoranti torinesi che offrono i piatti della tradizione, riunendoli in una selezione curata da Federica De Luca.

CarminaOff, progetto di Mettre en pratique la poesie curato da Gabriella Giordano, vestirà i quartieri di Torino con i versi di poeti spagnoli e ibero-americani, mentre nelle stazioni della metropolitana di Torino, tornerà il progetto Metro Poetry. Il campione italiano di Poetry Slam Simone Savogin sarà ospite del Salone Off: tra i finalisti di Italia’s Got Talent, inaugurerà la stagione estiva di Poetronica, format firmato Off Topic all’insegna della sperimentazione artistica tra Poetry Slam e musica elettronica.

Anime Arabe sarà parte anche del Salone Off con gli eventi alla Fondazione Merz, che quest’anno sostiene parte del programma ospitando eventi nella Casa di Anime Arabe in via Limone. Il format Colazioni con lo Scrittore, realizzato con il sostegno di Lavazza, propone incontri mattutini con Adlène Meddi, scrittrice algerina, Zena el Khalil, artista visiva e scrittrice di Beirut, Suad Amiry, autrice e architetto palestinese.

Il pianista di fama internazionale Derek Han, nato negli Stati Uniti da genitori cinesi nel 1957, incanterà il pubblico con il suo concerto, e ancora, il trio d’archi kosovaro proporrà una riflessione sui confini attraverso le storie personali dei compositori. E infine, un appuntamento sorprendente dedicato alla poesia araba, attraverso la sua declinazione contemporanea, ovvero il Poetry Slam.

Non finisce qui: le mostre del Salone Off, sparse in tutta la città, spazieranno dalla fotografia al fumetto, dai libri alla musica, per raccontare grandi autori e artisti italiani e internazionali o eventi poco conosciuti della storia.

Il Salone Off va anche cinema. E lo fa con lo scrittore Andrea Pomella che, nell’ambito del ciclo Masterclass del Museo del Cinema, presenterà al Cinema Massimo uno dei suoi film del cuore, The tree of life di Terrence Malick, in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema e Giulio Einaudi Editore. In occasione del centenario dalla nascita di Primo Levi che cade nel 2019, in programma la proiezione del docufilm Trent’anni dopo Primo Levi e le sue storie alla Biblioteca Civica Centrale, nell’ambito del progetto Ripensare le Biblioteche Civiche Torinesi, di cui Intesa Sanpaolo è partner.

Ancora, spettacoli teatrali e una festa senza fine e per tutti che coinvolgerà anche ospedali e residenze per anziani, e poi i più piccoli,con laboratori, spettacoli e incontri. Gli appuntamenti sono come sempre per la maggior parte gratuiti. Programma completo online e disponibile sulla app del Salone.

Approfondisci con: Maggiori informazioni sull'evento e biglietti per Quando il libro si riveste d'arte

Potrebbe interessarti anche: Art nouveau, la mostra alla Reggia di Venaria, fino al 26 gennaio 2020 , Uomo Virtuale. Corpo, Mente, Cyborg in un'esposizione dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare , fino al 13 ottobre 2019 , Ercole e il suo mito: la mostra alla Reggia di Venaria, fino al 29 settembre 2019 , Archeologia Invisibile, la mostra al Museo Egizio, fino al 6 gennaio 2020

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.