Teatro a pedali: nasce a Torino il format per spettacoli dal vivo a impatto zero

Teatro Torino Mercoledì 1 maggio 2019

Teatro a pedali: nasce a Torino il format per spettacoli dal vivo a impatto zero

Torino - Uno spettacolo dal vivo a impatto zero, generato producendo energia grazie a delle bicilette? Sì, esiste: si chiama Teatro a pedali e a proporlo è Mulino ad Arte, giovane impresa culturale torinese. Un progetto innovativo, che guarda alla sostenibilità e alla tecnica, e che si racconterà al grande pubblico il 4 maggio con l’evento di lancio e un calendario di iniziative che coinvolgeranno pubblico e curiosi dalle 15.00 del pomeriggio fino a sera, con tanti ospiti noti del mondo culturale e sportivo.

«Tutto nasce nel 2015, quando ho scritto lo spettacolo Mi abbatto e sono felice, un monologo a impatto zero che ha avuto molto successo e continua ancora a girare – racconta Daniele Ronco, direttore artistico di Mulino ad Arte – in questo spettacolo io pedalavo su una biciletta e producevo l’energia che serviva a illuminare il palco mentre raccontavo una storia legata alla mia vita con mio nonno e ai valori che mi aveva trasmesso. Il tutto parlando anche di decrescita felice, di economia circolare, unendo quindi la mia storia personale a questi temi. Poi dopo la tournée dello spettacolo mi è venuto in mentre di proporre il progetto ribaltando la situazione, far pedalare cioè il pubblico». Da qui, l’idea del format Teatro a pedali, in cui protagonista diventa proprio il pubblico, parte attiva con il suo contributo fatto di pedalate della realizzazione dello spettacolo.

La location di presentazione di Teatro a Pedali il 4 maggio saràPalazzo della Luce, in via Bertola. 15 le biciclette in platea che sostituiranno parzialmente le sedie, per una costruzione ad hoc che di volta in volta si potrà adattare agli spazi dove sarà ospitata. Le biciclette di Mulino ad Arte saranno collegate ad accumulatori che faranno confluire l’energia prodotta sul palco. «È una tecnologia unica - spiega Ronco – in giro per il mondo esistono molti bici-generatori, la cosa unica che proponiamo noi è la veridicità di ciò che facciamo, abbiamo infatti un sistema che non consente di mentire sull’accumulo di energia, e poi il software, sviluppato appositamente da un’azienda di Carmagnola, che ha una grafica particolare e accattivante e che riconosce ogni bicicletta rendendola personalizzabile e istantaneamente rivela quanti watt si stanno producendo e stila un classifica tra la bicicletta più virtuosa e la più pigra, aggiungendo anche una piccola componente di competizione».

Un modo per produrre energia pulita già in scena nella recente manifestazione per l’ambiente che ha ospitato la giovane attivista Greta Thumberg a Roma, che per Mulino ad Arte è frutto di un grosso lavoro di sviluppo durato un biennio e di importanti investimenti. «Il nostro obiettivo – dicono – è diffondere il più possibile questo format. È importante ricordare che offriremo una cosa unica oltre al nostro know how, ovvero un pacchetto completo che includerà non solo le biciclette ma il service audio-luci che funziona con il teatro a pedali. Potremo quindi realizzarlo ovunque, non ci sarà bisogno di nient’altro per gli utilizzatori, e aggiungeremo anche un supporto in comunicazione».

Il 4 maggio sarà dunque una giornata di teatro, sostenibilità ambientale e ciclismo, in cui Teatro a pedali si racconterà e in cui il pubblico sarà invitato a partecipare attivamente per alimentare il palco, una piccola provocazione che chiamerà tutti a faticare per poter godere dello spettacolo. Teatro a pedali non è, come ricordano gli organizzatori, uno spettacolo finito con un contenuto, ma un format, un’idea di condivisione di valori e stili di vita che uniranno i diversi momenti della giornata di presentazione.

«Tre saranno i mondi che abbiamo unito per il 4 maggio – sottolinea Daniele Ronco – scienza, sport e cultura. C’erano sinergie forti in mezzo a questo progetto». Non mancheranno infatti le collaborazioni con Bike Pride FIAB,mentre arriveranno a Torino il campione di ciclismo Claudio Chiappucci e la record woman Paola Gianotti, che ha fatto il giro del mondo in biciletta. Patron artistico della iniziative di lancio sarà Tullio Solenghi, sensibile alle tematiche ambientali e impegnato nel sociale. Altra collaborazione sarà quella con Fringe Festival, nel cui calendario è inserito Teatro a pedali: «abbiamo stretto questo accordo – dicono – nel segno della condivisone dei valori: Mulino ad Arte viene dalla cultura dal basso, siamo anche noi un po’ Fringe, ci diamo una mano reciprocamente». 

Il calendario completo dei momenti in cui si articolerà la giornata è online: dalle 15 fino alla sera: il 4 maggio sarà una giornata ricchissima che inizierà con una pedalata in partenza da Palazzo della Luce – luogo simbolico, già sede della società di fornitura elettrica e oggi simbolo di riconversione – e proseguirà con la possibilità di pedalare per accumulare energia con l’obbiettivo di illuminare tutto ciò che serve allo spettacolo serale. Una sfida non banale: una persona allenata produce infatti circa 100 watt costanti, equivalenti a qualche lampadina.

La prima tappa di Teatro a pedali sarà torinese: appuntamento il 9 giugno a Villa Sassi, ma è già in programma un tour, ancora in fase embrionale, che vedrà Teatro a Pedali arrivare in Sicilia durante l’estate. Il format è infatti esportabile ovunque: «la cosa bella è che Teatro a pedali non ha limiti di contenuti – spiegano da Mulino ad Arte: non costruiamo, o per lo meno non lo abbiamo ancora fatto, uno spettacolo ad hoc, per noi si può fare con tutto, e proporremo il format a enti e operatori che, come noi, vorranno provare una giornata a pedali».

Potrebbe interessarti anche: , Scene: teatro, musica e danza tra Rivoli e Avigliana. Il programma da Laura Morante a Michela Murgia , Accabadora: il best-seller di Michela Murgia a teatro con Anna della Rosa , Animali da palco e dove trovarli: a Torino una nuova rassegna di teatro a cura di Onda Larsen , Piemonte dal vivo: la stagione 2019/2020 è un caleidoscopio di spettacoli ed eventi , Underground: se a Torino il teatro si sposta in metropolitana

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.