Cultura Torino Venerdì 12 aprile 2019

I 50 anni dallo sbarco sulla luna al Planetario Infini.To di Torino: eventi e programma

Torino - «Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai, silenziosa luna?» si domandava Leopardi nel suo Canto notturno di un pastore errante dell’Asia. Il satellite della Terra non ha mai smesso di alimentare l’immaginario di poeti, artisti, ma anche scienziati. Ed è proprio da quella spinta insaziabile alla conoscenza che, il 20 luglio del 1969, la Missione Apollo11 portò sul suolo lunare i celeberrimi astronauti Neil Armostrong e Buzz Aldrin. Sono passati 50 anni da quella magica spedizione scientifica, e il Planetario di Torino Infini.To ha pensato a una rassegna allargata, iniziata già sul finire del 2018 e che si protrarrà fino all’autunno del 2019, per ripensare a quel momento caratterizzato da una straordinaria innovazione scientifica e dalla voglia di esplorare l’universo.

Ed è per una casualità fortuita che il programma del cinquantenario dell’allunaggio è stato presentato a Torino proprio nel giorno in cui le prime pagine dei quotidiani rilanciavano a gran voce la straordinaria scoperta astrofisica del 10 aprile 2019, la prima “fotografia” di un buco nero. Segno che il fascino per lo spazio, i suoi misteri e la sua vastità che sfiora la vertigine, non ha ancora smesso di alimentare i sogni di umanisti e scienziati.

Nel 50esimo anniverario del primo sbarco dell’uomo sulla Luna, le iniziative si rincorreranno in tutto il mondo e anche a Torino e in Piemonte grazie al programma di Infini.to, che ha in programma eventi sia presso la sede di Pino Torinese sia nella città di Torino e sul territorio, in collaborazione con Soci Fondatori e Partner. Tra questi, un tour di incursioni in città durante le quali, da marzo a luglio 2019, Infini.To arriverà a Torino per proporre dalle più belle piazze, dalle strade, dai parchi della città e in collegamento con il progetto del Comune delle osservazioni al telescopio. Questo il calendario: aprile, Piazza Vittorio Emanuele, maggio, Piazzale Valdo Fusi, giugno, Piazza Castello, luglio, Parco del Valentino, e in più presso il Museo A Come Ambiente (11 maggio), il Mausoleo della Bela Rosin (9 giugno), Palazzo Madama (14 giugno), San Mauro T.se (13 settembre) e Settimo T.se.

Le attività sono già iniziate e continueranno, all’insegna di quel sogno che cinquant’anni fa portò l’uomo sulla luna e, oggi, sta alimentando studi e ricerche che potrebbero preludere un domani all’esplorazione di Marte. Ci saranno per esempio vari spettacoli in Planetario per rivivere le tappe fondamentali delle missioni Apollo che 50 anni fa portarono l’uomo sulla luna: si parte il 18 maggio con La missione Apollo 10 – A un passo dalla Luna: prove generali attorno al nostro satellite e si prosegue in estate, il 21 luglio, con l’inaugurazione di Quel piccolo grande passo: nuovo spettacolo realizzato da Infini.to che ripercorre le fasi salienti sull’esplorazione lunare e sull’anniversario dell’allunaggio con una prospettiva sulle missioni future.

Con l’arrivo della bella stagione non mancheranno le rassegne di musica dal vivo e cinema all’aperto, naturalmente a tema luna. Artisti e generi musicali diversi si alterneranno per Songs fors Stars, mentre Cinema sotto le stelle includerà film proiettati all’aperto sulla suggestiva terrazza del Museo, ancora una volta a tema luna.

Non va dimenticato il legame storico di Torino con la Luna, osservata e studiata già nel diciannovesimo secolo da Giovanni Plana studiando le teorie gravitazionali, legame che si traduce oggi nei diversi centri di sviluppo di attività spaziale che puntano al futuro e, forse, a una riconquista della luna stessa. Al satellite sono infatti connessi non solo istanti ormai entrati nel mito collettivo, capaci di cambiare il mondo, ma uno sviluppo tecnologico accelerato iniziato proprio mezzo secolo fa grazie all’elettronica e all’informatica, sistemi assai più semplici allora rispetto a un oggi in cui la tecnologia complessa ha dimostrato di poter arrivare a studiare le onde gravitazionali.

Il palinsesto degli eventi di Infini.To non potrebbe non includere un’intera settimana dedicata alla luna, la Moon Week, che si svolgerà dal 16 al 21 luglio con osservazioni al telescopio, simulatori, approfondimenti scientifici, musica e letture per celebrare il satellite della Terra e le straordinarie imprese che lo hanno coinvolto 50 anni fa. Il 16 luglio proprio la luna sarà protagonista di un’eclissi, evento cui seguiranno serate letterarie, musica, sonorizzazioni con le note dei Pink Floyd e l’inaugurazione di un emozionante simulatore che permetterà l’esplorazione della superficie, accompagnata dal nuovo spettacolo in Planetario per sognare verso il futuro.

Ai piccoli saranno inoltre dedicati laboratori e visite speciali, tra cui la Notte al Planetario del 7 giugno,una intera notte in cui piccoli e grandi curiosi del cielo (6-11 anni, scuola primaria) si trasformano in giovani astronauti e insieme allo Staff ripercorrono le tappe fondamentali delle missioni Apollo

L’invito a partecipare alle attività di Infini.To è per tutti: chi non ha sognato almeno una volta, tra scienza e poesia, osservando meravigliato il cielo? Tutte le attività e le informazioni sono sul sito di Infini.To.

Potrebbe interessarti anche: , Pavese Festival 2019: il programma da Neri Marcorè a Enrico Rava , Primo Levi: cento anni il 31 luglio 2019. Gli appuntamenti internazionali , Mufant Torino: fantascienza, videogame e il Parco del fantastico di via Reiss Romoli , Biella cadidata a Città Creativa Unesco per l'artigianato , Camilleri, Primo Levi e il Salone del libro: Torino ricorda e omaggia lo scrittore

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.