Archivissima 2019: a Torino il festival degli archivi tra passato e futuro

Archivissima 2019: a Torino il festival degli archivi tra passato e futuro

Cultura Torino Giovedì 4 aprile 2019

Torino - Dopo un’edizione pilota del format inedito di un Festival degli Archivi, forte dell’interesse del pubblico e della risposta positiva di archivi e professionisti del settore, Archivissima torna per il 2019 con un programma sempre più grande e ricco che coinvolgerà in tante iniziative diverse tutta la città di Torino dal 12 al 15 aprile.

In un’epoca di grande sensibilità per i dati di archivio, il Festival, unico nel suo genere, si genera dalla necessità di dialogo tra la storia e l’attualità, sempre più urgente, e dall’esigenza di ragionamento e discussione sulla memoria, per capire e interpretare più limpidamente la realtà di oggi.

Centro nevralgico di Archivissima sarà il Polo del ‘900, ente custode delle storie e dei luoghi di Torino che ha per missione proprio la divulgazione del valore degli archivi, nell’idea che le testimonianze documentarie del passato siano un ponte verso il presente e la sua interpretazione. Parteciperanno, insieme al Polo, tutti gli archivi storici della città, nella volontà di coinvolgere sempre più i cittadini nella scoperta di un sistema di archivi gestiti con dedizione e scrupolosità allo scopo di conservare memoria. Una memoria ricchissima di storie e saperi, a disposizione di studiosi e cittadini per poter tornare nel passato, analizzarlo e trarne preziosi insegnamenti per il futuro e nuove forme di narrazione sotto forma di restituzione dei dati di archivio al pubblico.

Archivissima, in questo senso, non poteva che incontrare la mission del Polo del ‘900: «questa collaborazione è stata il risultato di un percorso naturale – ha infatti spiegato il direttore Alessandro Bollo – al Polo vivono atomi, bit, neuroni finalizzati ad attività di archivio che hanno lo scopo di sostenere la ricerca, stimolano la didattica, aiutano le persone a muoversi tra le storie e a creare nuovi immaginari. L’archivio è una creatura viva a disposizione per far sì che il passato risulti una cartina tornasole per il futuro. Ora che sembra vivere una nuova stagione, ha bisogno di superare delle barriere che sono fisiche, culturali, percettive: su queste barriere all’accessibilità e alla fruizione lavora il Polo, e Archivissima è solo un iceberg in un percorso più ampio. Gli archivi dovrebbero sempre infatti far parte della nostra vita perché aiutano a interpretare meglio il presente».

Tema dell’edizione 2019 sarà proprio il superamento delle barriere. Al Polo del ‘900 avrà sede la mostra Superachivi, che richiama il superamento delle barriere e l’eroismo degli archivisti: si tratta di un percorso curato da Viola Invernizzi e costruito sui tre anniversari del 2019: la caduta del muro di Berlino, l’allunaggio e il manifesto Futurista, per il quale sarà presente anche un bozzetto di Casorati. Intorno a questo excursus fatto di documenti e oggetti si svolgeranno poi molteplici attività didattiche, convegni e talk con grandi ospiti, senza dimenticare proiezioni e workshop, in un calendario fitto che darà a tanti la possibilità di vivere da vicino gli archivi e i professionisti che vi lavorano.

Non potrà infine mancare la Notte degli archivi, l’evento nocciolo dal quale Archivissima è partita qualche anno fa. Decine archivi cittadini, pubblici e privati, saranno coinvolti in un carosello di incontri, animazioni ed eventi alla presenza di molti personaggi noti tra i quali Diego De Silva, Nicola Lagioia, Giuseppe Culicchia, Michela Murgia. Da non dimenticare la sezione Extra, che coinvolgerà una quarantina di archivi torinesi tra tavole rotonde, mostre, visite guidate. Il programma completo di tutti gli eventi è online.

Parallelamente ad Archivissima la Nuvola Lavazza inaugura inoltre la prima mostra realizzata con il proprio archivio e visibile all’ingresso del Museo: L’enciclopedia è un gioco!, questo il titolo dell’esposizione che ruota intorno alle Figurine Lavazza. Si tratta di un patrimonio unico di tavole e dipinti originali mai esposto prima: ad accogliere i visitatori sarà un percorso che pesca dalle più di 1600 figurine pubblicate dal 1949 al 1969, una trovata pubblicitaria all’epoca in voga tra i più piccoli, un’enciclopedia dello scibile umano, come ha confermato Fabio Geda, presente all’inaugurazione della mostra. Tra le varie figurine, anche alcuni inediti, come i disegni per la missione Apollo 8, e una serie di tavole che andrà a completare Superarchivi, al Polo del ‘900.

L’aspetto didattico e le attività per le scuole e i più piccoli sono del resto centrali non solo nelle figurine Lavazza ma per lo stesso festival che, nell’ottica di avvicinare agli archivi per trovare risposte all’oggi e riscoprire la città, porterà anche i bambini alla scoperta del mondo dei documenti di archivio. È stato infatti indetto un contest che vedrà partecipare 32 classi e che ha visto lavorare i piccoli a contatto diretto con le fonti primarie, acquisendo così le basi di un metodo didattico incentrato sull’analisi critica mai così urgente come oggi, in un mondo invaso da dati digitali che spesso sfuggono all’archiviazione esponendosi ai rischi più diversi. La premiazione del concorso avverrà a Camera Centro per la fotografia contestualmente all’inaugurazione della mostra Nel mirino.

Come sempre, tutte le attività di Archivissima sono libere e gratuite. Oltre al programma della Notte degli archivi e alla mostra SuperArchivi, il Polo del ‘900 offrirà diversi laboratori e incontri, il programma anche in questo caso è interamente disponibile online.

Potrebbe interessarti anche: , 183 escursioni gratuite nel Parco del Gran Paradiso: un'estate sulle Alpi , Grand Tour: tra il Piemonte e la Valle d'Aosta alla scoperta del barocco , Giornate Fai di Primavera 2020 rinviate anche a Torino e in Piemonte , Il Politecnico di Torino su Topolino per raccontare le donne nella scienza , Mina: 80 anni celebrati a Torino con una rassegna e un convegno internazionale

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.