Cinema Torino Venerdì 29 marzo 2019

Cartoons on the Bay 2019: terza edizione a Torino per la vetrina internazionale dell'animazione

Torino - Rai Com e Torino. Un sodalizio sempre più stretto che quest’anno, il terzo consecutivo, porterà in città Cartoons on the Bay. La manifestazione, giunta alla 23a edizione, è la più importante vetrina nazionale per l’animazione, con proiezioni gratuite e incontri dedicati agli addetti ai lavori. Saranno il Cinema Ambrosio e il Museo del Risorgimento a ospitare l’evento dal 10 al 14 aprile, con tre anteprime. Si tratta di A spasso con Willy, Il ragazzo che diventerà re e Dilili a Parigi. Produzioni che usciranno nelle sale, le prime due il 18 aprile, l’ultima il 24.

Dieci, poi, i titoli del concorso internazionale, al quale si aggiungono tre retrospettive. Una su Michel Ocet, già vincitore del Pulcinella alla Carriera, che sarà omaggiato con la proiezione di quattro suoi film, i due di Kiriku, Principi e principesse, Azur e Asmar. Un altro grande animatore, Bill Plympton, sarà oggetto di un secondo omaggio con altre quattro opere, mentrel’ultima retrospettiva sarà dedicata alla Marvel. In programma due episodi della serie di Spiderman e due di Avengers Assemble. Ma c’è anche un’altra sorpresa per il pubblico della kermesse, perché un omaggio a Topolino, con cortometraggi a colori e in bianco e nero, completerà il programma.

Un programma che, peraltro, si arricchisce di due mostre al Centro di produzione Rai di via Verdi 14, che apriranno entrambe l’11 aprile (resteranno allestite fino al 15 maggio). È di nuovo Topolino a essere protagonista, in occasione del suo compleanno, con Storia di una popstar, mentre un’altra esposizione celebra la nascita della graphic novel con Dragonero. Domenica 14 aprile, poi, piazza San Carlo ospiterà dalle 10 una giornata di animazione e sport organizzata dal Cus Torino con Rai Com, Rai Ragazzi, Film Commission e Fip. Il party ufficiale è invece in programma sabato 12 aprile all’Esperia, che ha ospitato anche la conferenza stampa di presentazione, a partire dalle 23.

«Il festival – commenta Antonella Parigi, assessore alla cultura della Regione Piemonte – si conferma come un’occasione preziosa per valorizzare gli operatori locali, offrendo anche a professionisti, studenti e cittadini un’opportunità di arricchimento culturale». Ed è anche un segnale per la città, che sempre più intende rafforzarsi come punto di riferimento per il settore dell’animazione, come spiega anche Paolo Damilano, presidente di Film Commission. «La strategia di rafforzamento intrapresa tre anni fa – aggiunge – ha mostrato concretezza e risultati in continua crescita, anche grazie al ruolo di raccordo tra festival, territorio e comparto svolto da Film Commissione e Fip».

E sono diverse le attività aperte al pubblico, come emerge dal programma, che hanno reso questo evento non soltanto un appuntamento per gli operatori del settore, ma un elemento di richiamo per gli spttatori. «Una delle novità di questa edizione – conclude Paolo Tenna, ad di Fip – è Funny Faces, sportello rivolto a giovani autori piemontesi under 35 per apprendere dinamiche e peculiarità della scrittura comica, in vista di un incontro con i referenti di Rai Ragazzi. Confermato anche Aperitoon, networking cocktail per gli operatori che viene aperto alla Città come momento di intrattenimento».

Potrebbe interessarti anche: , Cinemambiente 2019: a Torino la 22esima edizione del Festival di cinema ambientale , Enrico Bisi nuovo direttore di Sotto18 Film Festival & Campus , Wake Up Europe Festival: la prima edizione a Torino tra film e dibattiti. Il programma , Torino Factory 2019: troupe, tutor e circoscrizioni coinvolte , Piemonte Documenteur Film Fest 2019: il mockumentary invade le Langhe. Come partecipare

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.