Concerti Torino Lunedì 11 marzo 2019

Torino Jazz Festival in Piemonte: il programma 2019, da Fred Wesley a Frankie Hi NRG

Torino - Sarà un’edizione numero zero, ma ricca di un programma solido e di tante idee nate dalla condivisione di un metodo di lavoro ormai affermatosi come vincitore grazie al successo del Torino Jazz Festival. Il Jazz infatti, in una sorta di anteprima regionale del grande appuntamento con la musica jazz nel capoluogo, si sposta in tutto il Piemonte per un programma che si estenderà dal 16 marzo al 21 aprile e che scalderà l’atmosfera permettendo a tanti grandi nomi della musica internazionale e a produzioni targate Tjf di circuitare e raccogliere l’interesse del pubblico.

Il progetto ha preso vita grazie alla collaborazione tra la Fondazione Piemonte dal Vivo e la Città di Torino con il Torino Jazz Festival: anche in questo caso infatti la direzione artistica è a cura di Diego Borotti e Giorgio Li Calzi, ed è realizzata con il supporto della Fondazione per la Cultura Torino e il concorso attivo di Piemonte Jazz.

Tutti insieme per coinvolgere location diverse, come ha sottolineato Matteo Negrin, direttore di Piemonte dal vivo: «vorrei sottolineare la filosofia con cui abbiamo gestito questa iniziativa – ha spiegato – da un lato ci piacerebbe garantire la circuitazione di alcuni prodotti originali nati a Torino in ambito regionale, dall’altra sappiamo che il jazz ha una rete viva da tempo, e vorremmo garantirle una solidità maggiore. Quello che contraddistinguerà il Torino Jazz Festival in Piemonte, in stretto legame con il festival torinese, è la proiezione schiettamente internazionale, vocazione di una musica che da sempre attraversa i confini».

Tra i successi appena ottenuti dalla rete che gestisce il Torino Jazz Festival in Piemonte c’è già da annoverare un primo scavalcamento del confine grazie a una partnership con il Jazz and Blues Festival di Edimburgo, che ospiterà un focus dedicato al jazz piemontese cercando così di aprire uno spazio di scambio e dialogo tra mondi musicali e maestranze organizzative.

Soddisfatta della collaborazione la città di Torino, che attraverso la sua assessora alla cultura Francesca Leon ha espresso un parere positivo sulla nuova collaborazione tra Comune e Regione nel segno della valorizzazione del territorio. «Piemonte dal vivo insieme ai direttori artistici hanno trovato degli elementi che renderanno questa anteprima piemontese davvero importante – ha detto la Leon – questo accade perché è stato utilizzato lo stesso metodo di lavoro del Tjf, cioè fare rete sul territorio creando una piattaforma di collaborazione che annulla i confini, proprio come nel jazz. Non ha infatti senso che ce ne siano tra capoluogo e regione, e speriamo che questi appuntamenti trovano l’apprezzamento del pubblico».

Tra reti locali e reti intersettoriali si muove da sempre la Fondazione Piemonte dal vivo, nata con un’anima spiccatamente teatrale ma oggi diventata un area aperta a tutto il mondo dello spettacolo, dalla danza al circo alla musica non solo classica, come ha confermato l’assessore regionale alla cultura e turismo Antonella Parigi: «siamo stati la prima giunta regionale a mettere insieme cultura e turismo in modo proficuo – ha ricordato – oltre al lavoro di promozione, ogni occasione culturale promuove le città e il territorio, e il protocollo con Edimburgo ne è la conferma. Novara quest’anno ospiterà inoltre il Forum Europeo del jazz, è un anno fortunato per il Consorzio Piemonte jazz e per tutta la regione».

La grande macchina del Tjf non poteva infatti essere limitata alla settimana di musica torinese, così come hanno confermato i direttori artistici del Torino Jazz Festival in Piemonte, Diego Borotti, Giorgio Li Calzi e Fulvio Albano, che su questa edizione numero zero puntano a sviluppare un nuovo approccio tra il jazz e il suo pubblico, cercando di intercettare le nuove esigenze di ascolto e le nuove tendenze del jazz, sempre legato alle radici afroamericane ma ormai attento a direzioni insolite e innovative. Nasce da queste considerazioni il programma variegato che percorrerà il Piemonte.

Si parte il 16 marzo dal Teatro Coccia di Novara con il trio Alessandro Giachero Danse, per proseguire il 22 marzo al Teatro Fassino di Avigliana con Fred Wesley, l’architetto del funk, e allo spazio Hydro di Biella con Nubya Garcia, talento della new wawe londinese. Domenica 24 marzo tocca alla giovanissima e talentuosa Rita Payés accompagnare il trio di Massimo Faraó al Teatrino Civico di Chivasso. Frankie hi-nrg mc & AljazZeera sono i protagonisti, al Toselli di Cuneo mercoledì 27 marzo, di una serata dalle forti contaminazioni musicali in cui si mescolano rap e jazz-rock. Venerdì 29 marzo il Teatro Sociale di Valenza ospita la tromba di Fabrizio Bosso e il Guidi American Quintet, mentre il Diqui di Vercelli apre il suo spazio al trio Noborder con Petrella, Cappellato e Ranghino. Giovedì 4 aprile, Louis Sclavis, uno dei grandi protagonisti della musica improvvisata europea, è al Teatro la Fabbrica di Villadossola per sperimentare con Federico Marchesano brani musicali che abbracciano il minimalismo, la psichedelia, il rock e il jazz disegnando nuovi paesaggi sonori.   TJF Piemonte ritorna a Valenza il 5 aprile, dove il trio di Andrea Pozza incontra Harry Allen. Lo stesso giorno ad Asti nello spazio Fuoriluogo quattro giovani musicisti incontrano un musicteller, per un concerto-racconto sui brani che hanno cambiato il nostro immaginario collettivo. Doppio appuntamento al Teatro Parvum di Alessandria sabato 6 aprile con Mattia Chiappin Quartet e Spigoli Trio. Giovedì 11 aprile, la Torino Jazz Orchestra diretta da Fulvio Albano, con ospiti d’eccezione quali Dusko Gojkovic, Dino e Franco Piana, sale sul palco del Teatro Alfieri di Asti per un tributo al maestro astigiano Gianni Basso. Il giorno seguente, venerdì 12 Aprile al Teatro Rosmini di Borgomanero, va in scena Venere, un elogio alla figura della donna attraverso alcuni brani preceduti da brevi letture. TJF Piemonte si conclude aBardonecchia il 21 aprile con Gian Luigi Carlone, Giorgio Li Calzi e Johnson Righeira per un trio improbabile e radicale.

Fulvio Albano ha sottolineato la centralità del Consorzio Piemonte jazz, l’associazione di rete che punta alla valorizzazione delle molteplici iniziative legate al jazz in Piemonte. Torino infatti ha una storia antica legata alla musica d’oltreoceano, e scavando se ne scoprono origini lontane, fin dagli anni ’20 e da quella tappa italiana che nel 1935 vide Louis Armstrong esibirsi sotto la Mole. Torino Jazz Festival potrebbe, nel segno della valorizzazione del territorio regionale, diventare qualcosa di molto simile a Umbria Jazz, con un profilo riconoscibile anche a livello internazionale, frutto della collaborazione già attiva tra Piemonte dal vivo e La via del jazz, nata per riscoprire i luoghi del Piemonte dove si fa jazz. «Si tratta di un programma che potrebbe creare meccanismi virtuosi anche per l’identità del jazz, che sta cercando nuove strade – ha ricordato Albano – il jazz non ha mai perso le proprie radici e questa edizione zero tiene insieme tradizione e rispetto per i padri fondatori, pensiamo all’omaggio a Gianni Basso nel decennale della scomparsa, ma anche le nuove strade che si aprono, offrendo al pubblico un calendario variegato: il jazz esiste storicamente nella sua contemporaneità, questo è ciò che sta accadendo».

Un jazz dinamico, di volta in volta radicato nelle culture locali: è questo innesto a cui il Torino Jazz Festival Piemonte punta, mescolando radici e parte evolutiva e restituendone l’intreccio come processo culturale, un jazz che, come ha ricordato Borotti, usa le produzioni locali e fa esperimenti, condivisioni, in rapporto simbiotico con il territorio e la sensibilità locale, generando una piattaforma che, in futuro, potrebbe riservare importanti novità.

falsefalsefalseITX-NONEX-NONE

Questo il programma di Torino Jazz Festival in Piemonte:

Sabato  16 marzo ore 21
Alessandro Giachero Danse
Teatro Piccolo Coccia - Piazza Martiri della libertà 2, Novara
prevendita online e in teatro secondo gli orari di biglietteria, mail.

venerdì 22 marzo ore 21
Fred Wesley Generations
Teatro E. Fassino – Via IV novembre 19, Avigliana (TO)

venerdì 22 marzo ore 21.30
Nubya Garcia

Spazio Hydro - ViaSerralunga 31, Biella
prevendita su online e la sera del concerto, mail

domenica 24 marzo ore 21
Massimo Faraò Trio Presents Rita Payés
Teatrino Civico – Piazza Generale Dalla Chiesa, Chivasso (TO)
info e prenotazioni via mail

Mercoledì 27 marzo ore 21
Frankie Hi-NRG Mc & Aljazzeera
Teatro Toselli - Via Teatro 9, Cuneo
prevendita presso l’Ufficio Spettacoli ein teatrola sera del concerto
info Ufficio Spettacoli Comune di Cuneo 0171/444812

venerdì 29 marzo ore 21.15
Not A What Bosso - Guidi American Quintet
Teatro Sociale - Corso Garibaldi 58, Valenza (AL)
prevendita in teatro secondo gli orari di biglietteria
info0131/920154 339/3498389

venerdì 29 marzo ore 21.30
Noborder Petrella - Cappellato - Ranghino
Diqui | Ex padiglione 18 - Corso Giuseppe Garibaldi 96, Vercelli
prevendita online e la sera del concerto, mail

giovedì 4 aprile ore 21.00 Teatro La Fabbrica
Federico Marchesano Atalante Feat. Louis Sclavis
Teatro La Fabbrica - Corso Italia 13, Villadossola (VB)
prevendita online e in teatro secondo gli orari di biglietteria e la sera del concerto
info 0324 575611

ven 5 aprile ore 21.15
Andrea Pozza Trio Meets Harry Allen
Teatro Sociale - Corso Garibaldi 58, Valenza (AL)
prevendita in teatro secondo gli orari di biglietteria
info0131/920154 339/3498389

Venerdì 5 aprile ore 21.30
Black Hi(T)Story Revisited - Slwjm + Federico Sacchi
FuoriLuogo - Via Govone 15, Asti
vendita la sera del concerto, mail

sabato 6 aprile ore 21
Jazz Al Parvum
Teatro Parvum - Via Giuseppe Mazzini 85, Alessandria, info e prenotazioni via mail

giovedì 11 aprile ore 21
Tribute To Gianni Basso
Teatro Alfieri - Via Teatro Alfieri 2, Asti
prevendita in teatro secondo gli orari di biglietteria e la sera del concerto, info 0141/399040

venerdì 12 aprile ore 21
Venere
Teatro Rosmini - Via P. Fornari 16, Borgomanero (NO)
prevendita online e in teatro secondo gli orari di biglietteria

domenica 21 aprile ore 21
Italiani
Palazzo delle Feste -Piazza Valle stretta 1, Bardonecchia (TO)
prevendita Ufficio del Turismo di Bardonecchia e in teatro la sera del concerto
mail, 0122/99032

Potrebbe interessarti anche: , Festival alta felicità: programma e concerti 2019 con Finardi, PFM, Alborosie , Giorgio Li Calzi: «Chamoisic, un festival che incontra il territorio» , Apolide Festival 2019: dai Tre Allegri Ragazzi Morti a Franco 126, il programma completo , Piovono Salsicce 2019: il Grill Music Festival di Torino con Lou Dalfin, Bluebeaters, Modena City Ramblers , Todays Festival 2019 a Torino: musica oltre i confini da Beirut a The Cinematic Orchestra. Programma e concerti

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.