Cosa fare e dove andare a Torino per la Festa della donna

Attualità Torino Martedì 5 marzo 2019

Cosa fare e dove andare a Torino per la Festa della donna

Altre foto

Torino - Mimosa, simbolo italiano per festeggiare l’8 marzo, ma in quanti sanno che questo fiore, che sboccia proprio intorno ai primi di marzo, fu scelto nel 1946, primo anno in cui l’Italia celebrava ufficialmente la ricorrenza? E in quanti, ancora, conoscono la storia di questa giornata, storicamente dedicata alla riflessione sui diritti femminili? Ripercorrere all’indietro la storia dell’8 marzo significa incontrare lotte per conquiste politiche e sociali delle donne di tutto il mondo, in un grande movimento contro le discriminazioni che oggi è ripreso dalla rete Non una di meno, pronta a scendere in piazza proprio l’8 marzo 2019 con il suo Lotto marzo, uno sciopero che vedrà incrociare le braccia di tante donne, in tutti i settori del mondo del lavoro in ottica transfemminista.

La Giornata Internazionale della Donna viene battezzata ufficialmente negli Stati Uniti il 28 febbraio del 1909 grazie al Partito Socialista americano. Solo molti anni dopo, in seguito alla Seconda Guerra Mondiale, la ricorrenza fu collegata al tragico incendio in una fabbrica di New York che portò alla morte di tantissime operaie donne. Ed è necessario invece andare in Russia per trovare l’origine dell’8 marzo, giorno in cui, nel 1917, le donne di San Pietroburgo si mobilitarono per la rivoluzione russa. Tornando all’Italia, la ricorrenza vede la luce nel 1922, in epoca fascista, riuscendo dunque a rafforzarsi solo nel 1945 con la Giornata della Donna festeggiata nelle aree dell'Italia già liberata dagli Alleati.

E oggi? A Torino e in Piemonte sono tante le occasioni per non dimenticare la storia ormai secolare di una giornata fondante per la vita quotidiana di oggi, la cui centralità non smette di accendere i riflettori su un tema sempre attuale.

La Città di Torino approfondirà il tema con una serie di incontri pensati appositamente per l’occasione. Tra i numerosi, ci sono quelli allestiti insieme alle case del quartiere della città. Monumentale dimenticanza è la performance urbana che prenderà vita nella mattinata del 7 marzo in piazza Carlina – nome che i torinesi danno alla centrale Piazza Carlo Emanuele. Sotto il monumento al Conte Cavour, circondato da donne su cui la coppia del giallo Fruttero & Lucentini scherzò con ironia in A che punto è la notte, statue “umane” di celebri donne prenderanno la parola per raccontare la loro storia e rivendicare l’importanza di un monumento. Il progetto proseguirà in tutta Italia con diverse tappe. A proposito di donne e storia, al Museo Storico Reale Mutua l’8 marzo Alice Basso e le Soundscape 2.0 interpreteranno con parole e musica il racconto Signorina Bertero, dattilografa, occasione per visitare il Museo e scoprire la storia della prima donna impiegata di Reale Mutua.

Festa della donna tra le stelle e i pianeti al Planetario di Torino Infini.To, con lo speciale Universo al femminile, viaggio alla scoperta di illustri scienziate con una speciale conferenza-spettacolo. Sempre venerdì 8 marzo alle 21 al Circolo dei lettori torna il Quizzettone letterario Che pacco leggere a cura di Giulia Muscatelli e Libreria Therese, in occasione della festa della donna. Il tema è La furia delle donne.  Assassine, folli, criminali, nel corso dei secoli, le donne hanno dimostrato di essere capaci di ogni cosa. L’8 marzo la serata sarà dedicata proprio a loro: le femmine più crudeli e spietate della storia. Dalla letteratura alla cronaca, passando per cinema e serie tv: un gioco per scoprire quanto malvagie e feroci possono essere (anche) le donne: gli ottanta aspiranti vincitori saranno divisi in quattro squadre, per iscriversi bisogna mandare una mail entro il 6 marzo e inserire come oggetto Iscrizione quizzettone, nel corpo della mail il nome e, nel caso, il nome dell’altra persona che si desidera portare con sé. L’iscrizione è valida non appena si riceve una mail di conferma. Alla fine, sono assicurati premi, e se non basta dalle 19.30 c’è l’aperitivo al bar del Circolo dei lettori.

Alla libreria Il Ponte sulla Dora Add editore e la scrittrice Giusi Marchetta animeranno insieme un nuovo appuntamento del Tavolo delle Ragazze proprio in occasione dell’8 marzo: sarà una speciale “piazza” di incontri dedicata alle ragazze e a quante donne, giovani e non solo, siano interessate a discutere il tema del femminismo oggi e il loro rapportarsi all’essere donna. L’incontro si sviluppa a partire dal libro Tutte le ragazze avanti, antologia che raccoglie scritti e riflessioni che ruotano intorno al tema, oggi di stretta attualità tra fatti di cronaca e rappresentazioni mediatiche del corpo della donna.

Non mancheranno le iniziative in chiave femminile nei musei. La Fondazione Torino Musei offre infatti ingressi gratuiti e visite guidate a tema nelle tre strutture del Museo di Arte Orientale, Galleria d’arte Moderna e Palazzo Madama, per un 8 marzo all’insegna della cultura che coinvolgerà anche la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e le sue diverse mostre in corso. Giornata dedicata alle donne anche al Mauto, e al Museo del Risparmio con un incontro dedicato alle donne. Ingresso gratuito al Museo Nazionale del Cinema, al Museo del Risorgimento, al Museo di anatomia umana e al Museo Lombroso per tutte le donne, e ancora al Museo Egizio, mentre allaFondazione Accorsi Ometto alle donne sarà dedicata una visita speciale con ingresso ridotto.

La scena dei teatri non sarà da meno l’8 marzo: al teatro Vittoria si svolgerà uno speciale concerto per la Festa della Donna con l’Orchestra da Camera Giovanni Battista Polledro, al Cecchi Point serata “pink” con l’improvvisazione teatrale. Per la stagione di Palcoscenico Danza al Teatro Astra sarà in scena Fury Tale, mentre al Polo del 900 sarà Gian Piero Alloisio il protagonista di Ragazze coraggio. Festa della donna e della Resistenza, spettacolo di teatro-canzone promosso dal XIV Festival Pop della Resistenza, dedicato a don Gian Piero Armano. Il 9 marzo per Rivolimusica, Voci di donne: l’altra metà della musica, con il Duo Misia.

Anche Poste Italiane celebrerà la Giornata Internazionale della Donna con uno speciale annullo che potrà essere richiestovenerdì 8 marzo 2019 dalle 8.20 alle 13.35allo “Spazio Filatelia Torino” in Via Alfieri, 10 a Torino.

Per conoscere altre donne della storia di Torino, c’è il tour speciale proposto da Somewhere, che porterà alla scoperta di intrighi, magie e gossip sulle donne più importanti della storia della Città.

Iniziative a Pino Torinese e Chieri, come la speciale mostra dedicata a una donna del mondo letterario poco conosciuta ma centrale, Ada Gobetti, moglie del ben più noto Piero Gobetti, allestimento visitabile fino al 16 marzo.

Se infine l’8 marzo vorrete prendervi una serata libera per festeggiarvi, potreste semplicemente approfittare dei tanti spettacoli e appuntamenti live di Torino: avete già controllato il calendario dei teatri e dei concerti

Potrebbe interessarti anche: , Sciopero per il clima: a Torino migliaia in strada. Gli Eugenio in via di Gioia invitano a piantare alberi , Imbianchini a Torino: come scegliere gli esperti giusti in edilizia , Dinner in the Sky: a Carmagnola arriva il ristorante tra le nuvole. Prezzi, informazioni e orari , Un Po d'aMare: Torino parte dal fiume per aiutare l'ambiente , Ovada incontra il Piemonte, nella tenuta di Casa Wallace degustando vini e piatti regionali

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.