I Savoia. La Serie: vince il contest la francese Madama Reale, prossimanente in produzione - Torino

I Savoia. La Serie: vince il contest la francese Madama Reale, prossimanente in produzione

Cultura Torino Venerdì 22 febbraio 2019

Laura Piani e Tara Mulholland

Torino - È stato svelato nel pomeriggio del 22 febbraio a Palazzo Madama il il miglior progetto di serie del contest I Savoia. La serie. Il vincitore è Madama Reale, alle cui autrici francesi - Laura Piani e Tara Mulholland  - va il riconoscimento di 50.000 euro utili a sviluppare il concept della serie, che vede la madama reale Maria Giovanna al centro della vicenda. La Società di Produzione francese Les Films D’Ici e la piemontese Lume acquistano i diritti per lo sviluppo della Serie.

«Un percorso intenso e stimolante quello che ha contraddistinto il Contest Savoia, permettendoci di individuare come vincitore un progetto di solido valore editoriale scritto da due talentuose sceneggiatrici francesi - questo è il commento di Paolo Tenna, AD di Fip Film Investimenti Piemonte - In questi mesi abbiamo incontrato numerose Società di Produzione pronte ad accogliere la sfida di acquisire uno dei progetti finalisti: l’interesse mostrato dall’Industry è andato al di là di ogni aspettativa: crediamo di aver individuato un forte connubio tra scrittura e produzione, affidando il percorso produttivo del più internazionale dei progetti al duo di produttori de Les Film D’Ici e Lume».

Lanciato nell’autunno 2017 da Film Commission Torino Piemonte, FIP Film Investimenti Piemonte e Regione Piemonte – il Contest si è rivolto a sceneggiatori di tutta Europa al fine di selezionare il miglior concept per una Serie TV di alto profilo storicamente ambientata nell’epoca della dinastia Savoia e capace di valorizzare la storia del territorio piemontese e il circuito delle residenze reali.

Il bando è stato promosso su scala europea e ha registrato grande interesse e partecipazione: individualmente o in gruppo, sono stati 247 gli autori che hanno preso parte al contest, presentando un numero finale di 150 concept di serie – il 10% dei quali stranieri. Nei mesi successivi un comitato editoriale prima e un comitato scientifico poi – composto, tra gli altri, dallo storico Gianni Oliva e dal Vice Presidente di FCTP Domenico De Gaetano - hanno letto e analizzato i progetti, determinando un numero di finalisti poi presentati all’Industry alla Mostra del Cinema di Venezia e a MIA Mercato Internazionale dell’Audiovisivo.

«Sono estremamente soddisfatto dell’esito dell’intero progetto, così come della scelta finale effettuata: in Madama Reale si ritrova quel respiro europeo che era uno dei primari obiettivi del Contest Savoia - spiega il Presidente di Film Commission Torino Piemonte Paolo Damilano a chiusyra dell’iniziativa che entra ora concretamente in sviluppo produttivo - FCTP conferma, attraverso il Contest, la propria capacità di agire e intervenire a diversi livelli dell’Industry, ampliando e diversificando sempre più il proprio mandato di sostegno alla produzione»

«Il contest è stato in grado di generare grande interesse, a livello nazionale e internazionale, a conferma del fatto che i temi e le modalità che abbiamo messo in campo hanno incontrato quelli del mondo delle produzioni seriali - dichiara Antonella Parigi, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte - Un risultato importante anche per le ricadute che potrà avere nella valorizzazione del patrimonio regionale legato alla dinastia dei Savoia, a partire dalla residenze reali, che era e rimane uno dei nostri obiettivi primari: credo infatti che le storie e le modalità espressive della serialità siano in grado di creare fascino e interesse per un territorio in modo più incisivo ed esteso rispetto alle forme tradizionali di promozione e possano integrarsi a queste in modo vincente. Intanto complimenti ai vincitori del contest, e buon lavoro!». 

Commenti alla serie Madama Reale, convincente proprio per la capacità di unire la grande epica storica e televisiva con temi e linguaggi di grande attualità, da parte del curatore del Contest Piero Bodrato, che aggiunge: «La vita di Maria Giovanna di Nemours viene raccontata nella cornice di una serie di lettere tra una madre e una nipote, che sviluppano apertamente il difficile rapporto tra genere, potere e sentimenti privati; un tema centrale per comprendere l’originalità delle figure storiche delle Madame Reali e che al tempo stesso risuona con sempre maggiore importanza nel mondo contemporaneo». 

E mentre la serie andrà in lavorazione, per chi non conoscesse la biografia e la straordinaria storia delle Madame Reali, tra cui proprio Maria Giovanna di Nemours, è sempre possibile visitare, fino al prossimo 6 maggio, la grande mostra Madame Reali ospitata a Palazzo Madama: un salto indietro nei fasti delle corti seicentesche alla scoperta di due donne di spicco della storia piemontese e della dinastia Savoia. 

Potrebbe interessarti anche: , 183 escursioni gratuite nel Parco del Gran Paradiso: un'estate sulle Alpi , Grand Tour: tra il Piemonte e la Valle d'Aosta alla scoperta del barocco , Giornate Fai di Primavera 2020 rinviate anche a Torino e in Piemonte , Il Politecnico di Torino su Topolino per raccontare le donne nella scienza , Mina: 80 anni celebrati a Torino con una rassegna e un convegno internazionale

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.