Luci d'artista e incontri illuminanti con l'arte contemporanea a Torino. Il programma

Luci d'artista e incontri illuminanti con l'arte contemporanea a Torino. Il programma

Cultura Torino Martedì 19 febbraio 2019

Torino - Il progetto Incontri illuminanti con l'arte contemporanea - collegato alla XXI edizione di Luci d’Artista ha come obiettivo la promozionedi dibattiti e interventi educativi-formativi di avvicinamento e comprensione dell’arte contemporanea partendo dalla valorizzazione del patrimonio pubblico e in particolare dalle opere luminose di Luci d’Artista. La ‘luce’ se considerata come elemento di costruzione architettonica e percettiva può contribuire alla rigenerazione degli spazi pubblici urbani, coinvolgendo attivamente anche i cittadini nei processi creativi.

La Città di Torino ha maturato, nell’ambito degli allestimenti luminosinegli spazi pubblici, una grande esperienza apprezzata a livello nazionale e internazionale e, oltre a essere stata co-fondatrice nel 2002 ed essere tutt’ora membro attivo della rete mondiale LUCI (Lightling Urban Community International), coordina il Gruppo di Lavoro sull’Arte Pubblica all’interno del Forum Cultura della Rete EUROCITIES.

Il programma della prima edizione di Incontro illuminanti con l’Arte Contemporanea ha preso spunto dai contenuti proposti dall’opera di Luci d’Artista My noon di Tobias Rehberger (un originale orologio luminoso a sistema binario) quest’anno collocata nel cortile della scuola elementare Carlo Collodi nella Circoscrizione 8. Il tema guida della proposta educativo-artistico-culturale è stato "il tempo: nell’arte contemporanea e nel quotidiano".

Insegnanti e studenti hanno partecipato a percorsi formativi, laboratori e itinerari realizzati con il Dipartimento Educazione dellaGAM e con le Attività Educative e Formative del PAV, al fine di consolidare la collaborazione Scuola – Museo – Territorio.  Il percorso, avviato lo scorso autunno, si conclude ora con il ritorno per la seconda volta a Torino di Tobias Rehberger.    

L’artista, giovedì 21 febbraio, dopo aver partecipato alle ore 15.30 alla GAM all’inaugurazione della mostra dei Diari Illuminanti - elaborati creativi realizzati in questi mesi da 700 allievi di 35 classi delle scuole della Circosrizione 8 -, si sposterà nel Salone d’onore dell’Accademia Albertina di Belle Arti dove, a partire dalle 17.30, dialogherà con docenti studenti, genitori e cittadini interessati a conoscere la sua visione artistica.

Sempre nell’ambito degli Incontri Illuminanti con l’Arte Contemporanea, venerdì 22 febbraio, a partire dalle 17.30, Nicola De Maria, autore della Luce “Regno dei fiori: Nido cosmico di tutte le anime” sarà presente a un incontro nell’Hotel NH Collection Torino in piazza Carlina, dove è ancora possibile, fino a fine mese, ammirare la sua opera.

De Maria scrive: «Non ci si rende mai conto di quanto si voglia bene ad un luogo, non si capisce mai abbastanza quanto esso sia ricco: riflettendo sull’opera di luce ho capito il mio amore per Torino. Io vedevo le cornucopie della piazza diventare fiori magici del cielo, lasciati sulla terra per consolare e rallegrare le donne e gli uomini che vivono in questa Città».

L’appuntamento, organizzato dalla Città con il network indipendente NESXT, a cui parteciperà l’assessora alla Cultura Francesca Leon, sarà moderato da Olga Gambari (Direttrice Artistica NESXT) e coinvolgerà operatori, curatori e artisti che progettano interventi creativi utilizzando la luce (e il buio) come elemento per rileggere e rigenerare gli spazi urbani, oltre ai cittadini.

Parteciperanno con le loro esperienze, Silvano Cova (Torino) - Ingegnere scenotecnico, progettista e direttore lavori per l’allestimento delle opere di Luci d’Artista gestite dal Teatro Regio di Torino; Francesca Comisso e Luisa Perlo di a.titolo (Torino) organizzazione che cura e produce progetti d’arte nello spazio pubblico, interventi context-specific ecc.; Simona da Pozzo di Borderlight (Milano) un insieme eterogeneo di artisti, designer e curatori che ha come campo d’azione arte, socialità e spazio pubblico; Marco Trulli e Pasquale Altieri di Cantieri d’Arte (Viterbo) - una piattaforma di Arte Pubblica di ricerca attiva sul campo; Claudio Galligani di dell’associazione Spichisi (Pistoia) chesi occupa dal 2013 di riscoperta, riqualificazione e rigenerazione urbana.

Sabato 23 e domenica 24 febbraio alla GAM si svolgeranno attività gratuite rivolte alle famiglie. Sono state già registrate 900 adesioni tra bambine e bambini e loro familiari. Per info mail – tel. 011-4429544

Calendario:

Esposizione dei Diari Illuminanti 21/24 febbraio - GAM Area Education
mostra e attività gratuite per le famiglie

Giovedì 21 febbraio - ore 15.30, inaugurazione con Tobias Rehberger
GAM Area Education - ingresso libero, su prenotazione
Per info mail – tel. 011-4429544

Incontro illuminante con Tobias Rehberger
Giovedì 21 febbraio -  ore 17.30
Salone d'onore dell'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino
via Accademia Albertina 6 - ingresso libero

Incontro illuminante con Nicola De Maria
Luce e comunità nel teatro urbano pubblico
Venerdì 22 febbraio - ore 17.30
Hotel NH Collection Torino
Piazza Carlo Emanuele II, 15 - ingresso libero

Incontro illuminante al PAV
Dialogo con le insegnanti delle classi che hanno partecipato al percorso con le Attività Educative e Formative del PAV
Mercoledì 13 marzo - ore 16
PAV Parco Arte Vivente
via Giordano Bruno 31 - ingresso libero

Potrebbe interessarti anche: , 183 escursioni gratuite nel Parco del Gran Paradiso: un'estate sulle Alpi , Grand Tour: tra il Piemonte e la Valle d'Aosta alla scoperta del barocco , Giornate Fai di Primavera 2020 rinviate anche a Torino e in Piemonte , Il Politecnico di Torino su Topolino per raccontare le donne nella scienza , Mina: 80 anni celebrati a Torino con una rassegna e un convegno internazionale

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.