Brutto: da Torino a Sanremo, il collettivo artistico celebra Mike Bongiorno

Brutto: da Torino a Sanremo, il collettivo artistico celebra Mike Bongiorno

Cultura Torino Lunedì 4 febbraio 2019

Torino - «Bongiorno, sono Mike e sono tornato»: così il collettivo artistico torinese Simplification art saluta Sanremo nella settimana più mediatica dell’anno per la cittadina ligure, che dal 5 al 9 febbraio si trasformerà nel tempio della musica con la 69esima edizione del Festival della Canzone Italiana.

Mentre risplendono le luci intorno al Teatro Ariston e si fa grande la curiosità per lo show che vedrà sul palco Claudio Baglioni, Claudio Bisio e Virginia Raffaele, pronti a dare spazio alle 24 canzoni in gara (a proposito, avete già dato un’occhiata alla pagella testi di Mentelocale?), Simplification art ha approfittato delle tante telecamere e occhi sulla città per dire la sua sulla statua del celebre showman. Brutto, è la risposta. Come sempre ironica, come sempre diretta, perché«se è brutto, è brutto».

Dopo l’intervento alla Caserma di via Asti, avvolta da un lungo nastro in plastica con la scritta “Brutto”, e quelli, analoghi, in Piazza Baldissera e in Piazzale Valdo Fusi, “Brutto” si sposta al mare, tra palme e canzoni, «per celebrare il Mike nazionale nel decennale della sua scomparsa».

Mike Bongiorno, famoso anche per aver condotto moltissime edizioni del Festival di Sanremo, si spense a Montecarlo nel settembre 2009; solo nel gennaio 2013 la moglie decise di donare al Comune di Sanremo una statua in bronzo raffigurante Mike sorridente e con il braccio teso a proclamare il suo proverbiale “allegria!”, in ricordo del legame speciale del conduttore tv con la città del Festival. L’opera fu collocata in via Escoffier, una traversa della principale Via Matteotti, a pochi passi dal Teatro Ariston e dunque esposta al flusso di turisti e curiosi che durante la settimana del Festival intasa il centro cittadino.

La dedica ironica di Simplification art consiste in un cartello con scritto “Brutto”, visibile da tutti perché installato vicino al bronzo di Mike: «una statua di dubbio gusto – fanno sapere gli artisti – non potevamo mancare. Allegria!».

Potrebbe interessarti anche: , Grand Tour: tra il Piemonte e la Valle d'Aosta alla scoperta del barocco , Giornate Fai di Primavera 2020 rinviate anche a Torino e in Piemonte , Il Politecnico di Torino su Topolino per raccontare le donne nella scienza , Mina: 80 anni celebrati a Torino con una rassegna e un convegno internazionale , A Torino riaprono i musei: dall'Egizio alla Reggia di Venaria. Sconti e ingressi contingentati

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.