Salone del libro di Torino 2019: il Mibac rinuncia alla prelazione, via libera ai lavori in vista del 9 maggio

Salone del libro di Torino 2019: il Mibac rinuncia alla prelazione, via libera ai lavori in vista del 9 maggio

Incontri Torino Venerdì 25 gennaio 2019

Torino - È un altro tassello decisivo quello che si aggiunge alla complessa e travagliata questione che ha a che fare con il Salone del libro di Torino e con la sua edizione 2019, che si svolgerà tra i padiglioni del Lingotto fiere dal 9 al 13 maggio. È infatti datato 24 gennaio un comunicato stampa del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che afferma, « in riferimento all'alienazione del compendio archivistico di proprietà della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, in stato di liquidazione generale» di aver «rinunciato all’esercizio del diritto di prelazione da parte dello Stato».

In altre parole, più semplici: il marchio del Salone del libro è ufficialmente dell’associazione culturale Torino città del libro, di cui fanno parte gli ex fornitori della manifestazione, e che lo scorso 24 dicembre se lo era aggiudicata all’asta pubblica. Non sono arrivate nuove offerte per l’acquisto del marchio, per questo il Ministero avrebbe potuto esercitare il diritto di prelazione, a cui però ha rinunciato. Intanto, la grande kermesse editoriale e culturale di Torino è tutelata da un decreto della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Piemonte e della Valle d’Aosta che ha riconosciuto di «interesse storico particolarmente importante» il patrimonio di documenti, fotografie e materiali audiovisivi relativi al periodo 1994-2017 (con documenti dal 1988), nonché il marchio del Salone internazionale del libro di Torino e i marchi accessori e dagli allestimenti delle diverse edizioni della manifestazione.

Tutto pronto, dunque, per avviare la grande macchina dei lavori in vista del Salone 2019. Superato il giro di boa delle complicazioni burocratiche, Torino città del libro è pronta a dialogare sia con Gl Events, per la gestione degli spazi al Lingotto, sia con la cosiddetta Cabina di regia, guidata dalla Fondazione Circolo dei lettori e dal comitato scientifico di cui fanno parte ADEI, biblioteche e librai.

La notizia del via libera al Salone 2019 arriva sorprendentemente insieme al consueto report annuale sullo stato del mercato del libro in Italia (sarà presentato a Venezia da AIE), con dati che portano a considerare l’effettivo valore culturale di una manifestazione più che trentennale. Il libro italiano, conferma Ansa, « si conferma la prima industria culturale del Paese e la quarta editoria in Europa».

Dati che sembrano non accordarsi al generale rallentamento del fatturato, fermo a meno 0,4% dopo un 2017 positivo.Pochi lettori in un paese che soffre da anni del calo statistico di affezionati alla pratica della lettura, ma chi legge, in Italia, sembra essere contraddistinto da una particolare sensibilità. Sono i lettori forti, coloro che in un anno leggono più di 12 libri e che garantiscono linfa vitale all’editoria italiana.Il Salone del libro di Torino, con la sua ricchezza culturale, è tra le feste più attese per questa categoria di lettori attenti e voraci

Come ha confermato ad Ansa il presidente Aie Ricardo Franco Levi: «Il libro italiano è bello, forte e solido e tiene le proprie posizioni anche in un quadro di generale rallentamento dell'economia», Levi ha sottolineato anche «la necessità di un intervento di forti politiche di sostegno alla domanda e di promozione della lettura». L’appuntamento torinese non mancherà di ospitare proposte e novità anche su questo tema cruciale, già tra i focus della città come è stato ribadito alla recente due giorni del Forum del libro, occasione durante la quale la città ha firmato il Patto per la lettura rinforzando l'attenzione già alta ai temi della diffusione della lettura e del libro.

Potrebbe interessarti anche: , Cinema all'aperto a Torino: le arene estive in città, da Cinema a Palazzo a Porto Franco Summer Night , A Torino riapre il cinema Massimo e a luglio i 20 anni del Museo del Cinema , Salone del Libro di Torino 2020: gli scrittori vanno online dal 14 maggio. Il programma con Saviano, Jovanotti e Zerocalcare , Una storia a fumetti ambientata nei Musei Reali di Torino gratis online , Incipit Offresi, il format per aspiranti scrittori si sposta online: si parte con Enrica Tesio

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.