A Torino nasce Holden Academy: come e quando iscriversi alla prima università della scrittura d'Europa

A Torino nasce Holden Academy: come e quando iscriversi alla prima università della scrittura d'Europa

Cultura Torino Mercoledì 23 gennaio 2019

Torino - È stata presentata al General Store della Scuola Holden di Torino, in Borgo Dora, la novità del prossimo anno scolastico, ovvero Holden Academy, un percorso di studi triennale che – al contrario di quanto accadeva fino a oggi con il biennio Holden, darà diritto a un diploma equipollente a una laurea triennale in Discipline dell’arte, della musica e dello spettacolo. Un «cambiamento di rotta - lo definiscono alla Holden – una sfida che vuole colmare il ritardo che l’umanesimo ha accumulato rispetto al presente».

Contemporary Humanities:  the Writing Program, questo il nome istituzionale del corso, che includerà nel suo percorso triennale sette discipline: Armonia, Design della mente, Figure, Instabilità, Intensità, Linguaggi, Sequenze con l’obiettivo di «allenare, attraverso il gesto della scrittura, le abilità mentali che servono ad abitare il mondo di oggi e, volendo, a cambiarlo». La scrittura, fil rouge tra ogni disciplina, sarà al centro: da perfezionare allenandosi a scrivere ma ripensando anche alla tradizione umanistica con Cartesio, Palladio, Schumann, l’inglese di Shakespeare e programmazione, ma anche con il greco antico.

«Da venticinque anni la Scuola Holden formanarratori capaci di raccontare il mondo presente attraverso le storie – ha sottolineato Alessandro Baricco, preside della Scuola - Dal 1994 a oggi si sono diplomati quasi mille studenti. Tra loro ci sono scrittori, sceneggiatori, registi, giornalisti e autori televisivi che si sono imposti all’attenzione del pubblico negli ultimi anni. La nascita di Holden Academy apre un nuovo capitolo di questa storia. L’avvio di un percorso innovativo che, attraverso una prospettiva umanistica e la pratica artigianale di un mestiere, possa fornire agli allievi gli strumenti necessari per vivere e lavorare nel mondo a venire».

«Contemporary Humanities è uno scenario possibile e spettacolare che abbiamo intravisto – ha aggiunto Baricco – abbiamo sempre insegnato abilità e posture della mente che si dimostravano efficaci, adatteremo queste abilità a un nuovo mondo in cui i ragazzi saranno immersi per tre anni».

Il titolo di equipollenza a un corso universitario triennale discende da un accordo sancito attraverso un decreto di Miur e Mibact, che apriva la possibilità per le scuole “anomale”, come la Holden, di essere equiparate a corsi di laurea. Un lavoro che ha visto negoziare libertà, tipiche della Holden, con i vincoli ministeriali, ma che di fatto ha dato vita al primo corso di laurea in scrittura in Europa, un successo di valore simbolico forte per la Holden e i suoi fondatori.

Al nuovo corso Holden sono arrivati gli auguri di Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte, che ha ricordato lo sforzo dell’Ente nel raddoppiare gli stanziamenti per le borse di studio, strumento necessario ad attirare giovani sul territorio, e non ha escluso di trovare in futuro punti di accordo in tal senso anche con la Holden. Soddisfazione e promesse di collaborazione anche da parte dell’assessore alla cultura del Comune di Torino, Francesca Leon, che confida nel potere di contaminazione della Holden sul resto della città. «È una scuola che insegna a vedere e descrivere la realtà – ha detto infatti – è un seme che potrà far nascere cose anche nel sistema universitario che ruota intorno».

Auguri e felicitazioni sono però arrivati soprattutto da Antonella Parigi, in veste di assessore alla cultura della Regione Piemonte, ma soprattutto tra gli originari fondatori di quella che è diventata la scuola di scrittura per antonomasia in Italia. «Oggi la Scuola Holden diventa Università – scrive la Parigi sul suo profilo Facebook - Nel 1994 cinque amici, che si erano conosciuti al liceo, la fondarono: Alessandro Baricco, Alberto Jona, Marco San Pietro, Dalia Oggero ed io. Poi arrivò Savina Neirotti. Eravamo partiti con pochi soldi messi da noi. A me li aveva dati la mia mamma, che non capiva cosa diavolo avessimo in testa. E oggi non posso che dire: grazie mamma, per avermi permesso di inseguire i miei sogni. Aprimmo le iscrizioni mentre ancora stavamo facendo i lavori in corso Dante: io rispondevo in modo professionale fingendomi la segreteria della scuola. Peccato che la segreteria fosse la cucina di casa mia. Di strada la Scuola Holden ne ha fatta tanta e io sono orgogliosa di quello che è diventata. Orgogliosa come fondatrice, come assessore e come cittadina. Rappresenta infatti quella capacità di genialità che molto spesso Torino ha espresso. E quindi auguri Scuola Holden: che tu possa essere sempre il luogo in cui si realizzano i sogni di tanti ragazzi come eravamo noi. Che tu possa sempre insegnare quello che io ho imparato: che non c’è nulla di impossibile, e proprio quando il mondo ti dice che non si può, lì c’è qualcosa di vivo su cui scommettere».

Ma come sarà articolata, in sostanza, questa università? Ci saranno voti ed esami, come in ogni corso universitario. Si terranno a luglio, saranno prove che verteranno sugli insegnamenti dell’anno e sarà obbligatorio passare l’esame per proseguire gli studi. Passando alla parte pratica, a Holden Academy saranno 100 i posti disponibili, con classi di 20 studenti che andranno dai 18 ai 30 anni. Il primo giorno di scuola sarà il 22 ottobre 2019. Il costo? 10mila euro annui. Il preside Baricco ha annunciato durante il lancio del nuovo corso Academy che i costi aumenteranno, in ragione dell’aumento degli anni di insegnamento, ma ha ribadito con fermezza la natura privata della Scuola, che non usufruisce di contributi pubblici. Sono previste tuttavia delle agevolazioni: il 20% degli studenti pagherà la metà grazie a borse di studio elargite in base al reddito, mentre un altro 20% riceverà un prestito d’onore in base alla lode, pagando la metà della quota con l’obbligo di restituire il resto alla scuola entro un tot di anni dal diploma.

Come ci si iscrive a Holden Academy? Il 23 gennaio, contestualmente alla presentazione del nuovo corso di studi, si è aperta la fase di Scouting 2019, che durerà fino al 30 settembre. Dieci giornate di test sono previste tra marzo e settembre: le prove d’ammissione saranno principalmente a Torino, alla Scuola Holden, ma alcune date saranno in altre città. Nelle stesse giornate si potranno anche fare i test per iscriversi a Holden Original, l’altro cardine della Didattica:il classico percorso biennale che cambia nome ma resta uguale a prima.

Tutte le informazioni su Academy e Original, oltre alle indicazioni per partecipare allo Scouting, sono online.

Potrebbe interessarti anche: , In Piemonte riaprono i beni del Fai: come visitare i castelli di Masino e della Manta , Grand Tour: tra il Piemonte e la Valle d'Aosta alla scoperta del barocco , Giornate Fai di Primavera 2020 rinviate anche a Torino e in Piemonte , Il Politecnico di Torino su Topolino per raccontare le donne nella scienza , Mina: 80 anni celebrati a Torino con una rassegna e un convegno internazionale

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.