Torino Factory: proiezione dei cortometraggi finali e lancio del bando 2019

Torino Factory: proiezione dei cortometraggi finali e lancio del bando 2019

Cinema Torino Venerdì 30 novembre 2018

Torino - Sono stati proiettati niente meno che al Torino Film Festival gli 8 cortometraggi realizzati durante la prima edizione di Torino Factory, il progetto cinematografico che vuole sviluppare e accogliere la creatività dei giovani filmaker e metterli in rapporto con la città, i cittadini, le associazioni e le imprese locali. Grazie a un contest che ha raccolto 43 cortometraggi, sono stati scelti dal regista e direttore artistico del progetto Daniele Gaglianonegli 8 giovani talenti del videomaking che, messi alla prova sul campo con un laboratorio di produzione cinematografica, sono approdati al 36° Torino Film Festival. Le 8 troupe, affiancate da professionisti esperti, hanno girato i propri corti nelle 8 circoscrizioni cittadine, un grande set cinematografico a cui hanno partecipato abitanti, realtà pubbliche e private della zona, sia a livello organizzativo che di fruizione a partire dalla rete delle Case di Quartiere, sotto la direzione generale di Alessandro Gaido.

«Torino Factory nasce dall’interrogarsi sul rapporto tra il Torino Film Festival e la città - ha spiegato l’assessore alla cultura di Torino Francesca Leon – insieme ad Alessandro Gaido abbiamo ritenuto fosse importante portare la città dentro al film festival, con un’occasione per i giovani film maker di misurarsi e formarsi avendo, per vetrina, il TFF. Piemonte movie ha elaborato il progetto e cercato le risorse, l’invito è stato rivolto ai giovani affinché si presentassero per raccontare le 8 circoscrizioni della città. È un modo per raccontare la città con occhi diversi: che sia inserito nel Torino Film Festival è un’occasione per far entrare questa lettura, questo sguardo, anche qui. Abbiamo lavorato tanto per un percorso iniziato nel 2017 e concludere l’edizione numero zero avviando la nuova call ci fa contenti: è un progetto all’inizio ma si propone di continuare. Mi auguro che tutti i giovani partecipanti sia un’esperienza soddisfacente, e auguro a Torino Factory un bel futuro insieme alla città, che ci aiuterà a raccontarla con occhi diversi».

Parte del progetto anche l’appoggio di Film Commission Torino Piemonte che, con il suo direttore Paolo Manera, ha scelto di occuparsi non solo di grandi produzioni ma anche di cinema indipendente, documentari e in generale produzioni che si sviluppano e lavorano sul territorio, con il quale hanno un rapporto quotidiano. Ed è proprio l’intenzione di Torino Factory: attraverso il cortometraggio raccontare Torino nei suoi tanti aspetti, dalla periferia al centro.

Alessandro Gaido ha ricordato che il progetto è partito nel 2017 con un’elaborazione in chiave slow: «è stato proprio perché ci fosse maggiore penetrazione in città e diventasse un laboratorio anche sociale, a contatto con la società – racconta a proposito di Torino Factory – ci interessava creare questa realtà e lavorare in una sorta di sistema cinema. Abbiamo lanciato un contest per under 30 chiedendo un video di 3 minuti, la nuova call è già partita e si ripeterà nello stesso modo: iscrizioni entro il 15 dicembre 2018 e invio dei video entro il 15 gennaio 2019».

Ai lavori selezionati per il 2018 sono state affiancate delle figure di professionisti del territorio, in una sorta di dialogo allievo-maestro che si ripeterà anche nelle future edizioni. Il vincolo del bando inoltre, come hanno ricordato gli organizzatori, è che l’80 per cento del lavoro sia realizzato nella circoscrizione di riferimento, affinché si crei un rapporto diretto con il territorio, scelta che ha dato risultati interessanti e apre a buone prospettive anche per le prossime edizioni.

«Il progetto si è rivelato interessante perché si inscrive in una tradizione di Torino, che il cinema lo vede ma lo vuole anche fare – ha spiegato Daniele Gaglianone, che insieme a Gaido ha seguito l’iniziativa di Torino Factory e ne è direttore artistico – l’idea era raccontare l’aria che si respirava in giro, ed è stata una scommessa da fare per la prima volta. I film selezionati vanno da un approccio documentaristico a storie di finzione e commedia fino a toni quasi horror. Abbiamo cercato, con Torino Factory, di dare una possibilità a giovani filmaker per avere un aiuto concreto e confrontarsi con persone che hanno più esperienza di loro. La parte più interessante per noi è stata proprio quella relativa alla selezione dei lavori e all’abbinamento dei tutor. Abbiamo imparato tanto, e ne faremo tesoro il prossimo anno».

Per chi fosse interessato, il bando di Torino Factory 2019 è interamente consultabile online sul sito di Piemonte Movie.

Potrebbe interessarti anche: , Cinema al Castello del Valentino 2020 a Torino: il programma completo , Portofranco Summer Night 2020: cinema all'aperto silent movie a San Salvario. Il programma , Cinema all'aperto a Torino: le arene estive in città, da Cinema a Palazzo a Porto Franco Summer Night , La Mole Antonelliana diventa un grande schermo: il videomapping con la Storia del Cinema , A Torino riapre il cinema Massimo e a luglio i 20 anni del Museo del Cinema

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.