Libri Torino Venerdì 2 novembre 2018

7 minuti in 7 librerie: a Torino il progetto con cui i ragazzi si raccontano attraverso i libri

Torino - Sette incontri in sette librerie, dove i protagonisti sono gli adolescenti che possono trovarsi per parlare di libri attorniati dai libri, condividendo la passione per le storie in libertà e autonomia. Questo è l’obiettivo del progetto itinerante 7 minuti in 7 librerie che prende il via martedì 6 novembre alle 18.30 alla libreria La Gang del Pensiero in corso Telesio 99, per proseguire una volta al mese fino a maggio (mercoledì 5 dicembre alla Libreria Therese in corso Belgio 49, mercoledì 23 gennaio alla Libreria Bodoni / Spazio B in via Carlo Alberto 41, martedì 12 febbraio all’Angolo Manzoni Libreria in via Cernaia 36 D, giovedì 7 marzo alla Libreria Il Ponte sulla Dora in via Pisa 46, martedì 16 aprile a Binaria - Centro Commensale in via Sestriere 34, e martedì 21 maggio alla Libreria Gulliver presso Cascina Roccafranca in via Rubino 45). Ogni incontro è a ingresso libero e aperto a tutti, i temi di ogni serata a sorpresa: gli adulti possono partecipare (a meno che i ragazzi non decidano altrimenti), ma possono solo essere spettatori silenziosi.

«Abbiamo visto che quando i ragazzi parlano di libri – racconta Sara Lanfranco della libreria Therese, tra gli ideatori del progetto – si creano bellissime dinamiche tra chi parla e chi ascolta. Sono incontri stimolanti dove i ragazzi portano grande freschezza, dove un adolescente di 14 anni apre porte nella mente agli adulti. Un modo bello di parlare di letteratura che va fatto germogliare». 

Il progetto, che richiama il titolo del romanzo fantasy di Patrick Ness Sette minuti dopo la mezzanotte, è un’idea, oltre che di Lanfranco, dello scrittore Fabio Geda, del giornalista scientifico Andrea Vico che è il fondatore di ToScience, e della pubblicitaria Serenella Sciortino. 7 minuti in 7 librerie nasce dall’impressione «che a Torino manchino occasioni che permettano ai ragazzi di trovarsi e parlare di libri. Paradossalmente, Torino è la città del libro – nota la libraia – ma ci è sembrato che questa fosse una necessità da riempire».

Il progetto nasce in seno all’associazione ToScienceCamp che organizza campi scientifici per i ragazzi delle superiori: «da tre anni, ogni luglio organizziamo un camp residenziale sulla narrazione che si chiama 7 minuti – Ragazzi che leggono. Per sette giorni ci troviamo con ragazzi dai 14 ai 16 anni a parlare delle storie” - spiega l’organizzatrice. Non un corso di scrittura, «ma una settimana per riflettere insieme sui meccanismi narrativi applicati in vari ambiti, dai social network ai tatuaggi, dai racconti ai film, dai libri al diario segreto. Inizialmente itinerante per l’Italia, da quest’anno abbiamo trovato una casa nella Cascina Caccia a San Sebastiano da Po. Durante il camp, un’ora al giorno è dedicata al club del libro, un momento totalmente gestito dai ragazzi, in cui loro prendono la parola e si raccontano attraverso i libri».

Con 7 minuti in 7 librerie, gli organizzatori hanno deciso di portare il progetto fuori dall’ambito del camp residenziale e svilupparlo nel periodo da novembre a maggio nel territorio torinese con questi eventi mensili gratuiti, liberi e senza prenotazione: «ci è sembrata un’esigenza dei ragazzi, quella di creare una situazione più scansionata nel tempo – aggiunge Lanfranco – e che mappasse il più possibile il territorio cittadino. La speranza nelle prossime edizioni è di coinvolgere anche altre librerie».

I ragazzi si raccontano attraverso il loro libro preferito del momento, un format che permette di seguire la fluidità dei gusti dei ragazzi, che «crescono e che sono in un’età che cambia di giorno in giorno». Per il resto, il format lascia il potere decisionale nelle mani dei giovani protagonisti. «Alcuni arrivano anche da fuori Torino e anche da altre ragioni per partecipare ed è indice di una bella vitalità e fiducia. Loro sono autonomi sul progetto, ma usano la loro autonomia in modo costruttivo e hanno una spiccata inventiva. Certo, non li lasciamo allo sbaraglio, siamo sempre al loro fianco, le presentazioni dei libri sono strutturate. Non è una performance teatrale, ma ci sono presentazioni diverse come diverse sono le identità dei narratori della serata. Noi abbiamo dato alcune regole di base, a partire dalla fondamentale “no spoiler”».

7 minuti in 7 librerie ha lo scopo di far conoscere e far capire agli adolescenti che non sono soli ad amare la lettura, e a portarli nelle librerie. «I ragazzi le conoscono poco, molti non sono avvezzi ad andarci da soli, è una fetta di pubblico molto problematica. Molti crescendo smettono di leggere, e quelli che continuano a farlo si sentono dei nerd solitari che leggono invece di avere amici, e che fanno fatica a trovare qualcuno con cui confrontarsi in leggerezza».

Nel corso degli incontri si parte da tre titoli, da presentare in un limite di tempo che va dai sette ai dieci minuti a testa a cui segue un breve dibattito prima di passare al titolo successivo. «In tempi in cui si parla tanto di storytelling e di TED Talks, imparare a gestire un argomento in un tempo specifico di fronte a una platea di coetanei che vanno ad ascoltarli è un bell’esercizio per i ragazzi», nota l’organizzatrice. I coetanei del pubblico sono invitati a partecipare alla discussione con domande e osservazioni. Non vale lo stesso per gli adulti: i ragazzi possono scegliere se questi possono partecipare o meno, e se partecipano «sono una platea silente», invitati ad ascoltare cosa hanno da dire i ragazzi e a farsi sorprendere da loro.

Potrebbe interessarti anche: , Salone del libro di Torino: un crowdfunding per salvare il marchio all'asta , Il Forum del Libro a Torino: «diffondiamo la lettura come pratica sociale» , Premio InediTo: il bando 2019 tra ecologia e un omaggio a Giovanni Arpino , Torino torna Città del libro e approva il Patto per la lettura , Alla Scuola Holden inaugura un nuovo anno con Daria Bignardi, Ezio Bosso, Paolo Conte e tanti altri

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.

Oggi al cinema a Torino

La donna elettrica Di Benedikt Erlingsson Drammatico 2018 Halla è una donna dallo spirito indipendente che ha superato da un bel po' la quarantina. Dietro la tranquillità della sua routine si nasconde però un'altra identità che pochi conoscono. Conosciuta come "la donna della montagna",... Guarda la scheda del film