Laghi e laghetti in Piemonte, tra gite, borghi, natura e alternative alla spiaggia - Torino

Laghi e laghetti in Piemonte, tra gite, borghi, natura e alternative alla spiaggia

Cultura Torino Lunedì 27 agosto 2018

Torino - Lo confermano i numeri relativi al turismo durante l’estate 2018, e lo ribadisce la costante attenzione al patrimonio paesaggistico piemontese, tra natura e tesori culturali da scoprire e riscoprire, senza stancarsi mai: i tanti laghi e laghetti piemontesi sono tra le mete di più successo tra visitatori in arrivo dall’estero ma anche tra italiani.

Un’attrattiva turistica per quanti non gradiscano le code infinite ed estenuanti sulle strade verso il mare, alla ricerca di un tuffo rinfrescante (a proposito, avete letto le nostre guide ai laghi e fiumi balneabili del Piemonte?), ma anche una scusa per visitare, tra qualche ora stesi al sole e perché no una nuotata in acqua dolce, borghi, fauna e flora unici. Un buon compromesso, insomma, per non farsi trascinare dalla malinconia dell’autunno, e approfittare delle belle giornate che la stagione saprà ancora offrire.

Perfetti per il cosiddetto turismo di giornata o per brevi weekend per quanti arrivino dalle vicine Lombardia o Liguria, i laghi e laghetti piemontesi sono tanti, ognuno con le proprie attrazioni e curiosità. Partiamo in un’ideale esplorazioni dai confini nord orientali della regione dal famoso Distretto dei laghi al confine con la Lombardia, che con i suoi scenari romantici e le dolci montagne intorno offre la possibilità di fughe perfette dalla città. Sul Lago Maggiore, per questa stagione 2018 le Isole Borromee hanno stabilito la chiusura di stagione piuttosto avanti nel calendario, il 21 ottobre, una scelta vincente che, infatti, ha incontrato il favore dei molti che hanno già scelto di trascorrere soggiorni in zona a cavallo dell’arrivo dell’autunno. Ottimo segno per lo stesso Lago Maggiore che ha annunciato interessanti novità per la stagione 2019, tra motonavi e servizi pensati per gli amanti della bicicletta.

Sono tante, sulle rive del Lago Maggiore, le spiaggette balneabili, che del resto si trovano anche lungo il più piccolo Lago d’Orta, gioellino incastonato tra il Monte Rosa e la pianura novarese, attorniato da tanti piccoli borghi tra cui Omegna, nella parte più settentrionale, località nota per i fuochi d’artificio ma, per i più bibliofili, anche per aver dato i natali a Gianni Rodari. Ed è proprio sul lago d’Orta che Rodari ambienta infatti uno dei suoi romanzi più irresistibilmente ironici, C’era due volte il Barone Lamberto. Al centro del bacino si trova l’Isola di San Giulio, borgo tra i più belli d’Italia e sede di un convento. Un luogo di pace e poesia dove, complice l’atmosfera suggestiva che vi si respira, è stato di recente girato il film di Giuseppe Tornatore La corrispondenza.

Spostiamoci ora nella parte occidentale del Piemonte, sempre a nord, in provincia di Biella, dove si trova il lago di Viverone, un’altra area caratterizzata da ottime performance turistiche. Il lago, terzo della regione per estensione, si colloca nella zona dell’anfiteatro morenico di Ivrea, un territorio ricchissimo di tesori e tradizioni. Sul lago, oltre a fare un piacevole bagno e a prendere il sole nei tanti stabilimenti, è possibile trascorrere momenti di relax oppure dedicarsi a tanti diversi sport acquatici all’aria aperta, come wakeboard e sci nautico.

Tra Ivrea e Chiaverano si trova invece il Lago Sirio, anch’esso parte della conformazione geomorfologica dell’anfiteatro morenico di Ivrea. Insieme ad altri 4 laghetti è di origine glaciale, ma è l’unico alimentato da una sorgente, oltre a caratterizzarsi per essere il più grande. Profondo circa 45 metri, il lago Sirio è dotato di stabilimenti anche se non è navigabile a motore. Un’oasi di relax dove approfittare di una pedalata, sia essa a bordo di un pedalò sul lago o lungo gli appositi sentieri battuti che circondano il lago, tra il suo ontaneto e gli habitat di diverse specie acquatiche tra cui germani reali e gallinelle d’acqua.

Anche gli spechi acquei di Avigliana, conosciuti come Lago Piccolo e Lago Grande hanno un’origine glaciale molto antica e sono, oggi, custoditi in un parco naturale di pregio. Solo il lago piccolo è balneabile, ma le attività, escursioni e passeggiate che è possibile fare in questa preziosa area di natura a pochi chilometri da Torino sono numerose, tutte all’insegna della riscoperta della lentezza e della bellezza.

Collegati quasi sempre ai laghi del Piemonte sono i fiumi, ragione per cui anche la sostenibilità e cura degli ambienti lacustri non resta indifferente al monitoraggio di Legambiente, come raccontano i dati raccolti dalla Goletta dei laghi, e nemmeno le tante iniziative che si dedicano alla sensibilizzazione e protezione di questi delicati ambienti naturali come VisPO, nata per valorizzare l’ambiente fluviale del Po, i cui principi restano tuttavia validi anche per quanti frequentino i laghi per gite di un giorno o soggiorni più lunghi. Solo evitando di inquinare e salvaguardandone la bellezza anche i laghi del Piemonte, con le loro spiaggette e scenari da cartolina conserveranno nel tempo tutta la loro magia, capace di attirare turisti in arrivo da lontano, oppure in fuga dalle grandi città a pochi chilometri da queste isole di pace.

Potrebbe interessarti anche: , Grand Tour: tra il Piemonte e la Valle d'Aosta alla scoperta del barocco , Giornate Fai di Primavera 2020 rinviate anche a Torino e in Piemonte , Il Politecnico di Torino su Topolino per raccontare le donne nella scienza , Mina: 80 anni celebrati a Torino con una rassegna e un convegno internazionale , A Torino riaprono i musei: dall'Egizio alla Reggia di Venaria. Sconti e ingressi contingentati

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.