Levi Motalcini, Guidetti Serra, Abarth: le nuove vie e piazze di Torino

Levi Motalcini, Guidetti Serra, Abarth: le nuove vie e piazze di Torino

Attualità Torino Giovedì 26 luglio 2018

© Flickr - audrey_sel

Torino - Levi Montalcini, Guidetti Serra, Soldi, Abarth, Garosci, Chiarelli, tra grandi personaggi della scienza e dell’innovazione, vittime dell’immigrazione e l’eccidio di Aigues Mortes. Sono questi i nomi di cui ha discusso la Commissione toponomastica del Comune di Torino a luglio 2018, decidendo dunque di intitolare diverse piazze e vie della città a ricordo di queste figure.

A Rita Levi Montalcini, alla sorella Paola e al fratello Gino sarà dedicato il piazzale compreso tra corso Massimo d’Azeglio ed i viali Medaglie d’oro, Ceppi e Boiardo. Mentre la pittrice Paola è deceduta nel 2000 e Gino, architetto, nel 1974, Rita, premio Nobel per la medicina, è deceduta nel dicembre del 2012. Questa circostanza comporterà una richiesta alla Prefettura di deroga alla regola che consente intitolazioni non prima dei dieci anni dalla morte della personalità in oggetto.
L’area originariamente prevista per l’intitolazione, prospicente gli edifici universitari in cui Rita studiò, è stata ampliata dalla Commissione fino a comprendere lo spazio antistante la futura sede della biblioteca civica della Città, che così acquisirà nel proprio indirizzo il nome dei tre illustri personaggi.

Analoga deroga sarà necessaria per l’intitolazione a Bianca Guidetti Serra, della biblioteca di via Barbaroux, negli spazi recentemente restaurati di Palazzo Siccardi. Partigiana e avvocato penalista, Consigliera comunale e parlamentare, protagonista di importanti battaglie di giustizia, Guidetti Serra è deceduta nel 2013, e nel 2019 ricorrerà il centenario della sua nascita.

A Bartolomeo Calori, vittima della xenofobia, linciato assieme ad altri nove lavoratori italiani ad Aigues Mortes tra il 16 e il 17 agosto del 1893, sarà dedicata una targa sull’edificio di Barriera Nizza in cui nacque. La targa recherà una breve ricostruzione di quegli eventi ed un riconoscimento a coloro che cercarono di proteggere i nostri migranti. Ad agosto, nella ricorrenza del 125° anniversario dell’eccidio, la sindaca di Torino e i sindaci degli altri comuni di origine delle vittime, sono stati invitati dalle autorità municipali di Aigues Mortes alla cerimonia di posa di due targhe sulla facciata del Municipio della cittadina francese.

Alle memoria delle Vittime dell’immigrazione sarà dedicata l’area pedonale di via Livorno contigua al nuovo ponte sulla Dora (ex Amedeo IX).

La cosiddetta “panchina di Andrea”, nei giardini di piazza Umbria, sarà intitolata ufficialmente ad Andrea Soldi che vi perse la vita poco più di due anni fa nel corso di un trattamento sanitario obbligatorio. Una targa sulla panchina ricorderà il giovane che vi sostava abitualmente.

Una targa nel giardino roccioso del Parco del Valentino, ricorderà la figura di Guido Chiarelli, ingegnere, a lungo dipendente del Comune di Torino, innovatore nelle tecniche di illuminazione pubblica, distintosi particolarmente in occasione del centenario dell’Unità d’Italia. Sua la fontana luminosa di “Italia 61”.

La Commissione si è anche occupata di imprenditori: Carlo Abarth, al quale per i suoi meriti imprenditoriali e sportivi mondialmente riconosciuti sarà dedicato un tratto della via Anselmetti, e i fratelli Riccardo, Giorgio e Dario Garosci. Pionieri del commercio moderno, i Garosci aprirono proprio a Torino, in via Tunisi, il primo supermercato italiano. Ad essi sarà dedicata una targa in via Tunisi.

Potrebbe interessarti anche: , Archivissima e Notte degli Archivi 2020 digital: il programma. Con Stefania Auci, Michela Murgia e Cathy La Torre , Aeroporto Caselle di Torino: due nuovi voli per l'estate 2020 con Volotea , Scuola Holden, la Special Edition per il 2020/2021 tra corsi e sconti , Coronavirus a Torino: sospesi i mercati all'aperto , Coronavirus in Piemonte: stretta sulle misure. Mercati, edicole, tabaccai, rilevazione della temperatura

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.