Food Torino Venerdì 20 luglio 2018

InBarcaTo: a Torino l'aperitivo è servito sul Po

Altre foto

Torino - Città della Mole, città del gianduiotto e del vermouth, città delle Alpi e dei portici, ma anche città del fiume, il più lungo d’Italia. Che il Po connoti l’anima di Torino e ne sia da sempre uno degli scenari e degli ambienti più tipici è cosa nota, basti fare una passeggiata lungo i murazzi, al parco del Valentino, o anche leggere le pagine recenti di Enrico Remmert e Fabio Geda. Tra spiagge fluviali di periferia, un parco naturale e le recenti iniziative di Legambiente come Vispo, c’è oggi chi ha pensato al fiume come nuovo scenario per fa vivere la città a torinesi e turisti.

L’idea è suggestiva e raffinata, e arriva da un gruppo di ventenni che, grazie al supporto del circolo Amici del Fiume, l’ha proposta a partire dallo scorso giugno. Si tratta di InBarcaTo nome giocoso per un’iniziativa che unisce in un’unica soluzione il fiume, il buon cibo e lo stare insieme, portando tutto dentro una cornice romantica e davvero unica. Una cena per due in canoa, assistiti dalla guida di un “gondoliere” rematore, assaporando un’apericena di tutto rispetto con tagliere di salumi che occhieggia alla tradizione della merenda sinoira, oppure con un tocco di esotismo che vede protagonista il sushi, il tutto accompagnato da una buona bottiglia di vino, per rendere l’occasione ancora più speciale.

«Il progetto è nato perché abbiamo pensato di sfruttare una risorsa così bella come il Po – spiega Pietro Pampararo, che insieme a Filippo Nicolotti e Luigi Ruggiero ha ideato il tutto, trovando sostengo nella società remiera Amici del Fiume e intavolando quello che da progetto sia appresta a diventare una vera e propria startup a pieno regime – a volte sia per gli odori che emana sia per il colore grigiastro, il Po finisce per essere una risorsa poco sfruttata, ecco perché abbiamo pensato di organizzare qualcosa che legasse il cibo e il bere alla possibilità di passare una bella serata sul fiume, con un approccio alla città nuovo e da un punto di vista diverso».

Il fiume si riprende i suoi spazi, come già auspicato dai ragazzi del progetto Vispo e da Legambiente, che tra le altre iniziative ha promosso, in occasione dell’estate, il Big Jump estivo proprio nelle acque del Po davanti ai Murazzi, per dire a tutti che il fiume non è la discarica che spesso si immagina, e che le sue acque sono più pulite di quanto lo stereotipo comune lasci presagire. Ma non di solo fiume vive InBarcaTo, che nel suo progetto sfrutta anche un altro caposaldo della vita del Po torinese: la canoa. Ci sarà infatti il supporto del Circolo Amici del Fiume, che fornirà attrezzature e promuoverà l’iniziativa, e i rematori a disposizione dei clienti “imbarcati” per godere del loro aperitivo speciale. Il tutto, con inquinamento zero: «vogliamo valorizzare questa forma di ecoturismo – spiega infatti Pietro – è una serata alternativa, un’occasione di svago da una prospettiva nuova che vorremmo diventasse il nostro punto di forza con impatto zero e un approccio alternativo legato al fiume, alla natura, al buon gusto e alla condivisione».

Serata per due ad alto livello di romanticismo, ma anche, all’occasione, uscite di gruppo sul fiume, fino a sessanta persone, che saranno poi ospitate per un aperitivo sulla terrazza del Circolo, affacciata sul Po. Il tour classico permette di godere a pieno delle quinte teatrali offerte dal centro di Torino, con un giro che spazia da Piazza Vittorio a piazza Gran Madre, e lungo i murazzi scivola sull’acqua fino all’incanto del Castello del Valentino, tra giochi di luce e la piacevolezza di una serata estiva.

«L’attività di InBarcaTo è partita a giugno - raccontano i ragazzi, tutti e tre studenti universitari, Pietro, 23 anni, studia alla SAA, scuola di amministrazione, e arriva dal mondo dello street food, Luigi di 21 studia ingegneria mentre Filippo, 22enne, frequenta Scienze della Comunicazione all’Università – sta andando molto bene, stiamo registrando riscontri super positivi, ancora più di ciò che ci aspettavamo, con il patrocinio della Circoscrizione 8 e della Città. Il nostro vincolo principale è ovviamente il clima, tendenzialmente andremo avanti fino a ottobre ma stiamo ragionando su come affrontare l’inverno per poter dare un servizio continuato, tra le idee c’è anche quella di aprire la nuova stagione a marzo.

InBarcaTO è un servizio attivo tutti i giorni in fascia serale dalle 19.00 alle 23.00. Il costo è di 70 euro per 2 persone con bottiglia e tagliere di salumi e formaggi, mentre per un vassoio di sushi il costo è di 90 euro. È prevista anche la possibilità di prendere lezioni di voga negli orari 19-20, 20.30-21,30, 22-23. Per prenotare e richiedere informazioni, telefonare al numero 3492397956.

Potrebbe interessarti anche: , Ristoranti liguri: dove andare a Torino tra pesce, panissa e focaccia , Guida Michelin 2019, i ristoranti stellati a Torino e in Piemonte , Cioccolatò 2018: a Torino una mole di dolcezza. Il programma degli eventi , Miscelatore Record Nazionale 2018: la ricetta della polibibita futurista vincitrice , Slow Wine 2019: guida alle migliori vigne e vini del Piemonte

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.

Oggi al cinema a Torino

La casa delle bambole Ghostland Di Pascal Laugier Horror 2018 Pauline e le due figlie adolescenti, Beth e Vera, ricevono in eredità una vecchia villa piena di cimeli e bambole antiche che rendono l'atmosfera tetra e inquietante. Durante la notte, due intrusi penetrano nella casa e prendono in ostaggio le... Guarda la scheda del film