Attraverso Festival 2018: il programma tra Joan Baez, Maurizio Carucci, Neri Marcorè - Torino

Concerti Torino Martedì 5 giugno 2018

Attraverso Festival 2018: il programma tra Joan Baez, Maurizio Carucci, Neri Marcorè

Torino - Una costellazione fatta di borghi e paesi a cavallo di tre territori, quello delle Langhe, del Roero e del Monferrato, per un’estate da ammirare, con gli occhi al cielo, e in luoghi pieni di storia e fascino, che diventeranno palcoscenico di appuntamenti culturali tra teatro, musica, danza e letture.

Dal 27 luglio al 9 settembre torna Attraverso festival 2018, alla sua terza edizione con un programma che attraverserà 21 paesi e tre province. Un nome che evoca la capacità di questa manifestazione di scivolare, come una nave, attraverso i territori, condividendo cultura e mettendo a sistema una vera e propria costellazione di siti, punti nodali e linee di ispirazione sul filo dei luoghi tutelati dall’Unesco, uno dei temi che l’edizione 2018 di Attraverso si promette di esplorare, attraversando il Piemonte e vivendo un programma intenso dove grandi nomi si alterneranno a performance costruite appositamente per ciascuna location. 

«Era cominciato come un esperimento e una scommessa, ora mi sembra vinta - ha dichiarato l'assessore alla cultura della Regione Piemonte Antonella Parigi - Attraverso è un festival che si è allargato su tre confini, lo dice anche il nome: l'obiettivo è mettere insieme territori che hanno una continuità paesaggistica ma risentono naturalmente di quei limiti territoriali che chi viene da fuori non vede. Questo festival aiuta a lavorare insieme le realtà di questo passaggio, il tutto con un'altissima qualità artistica».

Un'occasione, Attraverso, anche per scoprire e conoscere posti che altrimenti resterebbero nell'ombra, in un territorio denso di ricchezze e bellezze che attraversa le Langhe, il Roero, il Monferrato e che si affaccia idealmente al mare dalle alture dell'Appennino piemontese, un altro aspetto del territorio che il cliché paesaggistico del Piemonte tende a non considerare. Borghi, paesi, storie antiche e più recenti, e luoghi densi di fascino e magia si alterneranno tra le date dell'anteprima del festival e del suo secondo tempo. Ci saranno per esempio le cattedrali del vino a Canelli, le visite alle cantine, i cosiddetti infernot, privati e non solo, di cui il territorio è ricco, e poi la Val Borbera, Alba, Parodi, Pollenzo, Calamandrana, Novello e Libarna, eccellenza piemontese di antica origine romana.

Chicche da riscoprire ogni anno anche secondo Piemonte dal vivo, che ha sottolineato la capacità di Attraverso di coordinare tanti piccoli luoghi in un macrocosmo che prende vita proprio attraverso il progetto. Dietro Attraverso, la cui direzione artistica è firmata Paola Farinetti e Simona Ressico, un grande lavoro portato avanti con le amministrazioni locali. Numerosissimi infatti gli eventi che andranno a riempire il festival, dalla Notte delle bande di Ovada del 24 agosto, che ospiterà i Funk Off, ma anche la Wine Run di Canelli, corsa tra le colline e i vigneti, e poi le visite guidate della Alba notturna e sotterranea, nonché spazi per l’arte visiva con una mostra dedicata al colore e una finestra sul 1968 in occasione del cinquantennale.

La rassegna si svilupperà in due tempi: il primo, dal 27 luglio al 9 agosto, come assaggio culturale dei territori al centro del festival, mentre, dal 24 agosto al 9 settembre, si avvieranno i percorsi legati alla storia e alle caratteristiche del Piemonte meridionale.«È difficile definire attraverso, perché attraversa sia la geografia che i generi dello spettacolo, è un festival di tutto, perché gli spettacoli sono inseriti in luoghi vissuti, ragionati sulla loro architettura, sulla loro tipicità», ha evidenziato Paola Farinetti anticipando alcune delle date e degli ospiti del Festival 2018.

A Pollenzo, per esempio, arriverà per un anteprima speciale del Festival Joan Baez, “l’usignolo di Woodstock”, in Italia per sole 4 esclusive date del suo tour di addio alle scene. Il 9 agosto l’artista sarà ad Attraverso Festival e aprirà così l’anteprima dell’edizione 2018, costruita in piena estate come avvio a una sorta di maratona che avvicinerà il pubblico al Festival in ciascuna delle tre province coinvolte.

Il Parco Naturale Capanne di Marcarolo a Bosio farà da scenario all’incontro con Maurizio Carucci (Ex-Otago), insolitamente coinvolto non come cantante ma come proprietario di azienda agricola, per dialogare sul tema del ritorno alla terra. Luogo speciale, come hanno ricordato le direttrici, dove non prende il telefono e si respira un’aria che sa già un po’ di mare, al di là dell’Appennino. Ancora, i The Swing Light Society arriveranno a Calamandrana Alta, Monferrato astigiano.

New entry del festival sarà Novello, per la prima volta ad Attraverso, dove in occasione dei quarant’anni della legge Basaglia si avvicenderanno Paolo Crepet, Giovanni Nuti e Willie Peyote. Tra gli altri ospiti ed eventi, un ricordo di Chet Backer a trent’anni dalla morte, con Felice Reggio e Giorgio Li Calzi, e poi Neri Marcorè in doppio appuntamento nell’area archeologica di Libarna e poi a Monforte d’Alba, e ancora il divulgatore e storico Alessandro Barbero, passando da Oscar Farinetti a Giovanni Lindo Ferretti, che vent’anni fa dedicò ai territori di Attraverso un disco e progetto musicale dedicato a Beppe Fenoglio. Ad Attraverso sarà anche Ermal Meta, cui seguirà Don Ciotti, e ancora Massimo Gramellini e Giuseppe Cederna. Gli incontri sono tanti e percorrono luoghi e strade diverse, il programma completo è consultabile sul sito di Attraverso Festival.

Uomini e storie delle terre di mezzo, è il sottotitolo dell’edizione 2018, una rassegna che si svilupperà come un vero e proprio percorso turistico-spettacolare nei territori regionali inseriti nella World Heritage List dell'Unesco nel 2014 e quelli limitrofi del basso Piemonte.«Langhe, Monferrato e Roero diventeranno così, tra spettacoli, concerti, incontri – assicurano le direttrici - un unico scenario diverso per caratteristiche, ma uguale per potenzialità e armonia. Sotto le stelle dell’Unesco, un racconto di radici che si incrociano e danno vita a esperienze nuove, di vie e di rotte che guardano lontano, dove lo sguardo può solo immaginare.»

 Attraverso Festival è un progetto di Associazione Culturale Hiroshima Mon Amour e Produzioni Fuorivia con la collaborazione dell’Ente Parco Aree Protette Appennino Piemontese. Con il sostegno di Regione Piemonte, Fondazione CRT, Fondazione CRC, Fondazione CrAsti, e il coordinamento di Fondazione Piemonte dal Vivo.

Potrebbe interessarti anche: , Gli adulti non esistono: uno spettacolo per sorridere dei quarantenni, con Enrica Tesio e Mao , Il Cap 10100 di Torino riapre tra concerti, musica e novità , EstOvest Festival 2019: le strade del suono. Il programma tra Piemonte e Liguria , I concerti di ottobre da non perdere a Torino: Pixies, Achille Lauro, Coez , Teatro Regio di Torino: la stagione dei concerti 2019/2020

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.