Cultura Torino Lunedì 4 giugno 2018

Torino Estate Reale tra musica e spettacolo con Bollani, Noemi e l'orchestra di San Pietroburgo

Torino - Quindici serate di spettacolo tra danza contemporanea, grande musica classica, concerti pop e spazio per la magia e lo spettacolo: un cartellone per tutti i gusti e aperto ai pubblici più disparati quello di Torino Estate Reale 2018, rassegna cittadina che si inserisce nella più ampia cornice degli eventi estivi di Palchi Reali nelle residenze sabaude.

Scenario per le serate all’aperto di Torino sarà infatti, dopo il felice esperimento dell’anno passato, ancora una volta piazzetta Reale, dentro la quale prenderà forma uno spazio teatrale adibito agli spettacoli della rassegna, affacciato direttamente sul prospetto di Palazzo Reale e avvolto dalla magica atmosfera della piazza principale della città.

«Anche quest’anno siamo riusciti a intrecciare il patrimonio dei Musei con un programma diversificato e per tutti i tipi di pubblico – ha sottolineato la direttrice dei Musei Reali Enrica Pagella – ci sarà una novità rispetto all’anno scorso perché il palco sarà disposto in modo diverso. Avevamo pensato ai Giardini Reali come location per Torino Estate Reale, ma non abbiamo ancora livelli di accessibilità opportuni. I Musei Reali saranno però un grande compendio per questa rassegna, come nel 2017 abbiamo costruito occasioni di collegamento con gli spettacoli e di visite, per un’estate da godere anche dentro i Musei, e per tutti».

L’8 giugno, per esempio, la Biblioteca Reale sarà aperta con possibilità di visite alla mostra La cucina di buon gusto, ma ci saranno altre due aperture straordinarie durante Torino Estate Reale, sabato 30 giugno prima dello spettacolo di magia Masters of Magic e giovedì 5 luglio per l'omaggio di Paolo Fresu e Gaetano Curreri a Lucio Dalla: presentando il biglietto degli spettacoli, si potranno visitare i Musei Reali con ingresso ridotto a 6 euro (19.30-21.30). Nella corte dei Musei andrà inoltre in scena il cinema all’aperto, parte integrante del grande programma di Palchi Reali 2018, che coinvolge Torino e le regge sabaude nelle zone limitrofe della città.

«Per dare sostegno e far percepire la centralità dei Musei Reali, e il lavoro straordinario di ripensamento dell’intero complesso di Palazzo Reale e delle sue collezioni, abbiamo voluto lavorare per ricostruire il teatro all’aperto di Torino Estate Reale – ha spiegato l’assessore alla cultura del comune di Torino Francesca Leon – sarà un vero teatro con gradinate che consentiranno una migliore godibilità degli spettacoli e in particolare della danza, e ci sarà anche un aumento dei posti disponibili».

Torino Estate Reale inaugurerà il 27 giugno: sul palco un succedersi di proposte di alto livello che spazieranno da tanti universi culturali portando nel cuore di Torino grandi momenti di spettacolo. Protagoniste saranno per esempio le grandi orchestre della città, in un programma che vuole dare risalto e valore alla ricchezza di Torino di produrre cultura. Parola d’ordine multidisciplinarità, con l’obiettivo di arrivare a pubblici diversi coinvolgendo così una rosa di target differenti, ai quali sarà rivolto anche l’invito a esplorare i Musei Reali, avvicinandosi così al patrimonio culturale torinese anche da un’altra porta. «Sono sicura che saranno in tanti a partecipare con noi agli spettacoli sotto le stelle – ha confermato l’assessore Leon – la programmazione è importante, e fa parte dell’insieme molto più vasto di Palchi Reali».

La rassegna si inaugurerà mercoledì 27 giugno con le note dell’Orchestra Klassika di San Pietroburgo diretta dal Maestro Kantorov. Giovedì 28 giugno arriveranno i giovani ballerini dell’hip-hop nazionale francese di Casablanca in un’assoluta novità italiana: Danser Casa. Sabato 30 giugno sarà la volta del Gran Galà della Magia con Masters of Magic. La popolare trasmissione televisiva, diventerà uno straordinario show dal vivo in Piazzetta Reale. Domenica 1 luglio sarà Dulce Pontes a calcare le scene con il suo stile unico, frutto dell'unione delle sonorità piene di saudade del fado con quelle più moderne del pop e del folk. La manifestazione proseguirà il 3 luglio con il concerto dell’Orchestra Filarmonica di Torino in Sogni Reali, una serata interamente dedicata a Beethoven.

Mercoledì 4 luglio si potrà assistere a Bella ciao, il più grande spettacolo del folk revival italiano riallestito cinquanta anni dopo da un’idea di Franco Fabbri e con un cast formidabile: Lucilla Galeazzi, Elena Ledda, Luisa Cottifogli, Alessio Lega, Maurizio Geri e Gigi Biolcati. Per Lucio è il tributo che Gaetano Curreri, Paolo Fresu, Raffaele Casarano e Fabrizio Foschini realizzeranno giovedì 5 luglio a Lucio Dalla. Noemi, venerdì 6 luglio, porterà poi il suo tour in supporto al nuovo disco, La Luna, sul palco dell’Estate Reale.

Il 7 luglio i solisti e il corpo di ballo Daniele Cipriani Entertainment si esibiranno in Mediterranea, un inno alla comunione e alle differenze delle culture che si sono confrontate nei secoli da una parte all’altra del Mare Nostrum. Il Direttore James Conlon, l’8 luglio,  dirigerà lOrchestra Sinfonica Nazionale della RAI in un programma che spazierà da Rossini a Dvožàk mentre martedì 10 luglio, andrà in scena il Balletto di Stato Accademico di Danza Popolare di Igor Moiseyev.

Stefano Bollani sarà ospite in Piazzetta Reale, giovedì 12 luglio con Que Bom, album appena uscito, composto di soli brani inediti e originali, realizzato interamente a Rio. Torino Estate Reale continuerà il 13 luglio con un concerto di mezza estate eseguito dall’Orchestra e Coro del Teatro Regio con musiche di Mendelsshon e Bizet. Sarà affidato a Rocco Papaleo, sabato 14 luglio, il penultimo appuntamento della rassegna, uno show fatto di pensieri sparsi, brevi annotazioni e rime lasciate in sospeso; un riuscito esperimento di teatro-canzone con un occhio a Gaber e uno alla Basilicata. Lo straordinario balletto di Eleonora Abbagnato, prima étoile italiana dell’Opéra di Parigi, domenica 15 luglio, concluderà la manifestazione estiva con un omaggio a Puccini e alle sue eroine tragiche, Manon Lescaut, La Bohème, Tosca e Madama Butterfly.

«La città sta lavorando per rafforzare la relazione con la Russia – ha ricordato il sindaco Chiara Appendino evidenziando l’importanza dei due appuntamenti con la musica e la danza di San Pietroburgo, annunciando che in settembre il governatore della città russa dovrebbe essere a Torino – è importante lavorare su iniziative come Torino Estate Reale per un duplice motivo, da una parte creare un programma culturale di livello ma accessibile, dall’altra investire e vivere i nostri spazi cittadini come luoghi di cultura. Come già avvenuto nel 2017, il pubblico risponderà e noi raccoglieremo frutti e proposte».

Gli allestimenti dell’area spettacoli e la direzione di produzione di Torino Estate Reale sono stati curati dalla Fondazione del Teatro Regio di Torino in virtù di una collaborazione ormai consolidata, che utilizza le esperienze e le professionalità presenti in teatro per la produzione di esibizioni dal vivo particolarmente complesse.

Tutti gli appuntamenti di Torino Estate Reale avranno inizio alle 21.30, i biglietti saranno in vendita da mercoledì 6 giugno presso l’Urban Center Metropolitano di Piazza Palazzo di città. Il cartellone e tutti i dettagli sugli spettacoli sul sito di Torino Estate Reale.

Potrebbe interessarti anche: , Al Museo Egizio di Torino l'innovativa ricerca sul «profumo» dei reperti , 50 anni dall'allunaggio: a Torino e Cuneo eventi e mostre per la Luna , Il Museo Egizio di Torino: un patrimonio di tutti. L'intervista al direttore Christian Greco , Cuneo Illuminata 2019, un'edizione dedicata alla luna. Il programma , L'estate 2019 in Piemonte tra festival, castelli, itinerari nella natura e arte sacra

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.