Outdoor Torino Sala Luterana Martedì 21 marzo 2017

Messer Tulipano 2017, la primavera al Castello di Pralormo

Altre foto

Torino - È primavera, e come consuetudine sbocciano le migliaia di tulipani colorati del Castello di Pralormo, tra Torino e le Langhe. Da sabato 1 aprile a lunedì 1 maggio 2017 torna Messer tulipano, diciottesima edizione della grande manifestazione che annuncia la bella stagione mostrando la bellezza e l’incanto con ben 90mila tulipani e fiori che ornano il parco intorno al Castello. Varietà speciali, tavolozze di colore e novità per un piantamento che ogni anno riesce a rinnovarsi regalando scorci, sensazioni e profumi che stupiscono grandi e piccoli in arrivo da tutta Italia e dall’Europa.

La magia di Messer Tulipano è tutta lì, nelle grandi aiuole del parco, davanti alle quali si sgranano gli occhi per riuscire ad afferrare tutte le sfumature di colore, tutta la semplice ed effimera bellezza dei petali colorati di tantissimi tulipani, sapientemente interrati a formare vere e proprie praterie e disegni.

A Pralormo sono prossimi alla fioritura i famosi tulipani neri, ma anche altre varietà insolite a cui sono dedicati specifici percorsi: i pappagallo, i viridiflora, i fior di giglio e i frills, caratterizzati dalle punte dei petali sfrangiate. Tra le attesissime novità del 2017, un viale di giovani ciliegi giapponesi, che porterà nel parco la magia dell’ hanami orientale: nuvole delicatissime di fiori rosa che circonderanno le gradazioni altrettanto rosa dei tulipani in chiave tutta piemontese. E a proposito di tulipani color rosa, il parco di Pralormo quest’anno ospiterà anche migliaia di rari tulipani secolari rosa antico che, curati nel corso del tempo da generazioni di coltivatori, mantengono il loro delicato profumo. Per chi ancora non fosse sazio di petali, colori e bellezza, il parco, che risale al '800 e vanta la firma di Xavier Kurten, architetto che progettò numerosi giardini delle residenze sabaude, ha mantenuto i suoi alberi secolari, tra i quali alterna le sinuose aiuole piantate a bulbi e timide aree di sottobosco, dove si fanno ammirare muscari, narcisi e blue bell.

Fin dal '700 Pralormo e i suoi conti sono appassionati di giardinaggio e fiori: fu la Contessa Tommasina, allora, a richiedere al Conte Baldassarre di Piossasco, botanico e architetto di giardini, di disegnare un nuovo progetto dedicati al parco. Più tardi l’idea prese vita grazie a Kurten e al gusto della Contessa Matilde che diede vita alla meraviglia della fioritura a rotazione, facendo sì che nel parco fiorissero specie diverse in ogni stagione. Nel 1999 Consolata Pralormo, ispirata da un viaggio in Olanda e dal Doctor Tulp di una tela di Rembrandt, creò Messer Tulipano, guadagnandosi l’ammirazione dei tanti visitatori che ogni anno celebrano la primavera al Castello, e anche il nome di un tulipano - il Contessa Pralormo - dedicatole dagli ibridatori olandesi.

Quest’anno, sulla scia della tradizione che ogni anno propone allestimenti ed esposizioni diverse, il tema collaterale alla fioritura dei tulipani sarà “gli alberi raccontano”. Tra bonsai, un orto aromatico, creazioni e collezioni di legni e semi rari, sarà presente anche un grande telaio per tessere una quercia tra i tulipani. Ma non mancheranno le sorprese, come le biciclette in bambù dedicate al castello e chiamate Aristobike, che saranno esposte ai piedi di un maestoso cedro del libano presente nel parco. Il tema della natura è centrale, e sarà interpretato ancora più intensamente in questa edizione di Messer tulipano perché da quest’anno il parco rientra ufficialmente nel territorio-sito UNESCO protetto CollinaPo.

Sempre agli alberi sarà dedicato anche il progetto di moda e arte Aux abres citoyens, dello stilista Walter Dang: tra le ispirazioni ci sono anche l’albero più grande al mondo, il Cipresso di Montezuma, in Messico, con i suoi 35 metri di diametro e 30 di altezza, e quello più antico, Methuselah, che vive da 4800 anni sulle White Mountains della California. Ogni spazio del parco e del Castello prenderà vita con iniziative dedicate: nella serra francese, tra le orchidee Vanda, sarà esposta una collezione di semi rari raccolti in tutto il mondo da botanici ed esploratori, mentre nell’antico granaio si svolgeranno degustazioni guidate dei mieli di alberi Piemontesi, tra acacia, tiglio, castagno e melata di abete. A Pralormo si troverà anche, per l’occasione, la maquette dell’albero della vita, simbolo di Expo Milano 2015, a ricordare la centralità della natura con le solide basi – il tronco e le radici – e un’esistenza piena, fatta di rami, foglie e frutti.

Non mancheranno, a proposito di Expo, le degustazioni, che si intrecceranno a concerti, danze, performance e presentazioni di libri sul giardinaggio. Oltre ai due itinerari alla scoperta delle sontuose sale del Castello, tuttora residenza abitata dei Conti di Pralormo, che si divideranno tra il percorso con cantine, dispense, cucine, saloni e salotti e quello, nuovo, dedicato al plastico ottocentesco con trenini d’epoca in funzione, sono previsti anche appuntamenti dedicati ai più piccoli, ogni fine settimana. Il calendario completo è al sito www.castellodipralormo.com.

ORARI

Dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19. La visita dell’interno del Castello è possibile fino a esaurimento posti e prevede un biglietto aggiuntivo.

BIGLIETTI

Ingresso
Intero 8 Euro
Ridotto per gruppi prenotati e convenzioni 6,50 Euro
Ridotto bambini da 4 a 12 anni 4,00 Euro
Gratuito fino a 4 anni

Potrebbe interessarti anche: , Parco Nazionale Gran Paradiso: il compleanno alla Festa della Buleta, programma ed eventi , Ferragosto Occitano: tra il Monviso e la Valle Grana con i Lou Dalfin e il funambolo Andrea Loreni , The Color Run Torino 2019: a settembre la città si colora di amore e divertimento , Parchi avventura tra Torino e dintorni, da Pino a Candia passando per Cesana e Bardonecchia , Cabrio Eataly Food Tour: quando l’aperitivo diventa un Tour al tramonto

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.