Food Torino Suoneria Settimo Torinese Mercoledì 13 aprile 2016

Cucina di Comunità, in via Baltea un mix tra ricette e persone

Cucinare
© Shutterstock

Torino - Nel cuore di Barriera di Milano, storico e antico quartiere periferico di Torino, è nato da poco un laboratorio dove si impara a cucinare miscelando ingredienti e persone. È la Cucina di Comunità di via Baltea 3, uno spazio multifunzionale dove sperimentare e stringere relazioni, all’insegna delle tre parole chiave del progetto: recuperare, inventare, spadellare, con un occhio alla socialità e uno alla sostenibilità.

La cucina aperta di Via Baltea fa parte di una cosiddetta casa del quartiere, un’ex tipografia di novecento metri quadri che ospita numerosi laboratori artigianali affiancandoli a un’attività di ristorazione. Spazi e cucina sono però anche e soprattutto aperti al pubblico, in particolare ai cittadini del quartiere che, aderendo ai vari progetti (ce ne sono di tantissimi tipi, da corsi falegnameria alla jazz school, dal teatro alle attività di community building), trovano in via Baltea 3 uno spazio per produrre e autoprodurre, creando così non solo gustose ricette ma legami vivi di cittadinanza, con un occhio di riguardo alla filosofia del riciclo e della sostenibilità.

L’esperienza degli incontri di cucina, votati all’incontro e all’azione contro gli sprechi, ha visto per il suo primo appuntamento, venerdì scorso, un’ospite di eccezione. La giovane scrittrice e blogger torinese Noemi Cuffia, che contribuirà alla costruzione di un libro per raccontare Cucina di Comunità: «sono stata coinvolta per prendere qualche appunto in vista della scrittura di una prefazione al libro che uscirà alla fine del percorso – racconta – anche se teoricamente non aderisco al progetto, sono andata in Via Baltea la prima volta e mi sono messa a lavorare anche io. Abbiamo preparato un crumble, che ho scoperto essere un cibo povero inventato in Gran Bretagna durante la guerra. Si fa con gli avanzi, pane secco e tutto quello che si ha in casa, verdura, carne, ma anche dolci».

E a proposito di avanzi e spreco, Cucina di Comunità è gestita dalla cooperativa Sumisura – Risorse per l’Ambiente e la città, che supporta diverse azioni di sviluppo locale in tutta la città di Torino ed è affiancata in questa nuova avventura dalla collaborazione di Fa bene, progetto che guarda ad azioni di integrazione sociale e sostenibilità recuperando invenduti e donazioni nei mercati rionali.

Mentre si impara a non sprecare riutilizzando gli scarti e assemblandoli in nuove ricette, in Via Baltea si fanno anche incontri. Stringere relazioni cucinando è uno degli aspetti interessanti del progetto Cucina di Comunità che ha colpito positivamente anche Noemi: «è uno spazio aperto a chiunque, si può andare lì per imparare a cucinare sotto la guida dell’insegnante e quel che si è preparato lo si può portare a casa. Di base è un semplice laboratorio di cucina, dove si imparano ricette facili con ingredienti semplici, dall’altro lato però è davvero un momento di aggregazione, per il quartiere e per qualsiasi tipologia di persona». E così gli abitanti di Barriera di Milano, stranieri o disabili si ritrovano ai fornelli a chiacchierare e conoscersi, un’attività che favorisce l’integrazione sociale e implementa positivamente il senso di autostima dei partecipanti, spesso provenienti da situazioni di difficoltà e inadeguatezza, anche economica.

«È un nome perfetto – spiega Noemi – perché è vero, è una cucina di comunità al cui interno si crea un senso di famiglia alla vecchia maniera. C’è una cucina molto grande, tutti fanno qualcosa, chi ha più capacità è attivo, gli altri magari osservano. È un’esperienza davvero bella». Cucina di comunità è realizzata con il contributo della Fondazione CRT e della Compagnia di San Paolo, Via Baltea 3 è aperta dal martedì al sabato dalle 11 alle 23, per informazioni sul progetto si può curiosare la pagina Facebook.

Potrebbe interessarti anche: , Torino Restaurant Week: da Pasquetta al 28 aprile gustando gli antipasti del territorio , Leonardo Da Vinci a Torino tra arte e cucina rinascimentale: le visite guidate , Vinum: ad Alba la più grande enoteca a cielo aperto d’Italia , Mercato Centrale a Torino: Porta Palazzo nuovo polo del food in città , Torino: nasce il Consorzio del Vermouth, la presentazione a Vinitaly

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.