Addio ecomostro, il Parco delle Orobie Valtellinesi ottiene la Bandiera Verde di Legambiente - Sondrio

Addio ecomostro, il Parco delle Orobie Valtellinesi ottiene la Bandiera Verde di Legambiente

Attualità Sondrio Lunedì 23 agosto 2021

Clicca per guardare la fotogallery Altre foto

Sondrio - È stata consegnata il 23 agosto 2021 al Parco delle Orobie Valtellinesi la Bandiera Verde, una delle 19 assegnate in tutta Italia nel 2020 dalla Carovana delle Alpi di Legambiente (oltre al Parco delle Orobie Valtellinesi, le altre realtà della Lombardia che se la sono aggiudicata sono la Filiera del pane di Bergamo, il bio-distretto della Val Camonica e il Comune di Lecco).

La Bandiera Verde al Parco delle Orobie Valtellinesi è un riconoscimento per l'impegno nel ripristino dell'ambiente naturale e l'incremento degli habitat in un sito di importanza comunitaria, avvenuto dopo lo smantellamento di un impianto sciistico abbandonato. «L’intervento di riqualificazione ai Campelli riceve  la Bandiera Verde di Legambiente come riconoscimento per la difesa di un patrimonio unico minacciato dalle azioni dell’uomo oltre che dagli effetti della crisi climatica», spiega Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia: «interventi come questo valorizzano l’attenzione agli habitat naturali, alla biodiversità ma anche alla vocazione dei territori e allo sviluppo di attivitàimprenditoriali inclusive e sostenibili».

Il progetto è quello realizzato ai Campelli, nel comune di Albosaggia, a 1300 metri di quota, dovec’erano le strutture fatiscenti dell'impianto di risalita dismesso dalla fine degli anni Sessanta, che sono state smantellate permettendo la bonifica e il recupero ambientale dell’area. Il progetto si è concluso con la rinaturalizzazione della zona, che rientra nella Rete europea Natura 2000 denominata Valle del Livrio, e alla sua restituzione alla frequentazionedegli appassionati di trekking, escursioni e sci alpinismo.

L’importante intervento di riqualificazione ai Campelli è stato finanziato da un bando regionale per il recupero delle zone degradate, a cui si sono aggiunti i fondi del Parco e il contributo del Comune di Albosaggia, per un costo complessivo di 65 mila euro.

«È una grande notizia la realizzazione di questo progetto di riqualificazione che ha permesso di ripristinare il paesaggio deturpato da un ecomostro fatiscente e di ristabilire l’habitat naturale di questo luogo bellissimo che, oltre ad essere un importantepatrimonio naturalistico del territorio è anche meta di turisti ed escursionisti», commentaMarzio Marzorati, coordinatore di Federparchi Lombardia.

«Siamo orgogliosi di questo riconoscimento, un simbolo per chi opera in campo ambientale, e ringraziamo Legambiente per l'attenzione riservata alla Valtellina, conclude Doriano Codega, presidente del Parco delle Orobie Valtellinesi: «quello che rimaneva del vecchio impianto era brutto da vedere e nocivo per l'ecosistema in una zona di grande pregio ambientale frequentata sia in estate che in inverno. Con questo intervento si concretizza un lungo lavoro di tutela dei valori naturali e ambientali avviato negli anni scorsi in collaborazione con il Comune diAlbosaggia che ci ha consentito di restituire ai cittadini e ai visitatori la piena fruibilità dei luoghi».

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Sondrio consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Sondrio.