Weekend Savona Mercoledì 10 gennaio 2001

Grotte di Liguria: Toirano

Genova - Non so se siete mai stati sorpresi da una tempesta in un bosco durante la cattiva stagione. Si cerca subito riparo sotto gli alberi, tra le rocce, meglio ancora in una grotta. E’ così che probabilmente hanno fatto alcuni nostri antenati, dei gagliardi Homo sapiens di 15.000 anni fa qui a Toirano. Sicuramente hanno conteso questo rifugio ai massicci orsi delle caverne, che vivevano qui da migliaia di anni. Non male per riprendersi dal freddo e dalla pioggia. Poi, forse, convinti dall’ambiente ospitale, almeno per gli “standard” dell’epoca, si sono fermati e hanno cominciato a vivere qui lasciando le loro tracce ovunque.
E’ proprio lo scheletro di uno di questi orsi ad accogliervi nella grotta di Toirano, l’attrazione speleologica più nota della Liguria. Non inquietatevi, oggi niente orsi ne cunicoli scivolosi e claustrofobici da esplorare con le torce. La visita è piuttosto tranquilla ed è condotta da una guida assieme ad un nucleo di poche persone. Non sarà un incubo capire quello che dice. E ne vale la pena, perché, come vi ho anticipato, nelle grotte c’è davvero di tutto. Ne ho viste un po’ in Italia e all’estero e raramente ho trovato questa varietà.
Oltre alle magnifiche concrezioni, alcune delle quali particolarissime, troverete i vari reperti paleontologici, risalenti al Paleolitico. Non mi dilungo troppo, le guide e i link sottostanti saranno ben più esaurienti di me. In ogni caso tutto molto suggestivo e anche un po' avventuroso.
Per ora purtroppo non esiste la possibilità di fare un escursione speleo seria, con tanto di tuta, lampada ad acetilene, funi e guida. Spero che in futuro l’organizzazione lo consentirà, un po’ come fanno nelle Marche, a Frasassi . Ve ne parlerò presto, è un esperienza assolutamente straordinaria.
La visita qui a Toirano dura poco più di un oretta. Ricordatevi che in grotta la temperatura non cambia che di pochissimo durante l'anno. E’ di circa 13 gradi, quindi vestitevi di conseguenza. Non portatevi scarpe di legno o roba simile se non volete fasciarvi per terra. L’ideale sono le scarpe da trekking, anfibi o da ginnastica.
Le guide sono molto disponibili e potrete fermarvi a parlare un po’ con loro se vi interessa qualcosa. Se poi volete approfondire contattate la Società Speleologica Italiana o compratevi questo libro davvero mitico: "Le nostre grotte, guida speleologica ligure", Editrice SAGEP. Lo trovate di sicuro da Mondini & Siccardi in Via Cairoli 39r.
Godetevi questi due link con informazioni, immagini, orari, cartine e tutto il resto. Ottime le foto.
www.ivg.it/com2/toirita.html
www.italianriviera.com/grotte.htm
Per raggiungere la grotte si esce a Pietra Ligure o ad Alberga. In ogni caso sono presenti le indicazioni in autostrada e sui collegamenti qua sopra.
Non dimenticate di fare un passo anche a Toirano, un borgo incantevole a due passi dalle grotte.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Bernini Di Francesco Invernizzi Documentario 2018 Gli artisti che restituiscono nuovi punti di vista sulle cose, differenti prospettive e visioni, sono quelli che cambiano la storia. Gian Lorenzo Bernini è uno di questi. Lo scultore barocco che ha mutato la nostra cultura attraverso un utilizzo... Guarda la scheda del film