FestivAlContrario: i prossimi appuntamenti tra Dante, natura, camminate e sostenibilità - Savona

FestivAlContrario: i prossimi appuntamenti tra Dante, natura, camminate e sostenibilità

Teatro Savona Martedì 27 luglio 2021

Ensemble 400

Contenuto in collaborazione con FestivAlContrario

Savona - Proseguono gli appuntamenti di FestivAlContrario: una settimana dedicata alla musica antica con tre concerti (29 luglio ad Albenga, 31 luglio e 1 agosto a Castelvecchio) e al turismo sostenibile (Controdialogo, 31 luglio Castelvecchio). Ecco il programma:

  • Giovedì 29 luglio, alle ore 19 in piazza Trincheri ad Albenga, il concerto Dante e la Musica: dalla lirica trobadorica all’Ars Nova Italiana. Eseguito da Ensemble 400. Evento gratuito fino a esaurimento posti senza necessità di prenotazione.

Ensemble 400 - che ha recentemente accompagnato lo storico Alessandro Barbero nella conferenza sulla vita politica di Dante a Palazzo Ducale di Genova - presenta un programma di concerto dedicato al rapporto tra il grande poeta e l'arte musicale del suo tempo. L'arte poetica di Dante Alighieri deve molto alla lirica trovadorica. I trovatori giunsero in Italia alla fine del XIII secolo per lavorare nelle più importanti città. In alcuni scritti del poeta si trovano testimonianze sulla sua frequentazione con alcuni di questi poeti: nel Purgatorio cita alcuni dei più grandi autori del tempo, da Arnault Daniel a Giraut de Borneil, Bernart de Ventadorn ad altri.

  • Sabato 31 luglio, alle ore 18.30 in piazza Cavour a Castelvecchio di Rocca Barbena, incontro Controdialogo: turismo e sostenibilità nei territori rurali. Evento gratuito fino a esaurimento posti senza necessità di prenotazione.

Riscoprire i borghi dell'entroterra attraverso il turismo lento ed esperienziale e con progetti culturali mirati: è il primo passo verso il ripopolamento e lo sviluppo sostenibile dei territori. Un'esplorazione dei cambiamenti in corso nel mondo del turismo e le opportunità che si aprono per la nostra Regione. Intervengono:

Ilaria Cavo. Giornalista, scrittrice, Assessore regionale alle Politiche socio sanitarie e Terzo Settore, Politiche giovanili, Scuola, Università e Formazione, Cultura e Spettacolo, Programmi comunitari di competenza.

Dott. Paolo Masini. Ideatore e coordinatore del progetto MigrArti, concreto riferimento culturale sul tema dell’immigrazione a livello mondiale, per MIBACT. Responsabile dei rapporti scuola/cultura e sport/cultura per il Dicastero. Presidente del Comitato scientifico Museo delle emigrazioni, Assessore Roma Capitale, già Presidente Commissione Cultura Assemblea Capitolina.

Paolo Piacentini è uno dei maggiori esperti di “Cammini” in Italia. È fondatore e presidente di Federtrek, ente di promozione sociale attivo in tutta Italia. Esperto Cammini turismo lento per i Ministro Franceschini e Funzionario presso Direzione Turismo.

  • Sabato 31 luglio, alle ore 21.30 sul sagrato della Chiesa N.S. Assunta di Castelvecchio di Rocca Barbena, il concerto Naturalis Concordia:  uomo, natura, tempo e cosmo nella musica medievale. Eseguito da Ensemble 400. Biglietto intero 15 Euro, ridotto 10 Euro. I biglietti sono acquistabili online  o in loco, previa verifica della disponibilità dei posti scrivendo a info@festivalcontrario.com

"Il Medioevo non esiste... il Medioevo è tutto e il suo contrario". Con queste espressioni la giovane musicologa Sara Maria Fantini introduce le note di sala del programma di concerto di Ensemble 400, formazione di riferimento per il repertorio antico.

La scarsa dimestichezza che abbiamo con la cultura medievale - ossia l'insieme delle molte e varie espressioni di un sapere spirituale che abbraccia quasi dieci secoli - ci costringe ad essere approssimativi o al contrario iper-specialisti, specie quando ci si addentra nell'esplorazione di concezioni filosofico-cosmologiche. Riguardo alla musica, l'uomo medievale ne considera una valenza che va ben oltre la funzione estetica: è la disciplina che permette di conoscere l’armonia che regola i corpi statici o i fenomeni in movimento. Oggi ci siamo allontanati da questo pensare ma possiamo avventurarci a ritroso in una storia che ci appartiene, grazie alle suggestioni di antichi frammenti tratti da codici dal XII al XIV secolo e al suono di strumenti copie di esemplari dell’epoca.

L’atto di camminare cantando ha radici lontane, legate a tradizioni devozionali ma anche laiche, basti pensare alle marce alpine: il ritmo del canto si trasferisce a quello del passo e crea nel gruppo un senso di unificazione spirituale. Il genere della lauda - le cui più antiche testimonianze a noi giunte risalgono al XIII secolo - nasce come forma di musica popolare da cantare e suonare camminando, per farsi più complessa nella sua evoluzione quattro-cinquecentesca.

Ensemble 400 - formazione specializzata nel repertorio antico in residenza artistica durante il Festival - propone una camminata musicale attraverso le diverse cappelle votive che sorgono nei dintorni del borgo. Tutti gli interessati potranno partecipare ad alcune prove aperte per l'apprendimento dei ritornelli di semplici laude di epoca medievale, che faranno da cornice sonora a questo percorso artistico e naturalistico, in collaborazione con Centro Studi L’Albero delle Note.

Spiegazioni storico-artistiche a cura di Roberto Badano, conoscitore dell'arte sacra e delle tradizioni locali. L’evento - pensato per coniugare natura, persone, musica e arte - ha un approccio laico e rispettoso dello spirito dei luoghi.

Scopri cosa fare oggi a Savona consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Savona.