Weekend Savona Martedì 7 aprile 2015

Escursioni a Ponente, nuovi sentieri a Varigotti

di
Punta Crena, Varigotti
© alexandros80 / flickr.com

Genova - Rinascono nuovi sentieri nella riviera di ponente. Per la gioia degli amanti della natura e delle escursioni, l'associazione Associazione Costa Balenae – Le Tre Terre annuncia che da sabato 11 aprile, grazie a una serie di lavori di ripristino e manutenzione, sono nuovamente praticabili tre sentieri delle Tre Terre - lo spicchio di territorio che dalle marine di Varigotti e Noli sale sino alle Mànie - grazie al contributo dei soci e al sostegno finanziario della Fondazione De Mari Carisa.

«Da oggi chi sale da Noli alla Torre delle Streghe può agevolmente scendere a Varigotti con il Sentiero del Pellegrino, grazie ad un percorso che lambisce la Chiesa di San Lorenzo Vecchio, giunge e attraversa la vecchia strada e riprende il percorso sentieristico fino alla Torre della Baia dei Saraceni (antico porto interrato dai genovesi) per scendere poi sulla baia stessa», spiega Ombretta Fumagalli Carulli, presidente dell'associazione.
«È ormai ultimato anche il Balcone sul mare, che, dal Sentiero del Boriolo di Varigotti, già strada medievale, sale fino a percorsi rettilinei di particolare fascino panoramico profumati dalle erbe aromatiche», prosegue: «abbiamo, infine, risistemato un Sentiero medievale di Noli, che consente di ammirare più comodamente l’antica Repubblica Marinara».

La spinta decisiva per il recupero dei sentieri è venuto dall'alluvione del 15 novembre 2014, che ha causato le frane di sentieri e terrazze storiche di Varigotti. Di qui, una riflessione sulla prevenzione e sulla salvaguardia del territorio. «Se la manutenzione dei sentieri è importante per turismo, cultura e paesaggio, risulta prioritario che enti e amministrazioni pubbliche, nonché cittadini, comprendano a fondo la funzione strategica dei sentieri stessi, in termini di prevenzione dei danni idrogeologici», aggiunge Ombretta Fumagalli Carulli: «il complesso ed articolato sistema dei sentieri e terrazzamenti svolge, infatti, un importante ruolo di micro regolamentazione delle acque piovane, costituendo il cuore del sistema idraulico di regimazione delle acque, testato da oltre 800 anni di storia e che fino a ieri ne garantiva la sicurezza idrogeologica».

«Poiché la mancanza di presìdi agricoli territoriali ha causato l'abbandono del territorio, è anche necessario ricongiungere ambiente e agricoltura, mare ed entroterra» conclude Ombretta Fumagalli Carulli: «ci piacerebbe, perciò, si parlasse anche del possibile sviluppo di nuove piccole giovani imprese per il rilancio della agricoltura, dell’allevamento, dell’agroalimentare, del turismo e della cultura del nostro territorio, ma anche della burocrazia che a volte frena le iniziative dei Cittadini. E le iniziative, anche per i giovani under 35, non mancano. La Fondazione Cima, che studia e sperimenta, attraverso il Vivaio Forestale Pian dei Corsi, come coniugare lo sviluppo delle nostre terre e la riduzione dei rischi, partecipa a Restartapp, l'iniziativa della Fondazione Garrone volta alla formazione di 30 giovani aspiranti imprenditori sull’Appennino».

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La donna elettrica Di Benedikt Erlingsson Drammatico 2018 Halla è una donna dallo spirito indipendente che ha superato da un bel po' la quarantina. Dietro la tranquillità della sua routine si nasconde però un'altra identità che pochi conoscono. Conosciuta come "la donna della montagna",... Guarda la scheda del film