Weekend Savona Giovedì 2 ottobre 2014

L’avanzata francese a Loano. Tre giorni di rievocazione storica

di
© Silvio Massolo

Genova - Da venerdì 3 a domenica 5 ottobre, Loano è teatro di una grande rievocazione storica che porta nella cittadina del ponente savonese i più rappresentativi gruppi europei di re-enactment provenienti da Francia, Belgio, Inghilterra, Austria, Repubblica Ceca, Germania, Svizzera, Malta e naturalmente Italia.

Nelle tre giornate viene ricostruita l’avanzata francese del 1794 che portò le truppe in Liguria sulla linea di Borghetto Santo Spirito. I partecipanti al raduno appartengono a gruppi composti da appassionati cultori del periodo, che si sono assunti il compito di conservare la memoria storica di singoli reparti militari dell’epoca, attraverso uno studio accurato fatto di ricerche d’archivio e letterarie.

L’avanzata francese chiude la stagione estiva loanese, che si era aperta con l’Air Show delle Frecce Tricolori ed è proseguita con eventi comevla Notte Bianca (con la presenza di Arisa), tante serate di musica e teatro al Giardino del Principe, la settimana del Premio Nazionale Città di Loano per la Musica Tradizionale Italiana, i concerti nelle vie del centro.

I luoghi

In programma l’allestimento di un accampamento francese in via Bergamo (zona plesso scolastico Mazzini-Ramella), dove i gruppi partecipanti vivono la vita del soldato di fine Settecento, dormendo nelle tende sulla paglia. La cavalleria francese staziona invece nell’area del Giardino del Principe.
Per l’occasione vengono ricreate due aree di battaglia, la prima in via degli Alpini, la seconda sul lungomare Garassini.

Il programma

Le truppe iniziano ad animare le vie del centro da venerdì 3 ottobre alle 16.00.
Sabato 4, alle ore 10.30, è possibile visitare il campo francese. Poi, dalle ore 11.00, iniziano gli scontri delle pattuglie nelle vie del centro. Alle ore 15.30, in via
degli Alpini, è in programma la prima battaglia.
Domenica 5, alle 10.30, sul lungomare Garassini le truppe Francesi passano al contrattacco, costringendo le truppe Austro Piemontesi a ritirarsi. La manifestazione si conclude alle 14.30 con il rientro al bivacco delle truppe.

La storia

Le armate regolari austro-sarde composte da 6 mila uomini e 1500 miliziani piemontesi difendevano il territorio italiano sulla costa Ligure favoriti dalla tattica difensiva e dal terreno montagnoso. L’avanzata dell’armata francese, comandata dal Generale Jadart du Merbion con ai suoi ordini il Generale Napoleone Bonaparte e il Generale Andrè Massena entrò in Italia.
40 mila soldati varcarono i confini passando dalla costa ligure. Il Generale Andrè Massena avanzò con 20 mila soldati su un fronte di 40 chilometri. Il Generale Dumerbion con 12 mila soldati e 16 cannoni avanzò per le Alte Langhe, Calizzano, Montezemolo, Millesimo e Colloredo per attaccare gli austriaci, che disponevano di 42 cannoni e avevano avamposti a Colloredo, Bormida di Mallare e Pallare.

I francesi iniziarono con attacchi diversivi sulle Alpi di Cuneo, poi a nord la brigata Cervoni di 2 mila soldati avanzò da Loano a Finale, riunendosi il 18 settembre con le truppe del Generale Massena.
La maggior parte del Francesi riuniti a Dego, ma privi di artiglieria a causa delle pessime condizioni delle strade, attaccò le posizioni austriache che resistettero sino al 21
settembre. Quella notte gli avamposti Austriaci minacciati sul fianco si ritirarono sulla linea
di Borghetto Santo Spirito, dove si accamparono fino al 23 novembre 1795, data in cui avvenne la controffensiva della più famosa Battaglia di Loano.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

The wife Vivere nell'ombra Di Björn Runge Drammatico 2017 Joe Castleman e la moglie Joan vengono svegliati all'alba da una telefonata proveniente dall'Europa. È la notizia che Joe ha vinto il premio Nobel per la letteratura. Mentre si prepara e poi ha luogo il loro soggiorno a Stoccolma in vista della... Guarda la scheda del film