Teatro Savona Giovedì 7 agosto 2014

Forbici e follia a Borgio Verezzi. E il finale lo decide il pubblico

di
Forbici e follia: il cast con Michela Andreozzi (in scena l’8 e 9 agosto)
© Tommaso Le Pera

Genova - Ultimo debutto di stagione per il quarantottesimo Festival Teatrale di Borgio Verezzi che, per l’occasione offre al pubblico un originale giallo comico interattivo, in cui sono insieme gli attori e gli spettatori a decidere il corso della storia ed il suo finale, con piazza Sant'Agostino trasformata in salone da coiffeur vista mare.

Da venerdì 8 a lunedì 11 agosto, alle ore 21.30, va infatti in scena Forbici & Follia, del tedesco Paul Pörtner, nell’adattamento di Bruce Jordan e Marylin Abrams e nella versione italiana di Gianluca Ramazzotti e Marco Rampoldi, quest’ultimo anche regista.
Protagonisti, Roberto Ciufoli, Michela Andreozzi (in scena l’8 e 9 agosto), Milena Miconi (in scena il 10 e 11 agosto), Max Pisu, Barbara Terrinoni con la partecipazione di Nino Formicola e Ninì Salerno.

Lo spettacolo, a lungo e meticolosamente preparato, «è un gioco di contrasti e di tante possibili verità», spiega il regista. «Forbici & Follia è un salone da coiffeur, di una città italiana. Anzi, della città in cui si rappresenta lo spettacolo. È il racconto di un giorno come tutti altri. Anzi, del giorno in cui si svolge la rappresentazione. Il giorno in cui la tranquilla vita di pettegolezzi che scorre allegramente fra le avances del parrucchiere a tutti i clienti maschi, e i piccoli sogni della sua aiutante - che ha, forse, una relazione con un equivoco antiquario - viene interrotta dall’assassinio della vecchia pianista che vive al piano di sopra, ed è la proprietaria di tutto l’edificio. Ma, colpo di scena, tutti i presenti hanno un movente che giustificherebbe il delitto, ed hanno avuto la possibilità di compierlo. E si scopre che, in realtà, due clienti sono poliziotti in borghese e devono arrestare il colpevole. Come? Con la collaborazione degli spettatori/testimoni oculari, che possono risolvere il mistero, grazie a ciò che hanno visto accadere, e alle domande che sapranno porre».

Lo spettacolo si presenta come eccezionale sin dal suo inizio, che per queste quattro serate non è quello canonico deciso dall’annuncio e dall’abbassamento delle luci, né è fissato un vero e proprio intervallo perché l’azione scenica di confronto tra attori e pubblico non può arrestarsi se non alla fine, con la scelta/scoperta del colpevole.
Il gioco tra realtà e finzione e tra palcoscenico e platea coinvolge al massimo lo spettatore, conducendolo a ritmo serrato nella storia: tra una messa in piega e uno shampoo, il commissario e un divertente poliziotto gestiscono infatti il pubblico/testimone, che grazie a ricostruzioni e interrogatori a colpi di risate, per ogni serata può decidere il suo colpevole e condizionare quindi il finale.

Forbici & Follia è una commedia che già 10 milioni di spettatori in tutto il mondo hanno potuto apprezzare e che è entrata nel Guinness dei primati per aver battuto i record di tenuta in numerose città degli Stati Uniti; si è aggiudicata inoltre il Premio Edgar quale miglior giallo comico in America e il Premio Moliere 2014, miglior commedia a Parigi.

Al termine dello spettacolo di debutto, venerdì 8 agosto, è prevista la consegna del Premio Virgin Active 2013 a Ninì Salerno da parte del presidente della Virgin Active Italia Luca Valotta. Il riconoscimento, già Premio Provincia di Savona, assegnato annualmente dagli abbonati al migliore attore non protagonista presente al Festival, è stato aggiudicato lo scorso anno a Ninì Salerno per la sua interpretazione del brigadiere Laurinchia nello spettacolo Taxi a due piazze di Ray Cooney, andato in scena in piazza Sant’Agostino il 18 e il 20 luglio 2013.

Gli abbonati hanno assegnato il Premio Virgin a Salerno con la seguente motivazione: «Attore, regista e sceneggiatore di successo già molto noto al grande pubblico, Ninì Salerno sale sul palcoscenico verezzino con la sicurezza e la naturalezza di un primattore, nei panni di un irreprensibile brigadiere travolto da un’incredibile catena di equivoci e finzioni. Con la sua interpretazione schietta, spontanea e intrinsecamente comica, riesce a dare ulteriore ritmo ad uno spettacolo già scoppiettante. Brillante, originale e spigliato, con la sua presenza Ninì Salerno contribuisce in maniera significativa alla riuscita e al successo del divertentissimo spettacolo».

Biglietti a 25 Eu (ridotti, 23 Eu; ridottissimi ragazzi fino a 11 anni, 15 Eu).

Potrebbe interessarti anche: , Una Tosca cinematografica al Carlo Felice, con il tema della violenza sulle donne , Nasce Teatri del Paradiso: Teatro Sociale di Camogli e Teatro Pubblico Ligure firmano l'accordo , Passaggi 2019 alla Tosse, rassegna sul fine vita tra teatro e cinema: programma , La classe operaia va in paradiso alla Corte, il capolavoro di Elio Petri con Lino Guanciale , Teatro materico e sensoriale in Macbettu di Teatropersona. La recensione

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.