Savona Giovedì 24 luglio 2014

Meno Miss e più Muretto: nel 2014 niente concorso di bellezza

di
Calina Pletosu (Miss Muretto 2013)
© Comune di Alassio / Flickr.com

Genova - Sono passati più di 60 anni da quando un rustico muricciolo di fronte al Caffè Roma si è trasformato nel Muretto, un vero e proprio simbolo per la città di Alassio.

Voluto e ideato da Mario Berrino, il monumento conta oggi più di ottocento piastrelle in ceramica autografate da personaggi famosi: la prima depositata fu quella dell’amico Ernest Hemingway.
Con il tempo il Muretto ha fatto rivivere i momenti della Dolce Vita ed è diventato un punto di riferimento culturale non solo per la città ma anche per l’intera riviera di Ponente. Ed è focalizzandosi proprio su questo patrimonio evocativo che la famiglia Berrino ha annunciato l’intenzione di intraprendere un progetto di ampio respiro che si concentra sulla valorizzazione di questo Bene Culturale comune.

«Negli ultimi anni, il Muretto è stato associato quasi esclusivamente al concorso di bellezza. Dopo il successo della sessantesima edizione nel 2013, abbiamo sentito la necessità di far tornare al centro delle attività promozionali il monumento e la tradizione alassina» Francesco Di Biase, nipote di Mario Berrino e promotore delle attività legate al Muretto di Alassio. «Il Muretto, nei suoi colori e forme, è una ricchezza di per sé unica per l’intero territorio ed è da questo punto che tutti all’unisono abbiamo deciso di ripartire».

Cosa succederà? In cantiere ci sono nuove idee per iniziative culturali legate al Muretto, che però dovrebbero partire non prima di fine estate. Intanto, per quest'anno, niente concorso di Miss Muretto.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Se son rose Di Leonardo Pieraccioni Commedia Italia, 2018 Cosa succederebbe se qualcuno mandasse di nascosto alle tue ex dal tuo cellulare: "Sono cambiato. Riproviamoci!"..? È quello che accade a Leonardo Giustini giornalista che si occupa di tecnologia e innovazione per il web. Sua figlia, stanca di vedere... Guarda la scheda del film