Attualità Savona Compl. Mon. di S. Caterina Venerdì 4 luglio 2014

Festa dell'Inquietudine 2014: il programma completo

Ramin Bahrami, Inquieto dell'anno 2013
Altre foto

Genova - Da giovedì 15 a domenica 18 maggio torna a Finalborgo, all'interno del Complesso Monumentale di Sanata Caterina la Festa dell'Inquietudine 2014, la manifestazione culturale a cura del Circolo Inquieti, che celebra l'inquietudine come desiderio di conoscenza, avventura e cresciuta culturale.

La Festa che giunge quest'anno alla settima edizione (mentre il Premio Inquieto dell'anno risale al 1996) ha come tema centrale Inquietudine e fuga, argomento che viene declinato tra incontri, spettacoli, aperitivi, musica, arte e degustazioni a ingresso gratuito.

«Fuga di elementi architettonici, di ambienti. Punto di fuga. Fuga musicale. Di cervelli, di capitali, di gas, di un ciclista. Fuga da se stessi, da un luogo, da una relazione, dalle proprie responsabilità. Fuga epilettica. Fuggire. Latitare. La Fuga in Egitto. Fuga nel sogno. Fuga d’amore. L’Arte della Fuga. Ogni fuga si coniuga con l’inquietudine, di essa è causa o conseguenza, in negativo e in positivo. Sia essa opera di artista sublime o atto di pazzo criminale è espressione degli opposti che convivono in natura e nell'essere umano. È fuga dal caos alla ricerca di armonia. Di bisogno di nuovi equilibri tra ordine e disordine che regolano il nostro transito di vita. È rottura di armonia e creatrice di armonia. Molte volte superiore, eccelsa» scrivono gli organizzatori, presentando il tema di quest'anno.

È il pianista Ramin Bahrami il vincitore del Premio Inquieto dell'Anno, onorificenza che gli sarà consegnata domenica 18 maggio alle ore 17. Dall'età di 11 anni Bahrani è profugo dal suo paese natale, l'Iran: dopo la Rivoluzione Islamica, il padre del pianista è stato imprigionato per ragioni politiche ed in seguito è morto in carcere. Ramin Bahrani, che ha studiato per molti anni in Italia, è considerato uno dei massimi interpreti di Johann Sebastian Bach e delle sue fughe. Il premio quest'anno va anche all'Isola di Lampedusa, territorio in cui gli abitanti hanno trasformato il disagio in accoglienza verso un' umanità in fuga dai loro Paesi.

Tanti gli appuntamenti in calendario per l'edizione 2014, tra gli eventi segnaliamo la rassegna Vini Inquieti, una rassegna vinicola nazionale di vini da vitigni rari, l'incontro con lo scrittore Andrea Vitali (venerdì 16, ore 16.30) e quello con Paola Mastrocola e Luca Ricolfi (domenica 18, ore 10.30).

Di seguito il programma completo

Giovedì 15 maggio 2014

16.45 Oratorio dei Disciplinanti – Complesso monumentale di Santa Caterina
Inaugurazione Hall Of Fame della Festa dell’Inquietudine
Una Sala dell’Inquietudine permanente, per ricordare durante tutto l’arco dell’anno la Festa e testimoniarne la valenza attraverso le tante personalità del mondo dello spettacolo, della cultura, dello sport e della vita pubblica che hanno ricevuto il premio Inquieto dell’Anno o hanno partecipato alle edizioni della rassegna, che dal 2008 si tiene ogni anno a Finale.

17.00 Sala delle Capriate – Dibattiti e Incontri
In Vino Veritas
Relatori: Pia Donata Berlucchi, Valerio Meattini
Rassegna dei Vini da Vitigni rari con una chiacchierata suò proverbio latino per carpirne varie sfumature.

18.00 Primo Chiostro – Spettacoli
Adolescenti in fuga Concertino di benvenuto
Letture e brani musicali a cura degli studenti delle classi IIF e IIF della Scuola Secondaria dell’Istituto Comprensivo di Finale Ligure coordinati dal Prof. Dario B. Caruso

19.00 Ca’ di Nì, via Lancellotto 15, FinalBorgo – Rassegna Vini
Vernissage. II Rassegna Nazionale Dei Vini Da Vitigni Rari
Vini Inquieti
Valorizzazione dei vini provenienti da vitigni sopravvissuti al tempo, grazie a viticoltori Inquieti, testimoni della coltura e della cultura di vari territori. A Ca’ di Nì sarà presentata la rassegna in anteprima, anche se gli espositori saranno presenti a partire dal giorno 16 maggio. Gli espositori partecipanti alla rassegna saranno invitati al vernissage in qualità di pubblico.

La rassegna dei Vini Inquieti è aperta al pubblico nei seguenti orari
venerdì 16 maggio dalle ore 15.00 alle ore 21.00
sabato 17 maggio dalle ore 10.00 alle ore 21.00
domenica 18 maggio dalle ore 10.00 alle ore 19.00

20.45 Abbazia benedettina Santa Maria di FinalPia – Dibattiti e Incontri
Il Quadrifoglio Inquieto
Presentazione del semestrale dell’ Associazione Amici della Biblioteca Emanuele Celesia

21.00 Abbazia benedettina Santa Maria di FinalPia – Spettacoli Concerto
Preludio della Fuga, Concerto d’organo di Gianluca Cagnani
Il Maestro Cagnani in un excursus temporale ricostruirà dalle origini il fenomeno della fuga in musica a partire dal XVI sec., da Frescobaldi, a Bach.

Venerdì 16 maggio 2014

08.45 Sala Conferenze del Liceo Issel – InquietaMenteScuole
Apertura di Inquietamente Scuole
Intervengono: Claudio G. Casati, Nicola Viassolo, Studente del Liceo Issel

09.10 Sala Conferenze del Liceo Issel – InquietaMenteScuole
Fuga dalla scuola
Relatori: Eleonora Pantò, Alessandro Berta, Massimiliano Vaira
Competenze per la vita privata e lavorativa che la scuola non insegna e non può insegnare. L’iniziativa è dedicata non solo ai giovani, ma anche a famiglie, istituzioni, educatori, per riflettere sui nuovi paradigmi di un mondo del lavoro che ha abbandonato l’idea del posto fisso e del titolo di studio come unico lasciapassare verso la professione.

09.10
Eleonora Pantò – Formazione nel XXI secolo

10.00
Alessandro Berta – L’industria che insegna

10.50
Intervallo

11.10
Massimiliano Vaira – Scenari possibili per una nuova scuola.

12.00
Conclusione

15.00 Museo Archeologico del Finale – InquietaMente Archeologia
Suoni e musica…Le origini
In collaborazione con Museo Archeologico del Finale
Il Museo Archeologico del Finale conserva nelle sue sale molti oggetti appartenenti a culture ed epoche diverse, dalla più antica Preistoria alle età medioevale e moderna. Alcune di queste testimonianze che ci giungono dal passato erano certamente strumenti musicali, come le conchiglie di Triton impiegate durante il Neolitico, 7mila anni fa circa, o un flauto in osso di epoca bizantina. È consigliata la prenotazione (019 690020). Ingresso libero.

15.00 Auditorium
Saluto delle Autorità

15.10 Auditorium – Dibattiti e Incontri
Arte, filosofia e scienza, assonanze e dissonanze sulla Fuga
Relatori: Edoardo Boncinelli, Valerio Meattini, Ugo Nespolo
Uno scienziato, un artista e un filosofo a colloquio sul tema Inquietudine e fuga.

16.30 Primo Chiostro – Dibattiti e Incontri
È un profumo che droga, quello del lago d’estate
Relatori: Andrea Vitali a colloquio con Francesco Cevasco
Raccontare storie ascoltate dal padre, dai parenti, dai pazienti; storie che girano nell’aria di un paese di nome Bellano. Andrea Vitali appare l’opposto dello scrittore in fuga per le strade del mondo o della fantasia tanto è legato al suo mondo e alla sua professione di medico di base. Eppure i suoi racconti rapiscono il lettore e, d’incanto, lo trasportano in quel sicuro rifugio che è la provincia.

17.30 Sala della Piramide – InquietaMentePsicologia
Ring Laboratorio Interattivo Esperienziale
A cura di S.P.I.A. (Sentieri di Psicologia Integrata e Applicata)
Un laboratorio delle emozioni per esplorare il tema della Fuga. Prevede regole precise, un contesto di gruppo, la guida attenta di due conduttori esperti (dottor Claudio Giacobbe – dottoressa Cinzia Aicardi). I gruppi (da 4 a 20 persone) saranno formati dal pubblico adulto. Le sessioni avranno la durata di circa 1 ora. Durante la Festa le iscrizioni saranno raccolte alla reception presso i Chiostri di Santa Caterina, è possibile iscriversi anche tramite telefonata o sms al 373 7669717.

17.45 Auditorium – Dibattiti e Incontri
La Fuga dal Male vissuta e raccontata da un inviato di guerra
Relatori: Domenico Quirico a colloquio con Sandro Chiaramonti
Aveva raccontato, con il solito rigore, la primavera araba, le rivolte contro la corruzione e i dittatori di Tunisia, Egitto, Algeria, Libia. Era tornato in Siria il 6 aprile del 2013 per raccontare la dura lotta degli oppositori contro il dittatore Bashar Assad. Ma un giorno succede qualcosa di terribile. Per 152 giorni Quirico e il suo compagno di prigionia belga devono subire continue umiliazioni e soprusi. Il Male non è più un concetto da rifuggire ma una non-umanità da cui fuggire. Mentre altre migliaia di uomini e donne si imbarcano su barconi della morte per arrivare sulle nostre coste

20.45 Auditorium – Spettacoli
Il Marinaio
Dramma statico in un quadro di Fernando Pessoa
Giovani donne vegliano l’amica morta. Nell’attesa di un’alba che tarda ad arrivare, raccontano i loro sogni. Uno in particolare: quello di un marinaio che dopo aver fatto naufragio «si mise a sognare una patria che non aveva mai avuto». Traduzione di Antonio Tabucchi. Adattamento e musiche originali di Dario B. Caruso. Interpreti: Alice Beltrame, Martina Biale, Sara Dabove, Angela Eletto, Alice Gabrielli, Giulia Masio, Elena Scasso (Compagnia Teatrale Miagoli). Musiche eseguite da Luca Soi al violino, Diego Beltrame e Marco Pizzorno alla chitarra (Manipolo della Musica)Costumi e scene a cura di Ivana Rossi e Santina Scasso. Luci e suoni a cura di Antonella Cirio e Massimo Freccero

21.30 Auditorium - Dibattiti e Incontri
Pessoa, la Fuga del Tempo e la malattia del mistero della vita
Relatori: Roberto Francavilla, Ines Pedrosa, Valeria Tocco, Richard Zenith

Sabato 17 maggio 2014

08.45 Auditorium – InquietaMenteScuole
Il Finalese, Perfetto Per I Nuovi Talenti
Intervengono: Claudio G. Casati, Giovanni Ferrari Barusso, Studenti del Liceo Issel
Iniziativa in collaborazione tra Circolo degli Inquieti e Studenti del Liceo Issel di Finale Ligure, coordinati dai docenti: Giovanni Bruzzone (scienze umane), Luisa Demeglio (lettere - latino) e Raffaella Pona (disegno).

09.00 Auditorium – InquietaMenteScuole
Fuga dei talenti dall’Italia
Relatori: Ilaria Caprioglio, Claudio G. Casati, Marco Milan
Ilaria Caprioglio intervista Dr. Ing. Marco Milan, talento fuggito nel 2008, sulle esperienze come studente, skipper, manager, imprenditore, courseriano, poliatleta, etc, da sempre impegnato nella innovazione di prodotto e di processo.

09.00
Claudio G. Casati – Guerra dei Talenti

09.15
Ilaria Caprioglio, Marco Milan – Scienza e sport, due passioni compatibili all’Epfl (École Polytechnique, Fédérale de Lausanne)

10.45
Conclusione

10.30 Sala della Piramide – InquietaMentePsicologia
Ring Laboratorio Interattivo Esperienziale
A cura di S.P.I.A. (Sentieri di Psicologia Integrata e Applicata)
Un laboratorio delle emozioni per esplorare il tema della Fuga. Prevede regole precise, un contesto di gruppo, la guida attenta di due conduttori esperti (dottor Claudio Giacobbe – dottoressa Cinzia Aicardi). I gruppi (da 4 a 20 persone) saranno formati dal pubblico adulto. Le sessioni avranno la durata di circa 1 ora. Durante la Festa le iscrizioni saranno raccolte alla reception presso i Chiostri di Santa Caterina, è possibile iscriversi anche tramite tele-fonata o sms al 373 7669717

11.00 Auditorium – InquietaMente
Inquietudine Scandinava, Omaggio al Premio Nobel Tomas Tranströmer
Intervengono: Gianna Chiesa Isnardi e Jacopo Marchisio

12.30 Giardini Gallesio – InquietaMente Psicologia
La fuga dalle parole, ovvero: del (pericoloso) vaniloquio quotidiano
Aperitivo psicologico a cura di S.P.I.A.(Sentieri di Psicologia Integrata e Applicata)con il Prof. Marco Dotti. L’aperitivo si propone di indagare come e quando, ma soprattutto perché, le parole hanno iniziato a perdere di significato, divenendo chiacchiericcio indistinto e pericoloso.

15.00 Museo Archeologico del Finale – InquietaMenteArcheologia
Viaggio Sonoro Nella Preistoria
In collaborazione con Museo Archeologico del Finale
L’incontro, a cura di Danilo Raimondo, è dedicato al suono nella Preistoria. Una fuga dallo spazio e dal tempo, alla scoperta di suoni e strumenti ancestrali. È consigliata la prenotazione (019 690020). Ingresso libero.

15.15 Primo Chiostro – In collaborazione con Centro Pannunzio – Dibattiti e Incontri
Norberto Bobbio, maestro di fuga dagli schematismi ideologici e dai manicheismi settari
Relatori: Dino Cofrancesco, Gianni Oliva, Pier Franco Quaglieni, moderatore Francesco Cevasco.

17.00 Sala delle Capriate – Dibattiti e Incontri
Italiani in Egitto: andata e ritorno
Relatori: Ernesto Ferrero, Marta Petricioli, Daniel Fishman a colloquio con Alessandro Bartoli
L’incontro vuole ripercorrere la singolare storia delle relazioni storiche e culturali che hanno unito L’Europa e in particola-re l’Italia con l’Egitto fin dai tempi di Napoleone, passando per i grandi archeologi italiani che hanno contribuito alla nascita del Museo Egizio di Torino per soffermarsi poi sulla singolare storia della colonia italiana in Egitto tra Ottocento e Novecento. La storia degli italiani d’Egitto, una colonia pre-valentemente borghese ed agiata che ha svolto un ruolo fonda-mentale nella modernizzazione del paese dove fuggì durante le travagliate vicende storiche ed economiche del nostro paese durante e dopo l’unificazione, per farvi poi ritorno negli anni cinquanta con l’avvento del nazionalismo nasseriano.

17.30 Sala della Piramide – InquietaMente Psicologia
Ring Laboratorio Interattivo Esperienziale
A cura di S.P.I.A. (Sentieri di Psicologia Integrata e Applicata)
Un laboratorio delle emozioni per esplorare il tema della Fuga. Prevede regole precise, un contesto di gruppo, la guida attenta di due conduttori esperti (dottor Claudio Giacobbe – dottoressa Cinzia Aicardi). I gruppi (da 4 a 20 persone) saranno formati dal pubblico adulto. Le sessioni avranno la durata di circa 1 ora. Durante la Festa le iscrizioni saranno raccolte alla reception presso i Chiostri di Santa Caterina, è possibile iscriversi anche tramite telefonata o sms al 373 7669717.

18.00 Museo Archeologico del Finale – InquietaMenteArcheologia
Trekking Tra I Vulcani Della Kamchatka
In collaborazione con Museo Archeologico del Finale – Inquietamente Incontro
L’incontro, a cura di Giovanni Dalla Valle, è un evento parallelo alla mostra fotografica Il Pianeta delle Meraviglie ospitata presso il Museo Archeologico del Finale e dedicata a suggestive immagini di diversi ed insoliti angoli del mondo. La penisola della Kamchatka, nell’estremo Est della Siberia, è uno dei luoghi più sorprendenti del nostro Pianeta: qui si incontrano le fredde acque dell’Oceano Pacifico con il caldo respiro della Terra dovuto alla presenza di una imponente catena di vulcani attivi. Un affascinante territorio dove è possibile muoversi solo a piedi lungo sentieri tra ambienti di foresta, di torbiera e di tundra … Ingresso libero.

18.00 Primo Chiostro – Dibattiti e Incontri
Il Club Dei 27
Relatori: John Vignola a colloquio con Dario Caruso
Cosa accomuna Jimi Hendrix, Janis Joplin, Kurt Cobain, Amy Winehouse, Jim Morrison, Luigi Tenco, Nick Drake e molti altri, che hanno fatto del rock il loro orizzonte artistico ed esistenziale? Sicuramente, una morte prema-tura, sulle soglie dei trent’anni, che non è solo un tragico clichè. È anche il risultato della dipendenza da droghe e antidepressivi e di una vita segnata da stress e ritmi massacranti. L’età d’oro della musica pop ha i suoi martiri, insomma, che finiscono per superare in celebrità i sopravvissuti, vuoi per il cinismo dello show business, vuoi perché le storie che le loro canzoni raccon-tano sembrano ancora più autentiche e disperate. L’incontro partirà proprio dalle canzoni, per farsi senza presunzione la solita, mai scontata, domanda: quanto l’arte e la vita possono combaciare, fino ad esplodere?

18.30 Sala delle Capriate – Dibattiti e Incontri Premio Gallesio
Consegna a Emanuela Rosa-Clot del Premio Dedicato a Giorgio Gallesio
Per la seconda edizione del Premio Giorgio Gallesio la Città di Finale Ligure e il Circolo degli Inquieti di Savona hanno deciso di premiare una prestigiosa firma del giornalismo italiano, Emanuela Rosa-Clot, direttrice di blasonati periodici del settore del giardinaggio e della botanica come Gardenia, che guida dal 2006, ma anche di riviste di viaggio la cui linea editoriale, grazie alla sua direzione, è stata particolarmente attenta al tema della conservazione e valorizzazione del paesaggio italiano ed europeo.

21.00 Museo Archeologico del Finale – InquietaMenteArcheologia
Suoni dal passato. Costruzione di strumenti musicali
In collaborazione con Museo Archeologico del Finale
Il Museo Archeologico del Finale, attraverso un laboratorio didattico con momenti di animazione, vuole condurre i partecipanti (adulti e bambini) a compiere un viaggio ancestrale alla ricerca dei suoni che fin dalle origini accompagnano il cammino dell’uomo. Una breve introduzione con visita alle sale del museo, osservando e scoprendo curiosità su alcuni reperti del passato, porterà i partecipanti a provare le loro abilità e a sperimentare la costruzione di strumenti musicali usati dall’uomo fin dalla Preistoria. Gli oggetti realizzati durante il laboratorio potranno essere portati a casa. Prenotazione obbligatoria (tel. 019.690020). Età consigliata: dagli 8 anni in su. Ingresso libero.

21.00 Auditorium Incontri e Dibattiti
Dialogo sulle fughe nostre e altrui
Relatori: Ernesto Ferrero, Paola Mastrocola, Luca Ricolfi, Carla Sacchi Ferrero
Contrappunti musicali: Dario Caruso e Maurizio Ganora
Una filologa con la passione della cucina, del giardino e di canzoni d’autore, uno scrittore e critico letterario diret-tore del più importante evento editoriale italiano; un’insegnante autrice di romanzi poesie e saggi, un sociologo e politologo editorialista di influenti media. Amici da sempre, coppie nella vita. Osservatori attenti delle moderne fughe, ne praticano alcune perché da veri inquieti sono sempre disponibili a partire, come viaggiatori culturali, per destinazioni culturali insolite. Una chitarra e un pianoforte commenteranno il loro dialogo con interventi musicali pertinenti e impertinenti.

Domenica 18 maggio 2014

10.00 Museo Archeologico del Finale – InquietaMenteArcheologia
Suoni e musica…le origini
È consigliata la prenotazione (tel. 019.690020). Ingresso libero.

10.30 Sala della Piramide – InquietaMentePsicologia
Ring, laboratorio interattivo esperienziale.
A cura di S.P.I.A. (Sentieri di Psicologia Integrata e Applicata)
Un laboratorio delle emozioni per esplorare il tema della Fuga. Prevede regole precise, un contesto di gruppo, la guida attenta di due conduttori esperti (dottor Claudio Giacobbe – dottoressa Cinzia Aicardi). I gruppi (da 4 a 20 persone) saranno formati dal pubblico adulto. Le sessioni avranno la durata di circa 1 ora. Durante la Festa le iscrizioni saranno raccolte alla reception presso i Chiostri di Santa Caterina, è possibile iscriversi anche tramite tele-fonata o sms al 373 7669717

10.30 Primo Chiostro – Incontri e Dibattiti
Fuga a Oxford tra pecore e equazioni
Relatori: Paola Mastrocola, Luca Ricolfi
Molti conoscono Paola Mastrocola e Luca Ricolfi, non tutti sanno che sono una coppia. Hanno interessi diversi: lui sociologo, saggista, lei insegnante di lettere, scrittrice. Nel novembre 2011 fuggono ad Oxford per studiare e ci restano sei mesi. Lui intende capire perché i Paesi ricchi non crescono più, cosa li frena; lei ha in testa la storia di Fil, un ragazzo che studia Economia e che lavora a un modello matematico sulla crescita.

12.30 Giardini Gallesio – InquietaMentePsicologia
La Fuga Delle Parole ovvero: quando le parole prendono le ali
Aperitivo psicologico a cura di S.P.I.A. (Sentieri di Psicologia Integrata e Applicata) con Maria Cristina Lasagni

15.00 Auditorium – Inquieto dell’Anno
Premiazione Inquieto Dell’anno – Ramin Bahrami E Isola Di Lampedusa

ore 15.15 Auditorium
Giampiero Bof e Paolo De Santis intervistano Ramin Bahrami
ore 16.30 Auditorium
Dialogo con l’Isola di Lampedusa

ore 17.00 Auditorium
Consegna del Premio Inquieto dell’Anno

17.30 Auditorium – Spettacoli
Spettacolo di magia a chiusura della VII Edizione della Festa dell’Inquietudine
Houdini, il re della fuga. Divertissement tra escatologia e escapologia
Attore e relatore: Andrea Santini
Ehrich Weisz, il grande Houdini, fu un celebre escapologo (to escape: evadere, fuggire) americano di origini ungheresi, vissuto a cavallo tra ‘800 e ‘900. Andrea Santini, nel suo divertissement, esplora l’universo nascosto ed esoterico dell’uomo Houdini, prima come inesorabile avversario dei finti medium della sua epoca, poi come believer, ossia credente egli stesso, nella possibilità di un contatto con l’aldilà, al punto da elaborare un codice segreto per comunicare dopo la morte con la moglie Bess. Qui escapologia ed escatologia si incontrano: la fuga dalle catene è per Houdini la prometeica liberazione dell’uomo dai propri limiti, alla ricerca di un altro e di un oltre.

Potrebbe interessarti anche: , Arriva l'inverno a Genova: neve a bassa quota? Previsioni del 12 e 13 dicembre , L'albero di Natale per le vittime del Morandi, con 43 opere all'asta per beneficenza , G20 dello shipping a Genova: l'idea dei giovani del Propeller Club , Al Gizmark 2018 in arrivo un pieno di novità con l'esibizione di Vittorio Brumotti , Genova, aperta la rampa tra via Guido Rossa e il casello dell'Aeroporto

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La prima pietra Di Rolando Ravello Commedia Italia, 2018 È un normalissimo giorno di scuola, poco prima delle vacanze di Natale, e tutti sono in fermento per la recita imminente. Un bambino, intento a giocare con gli altri nel cortile della scuola, lancia una pietra rompendo una finestra e ferendo lievemente... Guarda la scheda del film